Orazio Rotunno

Internazionali Roma, Errani sogno finito: Azarenka in finale con Serena

Internazionali Roma, Errani sogno finito: Azarenka in finale con Serena
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Si ferma ad un passo dalla finale il sogno di Sara: troppo forte l'Azarenka che ora sfiderà la Williams in finale

azarenka batte errani a romaAd un passo dal sogno si ferma la nostra Sara Errani: Azarenka incontenibile, ora attende in finale Serena Williams per un match tutto potenza e servizio. In un centrale esaurito in ogni ordine di posto, la bolognese deve arrendersi a cospetto della n.3 al mondo. Buona reazione nel secondo set dopo il terribile 6-0 della prima partita ma non basta: 7-5 finale e match chiuso per la bielorussa. Una consolazione, non da poco: da lunedi la nostra Sara diventerà n.5 del ranking mondiale.

SARA DI RIMESSA, VIKTORIA SPIETATA – Col punteggio di 6-0, 7-5 la bielorussia si aggiudica la sua prima finale a Roma contro Serena Williams campionessa nel Master 100o italiano nel 2003. Sara arrivava da appena un set giocato in 2 giorni contro la Kirilenko lo scorso giovedì: ieri il ritiro della Sharapova le garantiva l’accesso in semifinale e la posizione n.5 nel ranking femminile dal prossimo lunedì. Un riposo forzato che potrebbe aver pagato in avvio di match: troppo molle il servizio della bolognese, devastanti i colpi della Azarenka che schianta 6 game a zero Sara nel primo set. Due interruzioni per pioggia permettono alla Errani di ricaricare le pile, presentandosi sul manto rosso con ben altra carica. Aumenta il giro dei colpi, alza la percentuale di prime e arriva al break sul 4-4 con la possibilità di servire per il set. Il contro-break della bielorussia è però immediato e non lascia scampo: sul 6-5 Sara salva due match-point, ma al terzo si arrende all’avversaria che vola in finale contro Serena Williams. Una bella prova dell’italiana, la cui reazione nella seconda partita è stata veemente, lasciando pensare ad un terzo set ad un certo punto probabile e meritato per quanto dimostrato a seguito del pesante 6-0.

Sara diventerà n.5 del mondo fra due giorni, presentandosi a 8 giorni dall’inizio del Roland Garros in grande forma dopo le due semifinali nei Master di Madrid e Roma. Da difendere, la finale a Parigi persa lo scorso anno con Maria Sharapova.

Orazio Rotunno

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *