Redazione

Phelps, dopo Londra l’addio

Phelps, dopo Londra l’addio
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

20 medaglie olimpiche come obiettivoLONDRA, 9 MAGGIO – In un’ intervista concessa alla Cbs statunitense, il campione olimpico pluridecorato (16 medaglie ) ha lasciato intendere di voler terminare la sua carriera dopo i Giochi di Londra.

Nel corso della rubrica “60 minutes” il giornalista A. Cooper chiede allo squalo di Baltimora cosa risponderebbe se la mamma volesse visitare Rio de Janeiro (prossima sede dei Giochi nel 2016) e la risposta di Phelps non lascia molte interpretazioni: “Once I retire, I’m retiring” che tradotto vuol dire una volta presa questa decisione non si torna indietro. La star mondiale del nuoto ha parlato delle enormi difficoltà affrontate nella preparazione atletica e mentale facendo riferimento alla passione e al fuoco ardente che sembravano svaniti dopo le foto scandalistiche in cui è stato ritratto più volte, ma anche della voglia di visitare le città più belle del mondo senza limitarsi ai tragitti albergo – piscina.  Il   nuotatore scenderà in vasca in 6 discipline per ottenere quattro piazzamenti e superare la leggenda sovietica Larisa Latynina (18 medaglie). A fine luglio sapremo se il duro training a cui il campione si è sottoposto (Phelps dorme in una stanza che simula altitudini di 8500 piedi al fine di aumentare la resistenza fisica) gli avrà permesso di diventare l’ atleta più titolato nella storia delle Olimpiadi.

Daniele Maimone

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *