Redazione

Basket Nba: San Antonio in finale di Conference, NY rinasce

Basket Nba: San Antonio in finale di Conference, NY rinasce
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Gli Spurs espugnano il campo dei Warriors e raggiungono i Grizzlies in finale ad Ovest, mentre i Knicks battono i Pacers rimanendo ancora in corsa per la qualificazione

Tim Duncan

Tim Duncan

Nelle partite giocate nella notte Nba, gli Spurs espugnano il campo dei Warriors e raggiungono i Grizzlies in finale ad Ovest, mentre i Knicks battono i Pacers rimanendo ancora in corsa per la qualificazione.

GOLDEN STATE WARRIORS- SAN ANTONIO SPURS 82-94 (2-4)   Gli Spurs raggiungono le finali di Conference espugnando la Oracle Arena e chiudendo la serie sul 4-2. la truppa di Popovich parte bene e con il gioco interno di Splitter (14) e Duncan (19) sovrasta dei Warriors in affanno. Dopo l’infortunio di Barnes (9), solo il leader Curry (22) è vivo e in penetrazione in coast-to-coast sulla sirena del secondo quarto sancisce il -7.

Nella ripresa Duncan è immarcabile e Curry risponde da vero campione mantenendo i suoi in linea di galleggiamento. L’atletismo di Leonard (autore di 7 punti consecutivi) ricaccia però indietro la franchigia di Oakland, che grazie ad un sussulto d’orgoglio riesce miracolosamente a raggiungere il -2 nell’ultimo periodo. I sogni di Curry&Co. vengono però smorzati dalla precisione di Leonard e Parker nel tiro pesante, che permettono agli Speroni texani di iniziare a pensare alla serie con i Grizzlies.

Onore però a Golden State, capace di togliersi enormi soddisfazioni e vera sorpresa di questa post-season.

NEW YORK KNICKS – INDIANA PACERS 85-75 (2-3)    New York dimostra di essere ancora viva vincendo senza particolari patemi gara 5 al Madison Square Garden. La squadra di coach Woodson tocca il +8 in avvio di secondo quarto grazie a Smith (13) e Felton (12), Indiana dal canto suo risponde con la verve di Augustin (12). Carmelo decide di mandare la partita all’intervallo dopo il suo jumper dalla media.

Carmelo Anthony

Carmelo Anthony

La musica al rientro dagli spogliatoi non cambia, Melo Anthony (28) e la sorpresa Copeland (13) sono incontrollabili e i Knicks allungano sul +10, scarto mantenuto  fino alla fine del match salvo qualche frangente favorevole ai Pacers con George (23). A questo punto si tornerà alla Conseco Fieldhouse di Indianapolis per gara6.

Francesco Garibaldi

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *