Redazione
No Comments

Lega Pro, il punto sui campionati di Prima e Seconda Divisione

Il Trapani è promosso in serie B mentre la Pro Patria sale in Prima Divisione. Il Treviso e la Carrarese retrocedono in Seconda Divisione, il Fano e il Foligno in serie D

Lega Pro, il punto sui campionati di Prima e Seconda Divisione
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Trapani

Il Trapani neopromosso in serie B

I campionati di Prima e Seconda Divisione della Lega Pro hanno consumato l’atto conclusivo della fase regolare ed hanno emesso le formazioni promosse o retrocesse direttamente senza passare dagli spareggi di fine stagione. In Prima Divisione festeggia, insieme all’Avellino già in serie B da una giornata, anche il Trapani mentre retrocedono in Seconda Divisione Lega Pro il Treviso nel girone A e la Carrarese nel B. In Seconda Divisione alle già promosse Savona, Salernitana e Pontedera si accoda la Pro Patria che torna meritatamente nella vecchia serie C1. In coda invece turno fatale al Fano e al Foligno che scendono mestamente nei dilettanti.

PRIMA DIVISIONE LEGA PRO – Nel girone A giornata storica per il Trapani che espugna il campo della Cremonese e sale meritatamente in serie B. Partita dalle mille emozioni quella disputata in terra lombarda con i padroni di casa in vantaggio dopo soli 3 minuti con Cremonesi ma raggiunti e superati da una doppietta di Mancosu. Pareggio di Le Noci e nuovo vantaggio ospite con Abate prima che il centro di Nizzetto portasse al riposo le squadre in parità. Nella ripresa le attenzioni erano rivolte all’esito della partita del Lecce sul campo dell’Albinoleffe e la notizia della rete dei seriani ha di fatto scatenato la festa che è esplosa alla rete siglata al 90’ da Mancosu, la terza della giornata, che ha regalato la cadetteria agli uomini di Boscaglia. Il Lecce prenderà dunque parte ai playoff insieme a Carpi, Sudtirol e Viruts Entella. In coda retrocede il Treviso che espugna Reggio Emilia e affianca in classifica la Tritium, 0-0 sul campo del Sudtirol, ma perde la categoria per lo svantaggio nei confronti diretti con i lombardi. In zona playout clamoroso capitombolo del Cuneo che esce sconfitto per 3-1 a Salò e consegna la salvezza al Como che ha vinto 2-1 a Carpi. Insieme ai piemontesi e ai lombardi parteciperanno ai playout la Reggiana e il Portogruaro. Nel girone B già promosso l’Avellino e già qualificate ai playoff Perugia, Latina, Nocerina e Pisa l’attenzione era tutta concentrata sul fondo della classifica dove ha avuto la peggio la Carrarese che è retrocessa in Seconda Divisione nonostante il buon pareggio per 1-1 ottenuto contro il Latina. I toscani sono stati scavalcati dal Sorrento che ha superato per 3-0 la Nocerina nel derby campano e si è quindi qualificato per gli spareggi di fine stagione che vedranno anche coinvolti Barletta, Andria Bat e Prato. I toscani hanno perso il duello a distanza con i corregionali del Viareggio che hanno avuto la meglio sul Frosinone per 2-0 e si sono quindi salvati a spese dei lanieri che hanno ceduto allo stesso Andria l’intera posta tra le mura amiche.

SECONDA DIVISIONE LEGA PRO – nel girone A grande festa per la Pro Patria che supera in classifica il già promosso Savona e può quindi brindare all’atteso ritorno nella massima categoria della Lega Pro. Ai bustocchi bastava un pareggio sul campo del già retrocesso Casale ma le reti di Calzi e Bruccini, realizzate nella ripresa, hanno consegnato la vittoria e con essa la promozione nella categoria superiore. Grandi emozioni in zona playoff dove il Renate vince lo scontro diretto per 4-2 contro il Castiglione escludendolo quindi dagli spareggi di fine stagione che vedranno una doppia sfida lombardo-veneta con i confronti tra lo stesso Renate e il Venezia e tra Bassano e Monza. Proprio i brianzoli sono stati i protagonisti di giornata infliggendo un clamoroso 7-3 al Fano a conferma del grande momento di forma attraversato dagli uomini di Antonino Asta. I marchigiani, con la pesante sconfitta patita sul campo dei lombardi, retrocedono in serie D mentre il Valle d’Aosta, grazie al facile successo di misura sul Forlì, si qualifica per i playout dove incontrerà il Rimini. Nel girone B già promosse in anticipo Salernitana e Pontedera è stata la lotta per l’accesso ai playoff a catalizzare l’attenzione degli appassionati. All’Aprilia e al Chieti, che erano già sicure di disputare gli spareggi, si sono aggiunte l’Aquila e il Teramo, quest’ultima grazie al vantaggio acquisito negli scontri diretti con il Poggibonsi. I toscani hanno battuto per 2-1 il Foligno che, a causa di questa battuta d’arresto, è retrocesso in serie D essendo stato raggiunto dal Gavorrano che ha usufruito del miglior esito nelle sfide tra le due formazioni. I toscani disputeranno quindi i playout contro l’Hinterreggio a cui non è stato sufficiente per salvarsi il successo colto per 4-2 sul campo del Fondi avendo ottenuto risultati peggiori nelle sfide incrociate contro la Vigor Lamezia che l’ha affiancato in classifica.

Di seguito il riepilogo delle promozioni e delle retrocessioni dei campionati di Prima e Seconda Divisione della Lega Pro:

PRIMA DIVISIONE:

GIRONE A:

Promossa in serie B: TRAPANI

Qualificate ai playoff: LECCE, CARPI, SUDTIROL e VIRTUS ENTELLA

Qualificate ai playout: PORTOGRUARO, CUNEO, REGGIANA e TRITIUM

Retrocessa in Seconda Divisione: TREVISO

GIRONE B:

Promossa in serie B: AVELLINO

Qualificate ai playoff: PERUGIA, LATINA, NOCERINA e PISA

Qualificate ai playout: PRATO, ANDRIA BAT, BARLETTA e SORRENTO

Retrocessa in Seconda Divisione Lega Pro: CARRARESE

SECONDA DIVISIONE:

GIRONE A:

Promosse in Prima Divisione Lega Pro: PRO PATRIA e SAVONA

Qualificate ai playoff: VENEZIA, BASSANO, MONZA e RENATE

Qualificate ai playout: RIMINI e VALLE D’AOSTA

Retrocesse in serie D: FANO, CASALE e MILAZZO

GIRONE B:

Promosse in Prima Divisione Lega Pro: SALERNITANA e PONTEDERA

Qualificate ai playoff: APRILIA, CHIETI, L’AQUILA e TERAMO

Qualificate ai playout: HINTERREGGIO e GAVORRANO

Retrocesse in Serie D: FOLIGNO, AVERSA NORMANNA e FONDI

Mauro Leone

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *