Redazione
No Comments

Serie B: ultimi 90’ minuti di fuoco

La situazione delle tre squadre di testa

Serie B: ultimi 90’ minuti di fuoco
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Francesco MagnanelliL’ultima giornata di Serie B si preannuncia infuocata: delle tre squadre di testa, una rischia di restare a bocca asciutta oppure di andare ai playoff dopo un’annata condotta al vertice. Tastiamo quindi il polso alle prime tre della classe, iniziando proprio dal Sassuolo.

In casa neroverde, è il centrocampista Francesco Magnanelli a commentare la sfida contro il Livorno: “Sarà una partita bellissima, una vera e propria finale. Loro sono in grande forma, ma noi ci siamo, cercheremo di regalare a noi stessi e alla città un sogno incredibile. Dipende tutto da noi, abbiamo due risultati su tre e non dobbiamo pensare a quello che accadrà a Verona, dove difficilmente ci saranno sorprese. E’ innegabile che si tratti di una settimana molto particolare, la realtà dice che abbiamo sprecato tanto, ma ci prepareremo al meglio alla sfida che potrebbe segnare uno storico traguardo. Scenderemo in campo con la rabbia di chi sa di dover difendere, in casa propria, qualcosa di importante”.

Da Livorno invece, è il Direttore Sportivo Elio Signorelli, ad accendere ancor di più il match nonché gli ultimi 90’ minuti di gioco parlando anche della sfida tra Hellas Verona ed Empoli come due squadre che non si faranno del male. Ecco le sue parole: Sará un incontro importantissimo: Serie A per chi vince, al Sassuolo basta un pari o una vittoria. Sicuramente Empoli e Verona non si faranno del male, io penso che ci saranno i play off. La partita chiave doveva essere Verona-Empoli invece sarà una partita non cruciale. Siamo comunque soddisfatti, da parte nostra, di essere arrivati alla fine con qualcosa di buono. L’unico dispiacere è che magari una tra Sassuolo, Livorno e Verona dovrà fare i play off, e tra tutte abbiamo sedici punti di vantaggio sulle altre a parte l’Empoli. È un peccato perché meriteremmo tutte la promozione”.

L’Hellas Verona ha sulla carta l’incontro meno gravoso se vogliamo, anche se è comunque decisiva per l’eventuale disputa dei playoff. Sul match, è intervenuto a Radio Onda Libera, il Direttore Generale Giovanni Gardini: Neanche un giallo di Agatha Christie poteva immaginare un finale di Serie B così. Impensabile che a una partita dalla fine mancassero così tanti verdetti e che con 80 punti non si è sicuri della promozione”. Queste le parole sugli ultimi 90’ minuti. Nonostante abbia dominato il campionato, il Sassuolo rischia anche di disputare i playoff, ecco cosa dice Gardini: Le prime tre della classifica meritano di salire. Il Sassuolo, che ha fatto cose straordinarie, ha comunque il vantaggio di due risultati contro il Livorno che dovrà fare l’impresa”. Alcuni hanno immaginato Verona – Empoli come una partita scontata, visto che ad entrambe basta un pari, ma il DG sclaigero non ci sta: Non lo ritengo affatto scontato il risultato. Non c’è stato niente di scontato in questa stagione. Ripenso a venerdì sera quando dopo la vittoria del Livorno eravamo preoccupati dovendo giocare a Castellammare. Adesso ci aspetta l’ultimo sforzo e dobbiamo farlo”. Infine, la conclusione è sulla situazione dell’Hellas Verona che, nonostante alcune cadute durante il campionato, non ha mai messo in discussione il tecnico Mandorlini: Non c’è un solo fattore, se abbiamo fatto la nostra strada è perchè c’è sempre stata unità d’intenti e voglia di essere protagonisti. Le insidie e le difficoltà fanno parte del calcio, ed è sempre difficile anche quando tutti dicono che sei il più forte”.

Massimiliano di Cesare

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *