Sebastian Mongelli
No Comments

Coppa Italia, ancora incertezza su data e orario della finale derby

In concomitanza con le elezioni comunali, il derby potrebbe creare immensi disagi ai cittadini, con ripercussioni negative sul fronte del diritto di voto

Coppa Italia, ancora incertezza su data e orario della finale derby
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Coppa ItaliaOggi 14 maggio 2013 non si sa ancora quando verrà giocata la finale di Coppa Italia tra Lazio e Roma. E se poco più di una settimana fa una soluzione era stata trovata, la data e l’orario del derby potrebbero subire ulteriori variazioni.

SOLUZIONE INIZIALE – Il 3 maggio tramite un comunicato, la Lega di serie A annuncia: “Il Presidente della Lega Nazionale Professionisti Serie A, accogliendo la richiesta avanzata dal Prefetto di Roma di anticipare l’orario di disputa della Finale di TIM Cup 2012/2013 per motivi inerenti alla tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica; dispone che la gara Roma-Lazio, Finale di TIM Cup 2012/2013, si disputi allo Stadio Olimpico di Roma domenica 26 maggio 2013, con inizio alle ore 18.00, anziché alle ore 21.00 come inizialmente programmato“. Finalmente era stata trovata una soluzione agli eventuali e probabili disordini che caratterizzano da anni il derby capitolino.

DIETROFRONT? – Nella giornata di ieri però il Tar del Lazio ha accolto la richiesta del Codacons di convocare tutte le parti interessate dal ricorso chiedendo di sospendere i provvedimenti che hanno anticipato la finale di tre ore rispetto all’orario previsto inizialmente. Domani alle ore 11:30 il Tar ha fissato un’audizione in cui saranno chiamati a comparire il Codacons, Lega Calcio, Rai, Ministro dell’Interno, Prefettura di Roma, Comune di Roma, e le due società. Ecco le parole di Carlo Rienzi, Presidente del Codacons: “Dimostreremo al Tar come la scelta di disputare un incontro così importante alle ore 18, in concomitanza con le elezioni comunali, creerà immensi disagi ai cittadini, con ripercussioni negative sul fronte del diritto di voto. Stiamo infatti parlando di una finale di calcio che bloccherà un intero quadrante della città prima, durante e dopo la partita, proprio nelle ore in cui è massima l’affluenza alle urne da parte degli elettori. Va sottolineato infatti che gran parte dei romani il 26 maggio si recherà al voto nelle ore serali, magari di ritorno dal mare o da una gita fuori porta, e troverà un’area della Capitale praticamente paralizzata. Nel caso poi in cui si verifichino tafferugli e agitazioni al termine dell’incontro e nelle zone limitrofe allo stadio Olimpico, per molti cittadini risulterà impossibile votare, con conseguenze che potrebbero arrivare all’annullamento delle intere consultazioni amministrative“.

Sebastiano Mongelli

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *