Redazione

Il Pocho strega il mercato

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

L'Inter ha pronta l'offerta: 15 milioni di euro più Pandev e Faraoni. Il Napoli chiede Pazzini.

MILANO, 8 MAGGIO – Ormai non è più una sorpresa: Ezequiel Lavezzi lascerà il Napoli a fine stagione. Il Pocho, stanco della sua vita (privata e calcistica) nel capoluogo campano, avrebbe comunicato a De Laurentiis la sua volontà di andare via. Nonostante le dichiarazioni di facciata, De La avrebbe accettato le condizioni dell’attaccante argentino ed è pronto a cederlo al miglior offerente. In questo senso si spiega il meeting “segreto” con l’amico Moratti.

LE PRETENDENTI E L’OFFERTA – L’attaccante del Napoli piace tanto in Europa. La sua annata in Champions League ha acceso l’interesse di tanti club stranieri (PSG, Chelsea e Manchester City) per la gioia della società azzurra che potrà monetizzare al meglio la cessione del Pocho. In Italia, l’unico club seriamente interessato è l’Inter. L’offerta nerazzurra, presentata da Moratti proprio nella giornata di ieri, prevede una parte fissa (15 milioni di euro) e una variabile costituita da 2 giocatori da inserire come contropartite tecniche (Pandev e Faraoni). Il Napoli, al posto di Faraoni, avrebbe voluto inserire Obi nella trattativa, considerato però incedibile dall’Inter e per questo motivo De Laurentiis avrebbe chiesto oltre a Pandev uno tra Pazzini e Ranocchia. Si tratterà ad oltranza, ma l’impressione è che alla fine i due amici presidenti troveranno un accordo.

INTER-LAVEZZI: C’E’ L’ACCORDO – Dall’Argentina, più precisamente da Radio ESED, rimbalzano le voci di un accordo trovato tra Ezequiel Lavezzi e l’entourage nerazzurro. Le cifre non sono state ancore pubblicate, ma la notizia è che Alejandro Mazzoni, il procuratore del Pocho, si troverebbe in Italia. Le parti in questione (Inter,Napoli e Lavezzi) si incontreranno dopo la finale di Coppa Italia per mettere la parola fine a quello che potrebbe essere il grande colpo dell’estate.

Michele Lestingi

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *