Vincenzo Galdieri
No Comments

Calciomercato Inter, Moratti e il progetto Dortmund: Stramaccioni resta

Dopo l'annata peggiore dell'ultimo decennio, Moratti pensa al futuro: la conferma del tecnico romano è vicina

Calciomercato Inter, Moratti e il progetto Dortmund: Stramaccioni resta
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Andrea StramaccioniLa stagione va dimenticata in fretta, e buttarsi a capofitto sul futuro è la migliore medicina possibile. L’Inter deve ripartire, tornare ai livelli che le competono. Soltanto 3 anni fa la società di Via Durini era campione d’Europa e del Mondoin cima a tutto e davanti a tutti, semplicemente il meglio che ci fosse in circolazione. E’ bastata una manciata di mesi per scivolare nell’oblio, qualcosa di calcisticamente assurdo. Mou, Eto’ò, Sneijder e le coppe si sono dileguati in fretta, cosi come in fretta si è dileguata la convinzione nei propri mezzi. Oggi l’Inter è spaesata, ma non brancola nel buio. C’è un progetto preciso per tornare ad alti livelli e non esiste la voglia di fare rivoluzioni: si rischierebbe soltanto di peggiorare le cose. Avanti con Stramaccioni, quindi: perchè non per forza cambiare in maniera repentina equivale a vincere.

FERGUSON E KLOPP COME MODELLI – Si è detto e scritto tanto, ma la verità è che le colpe di Strama nel disastro di quest’anno sono molto relative. Finchè ha potuto lavorare con tutti gli effettivi a disposizione la sua annata era da incorniciare: vittorie con Juventus e Milan, a vele spiegate in Italia ed in Europa. Poi qualcosa si è rotto, si sono infortunati praticamente tutti e per rimediare più che un top manager sarebbe servito uno shamano. Insomma, è vero che l’allenatore romano non ha vinto nulla ma è altrettanto evidente che addossargli demeriti eccessivi sarebbe scorretto. Va poi ricordata una cosa: non tutti i grandissimi hanno cominciato sbaragliando la concorrenza. Il totem Ferguson per esempio ha dovuto aspettare parecchio prima di fare incetta di trofei con lo United, e lo stesso vale per Klopp alla guida del meraviglioso Borussia Dortmund. Gli hanno dato tempo ed il tempo ha dato loro ragione. Moratti vuol prendere esempio: è Stramaccioni l’allenatore del futuro.

PROGETTO DORTMUND – La rosa verrà svecchiata e nuovi giovani arriveranno. In tal senso l’acquisto di Kovacic è stato un chiaro segnale: è questa la strada che l’Inter vuol seguire da adesso. Niente più spese folli per questo o quello, ma programmazione dettagliata e tanti young talent nel mirino. A guidarli ci sarà uno young managerStrama vuole smentire tutti quelli che non credono in lui, ed è determinato a dimostrare che merita una grande. Le critiche non lo tangono, ha degli esempi da seguire: all’inizio nemmeno Klopp e Ferguson erano apprezzati, poi sappiamo tutti com’è andata a finire.

Vincenzo Galdieri 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *