Vincenzo Galdieri

Ciclone Monaco, preso Falcao. El Tigre in Francia per firmare

Ciclone Monaco, preso Falcao. El Tigre in Francia per firmare
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Radamel-Falcao-Hairstyles-Image-500x410 Alla fine arriva il Monaco. Incredibile, impensabile, roba quasi da fantacalcio. Radamel Falcao, ovvero uno dei tre attaccanti centrali – assieme a Cavani e Lewandowski – più forti del mondo al momento, si accasa in Francia, cedendo alla corte di una neopromossa. No, non è un’allucinazione, non vi siete sbagliati a leggere. El Tigre è pronto a sbarcare nel Principato, dove lo ricopriranno d’oro e gli costruiranno attorno – si presume – una squadra coi controfiocchi per tornare subito in Champions League e magare contrastare il Psg. L’operazione nasce da lontano, da quando il ds Pecini a febbraio è andato a convincere personalmente il giocatore, stando a quanto detto dall’accreditatissimo giornalista Gianluca Di Marzio. Nasce da lontano e si concluderà in questa settimana con la firma su un contratto multimilionario. All’Atletico Madrid andranno 60 milioni di euro, una cifra spaventosa. E c’è da scommettere che questo non sarà l’unico colpo dei nuovi ricchi di Francia: la Ligue 1, ormai, si sta trasformando in un campionato di primo livello.

RANIERI SI LECCA I BAFFI – Il primo a godere di questo acquisto da favola è sicuramente Claudio Ranieri, allenatore che ha riportato il Monaco nella massima serie e l’anno prossimo si giocherà forse l’occasione più importante della sua carriera. La dirigenza dovrebbe riconfermarlo, nonostante le voci che volevano sulla panchina del Principato i vari Mou e Mancini. Per combattere la superpotenza Psg saranno necessari altri 4-5 acquisti di altissimo livello, oltre ai classici interventi per sistemare la rosa. Sarà rivoluzione, quindi, ma quando hai uno sceicco che spende in quantità industriale c’è poco da sorprendersi. Il calcio ormai è roba loro.

IL POTERE DEI SOLDI – Non c’è l’ufficialità, ad oggi, ma pare proprio che arriverà presto. Falcao va al Monaco, e ci va per rimanerci. Qualcuno aveva addirittura sussurrato che dietro quest’affare ci fosse il Real Madrid, pronto ad avvalersi di tecniche particolari per eludere le resistenze dei cugini rivali. Ma questo si, è fantamercato: il Monaco vuole diventare un top team mondiale ed è impensabile che si metta a fare la succursale di chicchessia. C’è ancora chi dice “Ma come fa un campione del genere ad andare in una squadra che non gioca nemmeno la Champions League?”. La risposta non potrebbe essere più semplice: il potere dei soldi nel calcio odierno è superiore a qualunque altra cosa. Perchè Falcao non è mica il primo a fare una scelta del genere: da Hulk ad Eto’ò, da Witsel a Drogba – quando è andato in Cina, salvo poi pentirsi – sono tanti i top player che preferiscono un contratto corposo alla possibilità di giocare da protagonisti in Champions  o in Premier, Serie A, Liga, Bundesliga. El Tigre è disposto ad aspettare, il disturbo di non giocare la massima competizione europea gli verrà ben retribuito. E poi verosimilmente tornerà a calcare il prestigioso palcoscenico della CL già dall’anno prossimo. A meno che non arrivi qualcuno che paga di più: in quel caso, tutto potrà essere ridiscusso. 

Vincenzo Galdieri 

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *