Matteo De Angelis

Ligue 1, 36.ma giornata: PSG campione di Francia, Lione battuto 0-1

Ligue 1, 36.ma giornata: PSG campione di Francia, Lione battuto 0-1
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

E' il terzo titolo della storia per i parigini. Il Marsiglia festeggia la qualificazione in Champions

lavezzi ibra pastore psgTRIPUDIO PSG, IL TITOLO E’ TUO – E alla fine è festa. Dopo aver sofferto qualche patema di troppo il PSG si laurea campione di Francia. La squadra di Carlo Ancelotti vince il torneo con due giornate d’anticipo e riporta la Ligue 1 a Parigi dopo diciannove anni di distanza dall’ultima volta. Decisivo per la conquista del titolo il successo per 1-0 sul campo del Lione terzo in classifica. E’ Menez su assist di Ibrahimovic a regalare la vittoria al PSG: per i parigini si tratta del terzo titolo della loro storia. Festeggia anche il Marsiglia: l’OM si impone 2-1 sul Tolosa e conquista matematicamente il secondo posto in classifica, valido per la qualificazione diretta ai gironi di Champions League. La doppietta decisiva la realizza Ayew a cavallo dei due tempi di gioco (45′ e 60′), rendendo inutile la rete ospite firmata da Ben Basat all’82’.

LOTTA PER L’EUROPA – Alla fine ne resterà soltanto una. E’ questa infatti la regola nel campionato francese: in Europa League si qualificano direttamente la vincente della “Coupe de la Ligue” e la vincente della “Coupe de France“. In altre parole il St.Etienne è già sicuro dell’Europa per la prossima stagione, avendo battuto 1-0 il Rennes nella Coppa di Lega, mentre la Coppa di Francia è ancora ferma alle semifinali. Detto questo quindi, solo il quarto posto in classifica garantisce l’accesso diretto in Europa League. La posizione è attualmente occupata da Nizza e Lille. Partiamo dal Nizza, sconfitto con un perentorio 4-0 da un Evian in forma straordinaria: Berigaud al 24′ spiana la strada ai padroni di casa, che poi nella ripresa dilagano grazie alla rete di Rabiou (48′) e alla doppietta di Khalifa (56′ e 87′). Con questo successo l’Evian abbandona per la prima volta in stagione la zona retrocessione, mentre il Nizza viene raggiunto al quarto posto dal Lille. Gli uomini di Rudi Garcia infatti si sbarazzano 3-0 del Reims senza troppi patemi. Kalou spiana la strada ai biancorossi dopo soli venti minuti, nella ripresa poi Payet al 49’ e ancora Kalou al 77’ calano il tris che permette al Lille di salire a quota 60 punti in classifica. Torna al successo dopo tre pareggi consecutivi il Bordeuax, con i girondini che superano 3-2 un Nancy ancora in lotta per non retrocedere. Padroni di casa sul doppio vantaggio nella prima frazione grazie alle reti di Biyogo Poko al 41′ e Saivet al 45′, ma gli ospiti non mollano e nella ripresa acciuffano il pari con i gol di Karaboue (65′) e Sane (80′). Nel finale è però Diabate a regalare il successo al Bordeaux, con il Nancy che spreca una buona occasione per fare un ulteriore passo verso la salvezza. Termina 4-1 la sfida tra Valenciennes Rennes, con le due squadre senza più obiettivi stagionali. Pitroipa illude gli ospiti al 31′, ma Melikson trova il pari cinque minuti più tardi. Nella ripresa però il Rennes resta addirittura in nove uomini per le espulsioni rimediate da Foulquier al 59′ e Boye al 64′. Il Valenciennes sfrutta allora la doppia superiorità numerica e cala il poker grazie alle reti di Rose (68′), Lala (83′) e Saez (90′). Vince con un netto 3-1 il Lorient ai danni di un St.Etienne ormai sicuro dell’Europa League. Succede tutto nella ripresa: Monnet-Paquet al 51′ e Robert al 67′ portano sul doppio vantaggio i padroni di casa, Zouma riapre il match all’80’, ma Jouffre al 93′ chiude i giochi e regala il successo al Lorient, ora settimo in classifica.

TUTTO DA DECIDERE IN FONDO – Saranno 180 minuti di fuoco quelli a cui assisteremo in Ligue 1 per quanto riguarda la zona retrocessione. A due giornate dal termine infatti sono ben sette le squadre ancora in lotta per la salvezza, con tre compagini che inevitabilmente sprofonderanno in Ligue 2. Partiamo proprio dal fanalino di coda Brest: i biancorossi perdono 0-2 in casa contro il Sochaux, diretta concorrente per evitare la retrocessione, e restano aggrappati solo alla matematica. Saranno infatti obbligatori sei punti nelle ultime due gare, con la speranza che il Nancy non faccia neppure un punto in due match. Il Sochaux invece, che sale a quota 40 punti, ringrazia il suo bomber Privat che con una doppietta al 48′ e all’81’ spiana la strada verso la salvezza. Incredibile rimonta del Troyes, che con tre vittorie negli ultimi quattro incontri torna prepotentemente a sperare nel miracolo. I biancoblù superano 1-0 in trasferta un Ajaccio ancora non aritmeticamente salvo e si portano a -3 dalla zona salvezza. La rete che vale tre punti d’oro la realizza Jarjat al 18′. Festeggia invece la permanenza in Ligue 1 il Bastia, con i ragazzi di Frederic Hantz che battono 3-1 il Montpellier. Beauvue porta in vantaggio i padroni di casa al 17′, ma gli ospiti trovano il pari al 31′ con Utaka. Passa un solo minuto e Modeste porta nuovamente avanti il Bastia, che all’87’ chiude i giochi grazie alla doppietta dello stesso Modeste.

GARE E CLASSIFICA – Ecco il riepilogo della 36° giornata di Ligue 1

10/05 – Lille-Reims 3-0
11/05 – Marsiglia-Tolosa 2-1
11/05 – Ajaccio-Troyes 0-1
11/05 – Bastia-Montpellier 3-1
11/05 – Bordeaux-Nancy 3-2
11/05 – Brest-Sochaux 0-2
11/05 – Valenciennes-Rennes 4-1
12/05 – Lorient-St.Etienne 3-1
12/05 – Evian-Nizza 4-0
12/05 – Lione-PSG 0-1

PSG 77 punti; Marsiglia 70 punti; Lione 63 punti; Lille e Nizza 60 punti; St.Etienne 59 punti; Lorient 53 punti; Bordeaux 52 punti; Montpellier 51 punti; Tolosa, Valenciennes e Rennes 45 punti; Bastia 43 punti; Sochaux 40 punti; Reims e Ajaccio 39 punti; Evian 37 punti; Nancy 35 punti; Troyes 34 punti; Brest 29 punti.

Matteo De Angelis

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *