Redazione

Serie A Beko Playoff: pareggio Roma, allungo Sassari

Serie A Beko Playoff: pareggio Roma, allungo Sassari
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Nelle prime gare 2 giocate dei Playoff, l'Acea supera in scioltezza Reggio e il Banco vince con qualche patema la Lenovo

ACEA ROMA- TRENKWALDER REGGIO EMILIA 82-58 (1-1)   Bella vittoria per la Virtus Roma che, nonostante le assenze per infortunio di Lawal e Taylor, batte la Trenkwalder Reggio Emilia e riporta la serie dei Playoff in parità. I ragazzi di coach Calvani scendono in campo con un’altra faccia rispetto a giovedì sera e già dai primi minuti mostrano tutto il carattere che è mancato in Gara 1.
La prima frazione finisce 23-14, con Reggio Emilia che prova ad impostare il gioco come aveva fatto 48 ore prima ma Roma con una difesa attenta non lo permette. Nel secondo quarto si realizza la fuga dei padroni di casa che guidati da Goss (13), Datome (20) e Lorant (14) riescono a chiudere il primo tempo con il punteggio di 50-24. Calvani, per allungare le rotazioni, decide di dare da subito minuti a Tonolli e Tambone (4). Quest’ultimo ripaga la fiducia immediatamente con un bel tentativo da tre e un assist a Czyz (8) che da sotto può infilare due comodi punti.

Gigi Datome , capitano dell'Acea

Gigi Datome , capitano dell’Acea

Dopo l’intervallo Roma mantiene lo stesso livello di attenzione e guidata da Jones (11) e Datome chiude virtualmente la partita. Negli ultimi dieci minuti, in previsione di gara3, Calvani può schierare una squadra inedita composta dai giovanissimi guidati dalla bandiera Tonolli, autore di un’ottima prestazione. E anche loro non deludono, finisce 82-58.
Per Reggio 13 di Taylor e 12 di Bell, troppo poco dal centro Brunner (3).

 

 

BANCO DI SARDEGNA SASSARI- LENOVO CANTU’ 83-78  (2-0)   Grande vittoria del Banco di Sardegna che supera al fotofinish Cantù, confermatasi formazione ostica da affrontare e capace di mutare il suo volto rispetto a gara1. Sacchetti lascia fuori Ignerski e Diliegro, Aradori infortunato segue dalla panchina la Lenovo. Nel primo quarto Drake Diener (18) tenta l’allungo, ma Ragland (24) e Tyus (13) non lo permettono. Scekic (12) non segna il buzzer e Sassari chiude la frazione sul +6. Nel secondo quarto Cantù non segna mai da 3 (0/7), Travis Diener (20) tenta ancora l’allungo ma i ragazzi di Trinchieri sono organizzati e non mollano. Si continua a strappi. All’intervallo è 38-33 Sassari.

Manuel Vanuzzo

Manuel Vanuzzo

Al rientro dagli spogliatoi la Lenovo è un’altra squadra, e con un parziale di 10-3 si porta in vantaggio grazie a Ragland. Sassari è completamente bloccata in attacco e onno riesce a trovare la via del canestro né con il tiro da fuori né con il gioco interno. Cantù tocca anche il +8 grazie a Brooks. Bootsy Thornton (15) con 2 triple fantastiche riporta Sassari a contatto, Cantù è stanca e si affida al solito ragland. L’inerzia è completamente ribaltata e sale in cattedra Travis Diener che guida i suoi alla vittoria segnando tutti i tiri liberi causati dai falli sistematici di cantù. Tra due giorni terzo atto della serie in Lombardia.

Francesco Garibaldi 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *