Davide Luciani
No Comments

Le pagelle di Catania-Pescara: Gomez-Barrientos devastanti, Sforzini non è da A

Con un gol di Gomez il Catania batte il Pescara e sale all’ottavo posto in classifica

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Alejandro Gomez, match winner del matchUn gol di Gomez permette al Catania di battere il Pescara e superare momentaneamente l’Inter all’ottavo posto. E’ stata una partita a senso unico quella tra etnei e abruzzesi. Il Catania ha segnato al 51’, dopo un  primo tempo chiuso sullo 0-0, a causa dell’imprecisione degli attaccanti rossoazzurri. Gomez e Barrientos hanno messo a ferro fuoco, ma il gol è nato da un’iniziativa di Bergessio che, spostato sulla fascia destra dell’area, ha servito con un preciso rasoterra Gomez che, a porta praticamente vuota, non poteva sbagliare.
Per i Pescara si tratta della sconfitta numero 27, la sedicesima nel girone di ritorno. Eguagliato il “primato” del Venezia 1949/50. Unica nota lieta, il debutto di Marco Iannascoli, nipote dell’amministratore delegato del club.  Uno sguardo al futuro, visto il nero del presente.

CATANIA
ANDUJAR  SV –  Torna titolare giusto per mettersi seduto nella sua area a farsi bersi un aperitivo. Serata di puro relax. SPETTATORE NON PAGANTE.
BELLUSCI 6.5 – Prima a destra, poi al centro: zero sbavature. SICUREZZA .
LEGROTTAGLIE 6 – Torna titolare ed è costretto ad uscire dopo uno scontro con SFORZINI: Probabile frattura allo zigomo destro. SFORTUNATO. Dal 24’ BIAGIANTI 6 – Si va a posizionare a centrocampo e vive una serata di asssoluta tranquillità, senza commettere sbavature. RILASSATO.
SPOLLI 6.5 – Dalle sue parti non si passa. Sforzini gira al largo quasi impaurito. SPAURACCHIO

CAPUANO 6  – Non sbaglia niente, ma dovrebbe essere più intraprendente. FRENATO.
IZCO 6 – Con l’ingresso di Biagianti va a fare il terzino destro e lì si trova un po’ frenato. Prima, za centrocampo ci aveva messo la solita sostanza. Comunque prezioso. SOLDATINO.
LODI 6.5 – Solite geometrie. Tutto il gioco del Catania passa per i suoi piedi. Sa sempre dove mettere la palla. Ormai è maturo per una big. GIOTTO.
ALMIRON 6.5 – Bravo sia in interdizione che in fase di appoggio della manovra. A Catania ha trovato una seconda giovinezza. RINATO.  Dal 71’ CASTRO 6 – Meno “turbolento” del solito, si limita a svolgere il compitino senza andare a cercare la porta come suo solito. DILIGENTE.
BARRIENTOS 7 – Fa ammattire Balzano con le sue giocate. Sfiora in almeno tre circostanze il gol. FURETTO. Dal 91’ SALIFU SV – Maran gli concede un minuto di passerella. MODELLO.
BERGESSIO 6.5 – Si muove molto e da solo dà grattacapi a tutta la difesa abruzzese. Suo l’assist per il gol di Gomez. PREZIOSO.
GOMEZ 7 (IL MIGLIORE) – Doveva essere la sua serata e lo è stata. Segna il gol vittoria ed è un pericolo costante per la retroguardia biancazzurra.  Dopo tre anni lascia il Catania per andare in una big. Merita questa chanche. PICCOLO FULMINE.

All MARAN 7 – Stagione strepitosa. Anche con il Pescara i suoi giocano benissimo. Meritaiconla riconferma. STRATEGA.

PESCARA
PERIN 6.5 (IL MIGLIORE) – Sempre la stessa storia: a ogni partita si ritrova bersagliato da tutte le parti e cerca di salvare il salvabile. Questa volta ne becca solo uno. VITTIMA SACRIFICALE.
ZANON 5 – Uno di quelli che ha più sofferto il salto dalla B alla A. Gomez lo fa ammattire dal primo all’ultimo minuto. SERATA DA INCUBO.
COSIC 5 – Meno disastroso rispetto alla gara col Milan, ma solo perché il Catania decide di non affondare. Non dà mai sicurezza. IMPACCIATO.
CAPUANO 5 – Lo ripetiamo per l’ennesima volta: continuando a giocare da centrale si fa del male. Non ne azzecca una. L’anno prossimo meglio che chieda di essere spostato a fare il terzino sinistro. DENIS LA MINACCIA.
BALZANO 5 – Zero spinta, zero  iniziative. Barrientos lo fa ammattire dal primo all’ultimo minuto. Esce con un gran mal di testa. AULIN CERCASI.73’ ZAURI 6 – Quando entra, il Catania si è placato. FORTUNATO.
BLASI 5 – Al solito: falloso, nervoso, irritante.  Ormai non ha più il passo per la A.  RANDELLATORE. Dal 76’ IANNASCOLI 6 – Voto di augurio per l’esordio in serie A di questo ragazzino del vivaio biancazzurro. TANTI AUGURI.
TOGNI 5 – Messo sotto da Lodi non la vede mai. Fa troppa fatica nel far partire l’azione. COMPASSATO.
DI FRANCESCO 5 – Le qualità le ha, ma questo Pescara non è la squadra giusta per metterle in mostra. Avrà comunque tempo per emergere. RIMANDATO.    
BJARNASON 6 – L’unico che prova qualcosa. Tenta di dare una scossa ai suoi e di dare qualche idea, ma predica nel deserto. FRUSTRATO.
BOCCHETTI 5 – Un terzino messo a fare l’ala sa tanto di mossa della disperazione. Completamente avulso dalla manovra. INUTILE.  
SFORZINI 5 – Impalpabile come sempre. In 9 partite si serie A, da gennaio in poi, avrà tirato in porta non più di quattro volte in tutto. La A non fa per lui. FUORI POSTO.

All. BUCCHI 5- Rischia un attacco di ulcera a forza di non vedere giocare i suoi. Non può nulla contro tanta pochezza. INERME.

Davide Luciani

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *