Redazione

Serie A Beko Playoff : Milano annienta Siena, Varese batte Venezia

Serie A Beko Playoff : Milano annienta Siena, Varese batte Venezia
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Nelle restanti gare 1 da giocare, l’EA 7 infligge alla Montepaschi una sonora sconfitta, mentre la Cimberio passa come da pronostico sulla Reyer

EA 7 ARMANI MILANO – MONTEPASCHI SIENA 103-79  (1-0)     grande prestazione dell’Olimpia, che aggredisce i playoff con determinazione feroce anche senza il leader Keith Langford. Non poteva esserci modo migliore per iniziare la post-season, difende forte e comanda le operazioni dall’inizio alla fine. Parte forte l’EA7 con la tripla del nano Green (6), che con Bourousis (14) e Gentile (16) porta Milano sul 16-6. Daniel Hackett (9) risponde con cinque punti consecutivi, poi arriva la tripla di Dionte Christmas (30) e allo scadere il jumper di Kangur (2) che riducono il divario (25-22 Olimpia). L’Olimpia risponde subito con il tiro di Bremer (13), l’atletismo di Mensah-Bonsu (13) e la classe di Gentile volando in doppia cifra. Hairston (20) segna ancora in contropiede ma Bobby Brown (13) in penetrazione completa un gioco da tre punti che fissa il punteggio sull’ 48-40 Milano all’intervallo.

Malik Hairston, EA7

Malik Hairston, EA7

Nel secondo tempo si parte con una schiacciata di Eze (7) ma anche un gioco da quattro punti di Gentile, che con Fotsis e ancora Hairston sigla il +16, 62-46. Nonostante i quattro falli di Gentile e i tre di Green (entrambi relegati in panchina) l’EA7 riprende subito in mano la partita sull’asse Hairston-Bourousis. A tre minuti dalla fine è 68-51, ancora Hairston permette a Milano di dilagare Il quarto periodo comincia con un paio di schiacciate di Mensah-Bonsu, Siena è alle corde e chiede time-out ma la partita è ormai persa, nonostante la sfuriata strepitosa di tiri da tre di Christmas nel finale.

MVP : Malik Hairston

CIMBERIO VARESE- REYER VENEZIA 92-74 (1-0)     l’Umana resiste solo un tempo a Masnago, Varese riesce quindi a sfatare il tabù Venezia, unica squadra contro cui non ha mai vinto quest’anno. Protagonista nelle file biancorosse un Mike Green da 25 punti, 6 rimbalzi, 7 assist per un clamoroso 38 di valutazione. Il regista americano vince a mani basse il confronto con il connazionale Clark (13), tenuto a soli 3 punti per tutto il primo tempo. Gli uomini di Vitucci partono di slancio trascinati da un PalaWhirlpool ai massimi livelli di tifo. I veneziani faticano, ma riescono comunque a rimanere in partita. Mazzon decide di puntare sul gioco interno trovando punti e sostanza dai propri lunghi. Diawara (12), Szewczyk (14) e Marconato (8) fanno male alla difesa biancorossa. Varese, però, non perde mai la concentrazione trovando sempre nuovi protagonisti come Rush (5) sul finire del primo tempo o Sakota (6) con 2 triple micidiali ad inizio ripresa. Proprio nel terzo quarto i padroni di casa piazzano il break decisivo arrivando sul +14. Negli ultimi 10 minuti la Cimberio controlla il ritmo, tenendo sempre a distanza l’Umana. Diawara, dopo una lunga sosta in panchina a causa dei 4 falli, ritorna in campo, ma non riesce ad essere più incisivo. Gli esterni amaranto non entrano in partita e allora Varese ne approffitta per dilatare il proprio vantaggio e portarsi a casa la prima vittoria di questa lunga serie, che vedrà il suo secondo atto sempre in Lombardia domenica.

Mike Green, playmaker della  Cimberio

Mike Green, playmaker della Cimberio

MVP : Mike Green

Francesco Garibaldi

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *