Daniele Cerato
No Comments

Serie A: in arrivo le giornate dei “Biscotti”? Lo speciale su quote e scommesse

Riecco sul finire di stagione, partite dove, secondo i bookmakers, il pareggio appare scritto.

Serie A: in arrivo le giornate dei “Biscotti”? Lo speciale su quote e scommesse
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

È arrivato Maggio: il mese dei fiori, il mese dell’amore, e anche, calcisticamente parlando, il mese dei biscotti.

Ma, per chi non lo sapesse, cosa si intende, quando nel mondo del pallone si parla di “biscotto”??
Semplice: è una partita dove le due squadre hanno una reciproca convenienza ad ottenere uno stesso risultato, che pertanto, mediante un tacito accordo, viene raggiunto.
Nei campionati, spesso si traduce in un pareggio, mentre nelle competizioni dove si affronta un girone (Mondiali, Europei, coppe) ed entrano in gioco subito dinamiche quali differenza reti o migliore attacco, si realizza anche in vittorie/sconfitte che non rispecchiano i valori delle squadre in campo.
Certo, anche in tali competizioni non sono mancati nel corso degli anni alcuni pareggi..variopinti, meritevoli di essere inseriti nella speciale categoria.

DOLCE..SCANDINAVO

biscotto

Anzi, il padre di tutti i biscotti fu proprio di quest’ultima specie: un 2-2 tra Svezia e Danimarca, che nei campionati europei del 2004 permise alle due compagini scandinave di eliminare l’Italia del Trap, accedendo ai quarti di finale.
Rammentiamo: l’unico risultato che consentiva ad entrambe le squadre di passare il turno, non era un banale pareggio, ma (per la questione dei gol fatti) un pareggio con più di un gol per parte.

PAREGGI PRONOSTICABILI

Venendo al campionato, l’allarme scatta quando, quote dei bookmakers alla mano, tra i tre segni possibili in schedina, l’X risulta essere quello più probabile, ovvero quello avente la quota minore.
Non accade pressoché mai infatti, in una partita “normale”, che entrambe le vittorie dei due team siano più improbabili del pareggio.
Il Trentaseiesimo turno di Serie A, propone una partita ad alto rischio “biscottaggio”: Torino – Genoa (1 (2,75), X(1,60), 2(4,75)) (quote SNAI).
Ragione per la quale le due squadre dovrebbero pareggiare?
Prendersi un punticino sicuro invece che rischiare di rimanere a “bocca asciutta”.
La posta in gioco è la salvezza, e la previsione che i quotisti fanno, è proprio quella che Torino e Genoa possano incarnare come primo ed unico comandamento: “L’ importante è non perdere”, il che farebbe evolvere il risultato della partita verso l’X.
Non sappiamo se succederà quanto appena paventato, ma ci si può tranquillamente chiedere, se ne varrebbe la pena.
Il Palermo infatti, che occupa la terzultima posizione, vincendo contro l’Udinese (evento possibile) si porterebbe, ipotizzando un pareggio a Torino, a -1 dai rossoblù e a -2 dai granata.
Ed allora con 180 minuti da giocare basterebbe un solo passo falso al Toro ed al Grifone per pentirsi di non aver provato a cercare i tre punti, accontentandosi invece di uno solo.

Daniele Cerato

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *