Redazione
No Comments

Le pagelle di Parma-Atalanta 2-0: bene Parolo e Biabiany, male Cigarini

Le pagelle della gara del Tardini. Parma ordinato e Atalanta allo sbando

Le pagelle di Parma-Atalanta 2-0: bene Parolo e Biabiany, male Cigarini
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Parma che ritorna alla vittoria dopo cinque giornate, conquista matematicamente la salvezza battendo un’Atalanta con poche idee e con poca grinta. Partita equilibrata fino al gran gol di Parolo al 44′ del primo tempo poi gli emiliani fanno la partita e conquistano meritatamente i tre punti.

PARMA

MIRANTE 6 – Chiamato poche volte in causa, si fa trovare pronto a fine primo tempo con una gran parata su girata di testa di Denis.

BENALOUANE 6,5 – Altra prestazione positiva in questo girone di ritorno, un pò nervoso in alcune situazioni ma argina bene Bonaventura.

PALETTA 7 – Tra i migliori dei suoi, con due grandi interventi su Denis e De Luca conferma di essere una garanzia per il reparto difensivo della squadra.

LUCARELLI 6 – Prestazione sufficiente la sua, lavora molto d’esperienza e forma un’ottima coppia col compagno di reparto Paletta.

GOBBI 6 – Un primo tempo opaco e con molti errori, si riscatta nella ripresa con le tante sovrapposizioni e la grinta nei contrasti.

PAROLO 7 – Ottima prestazione del centrocampista classe ’85, una minaccia costante nella metà campo avversaria che lo porta a segnare il terzo gol stagionale con un bell’inserimento da dietro.

MARCHIONNI 6,5 – Regge il centrocampo con grande maestria, non perde un pallone e ne recupera tanti.

AMPUERO 6,5 – Gioca bene la sua seconda da titolare, si propone tanto in attacco e non perde di vista le marcature, dà il suo meglio quando si allarga sulla fascia.

BIABIANY 7 – Sfrutta bene la sua qualità principale che è la corsa, con le sue accelerazioni manda spesso nel panico la difesa bergamasca. Realizza la rete del 2-0 che chiude la partita.

AMAURI 6 – Poco pericoloso in area di rigore, ma lavora tanto per la squadra. Consigli gli nega il gol con un grande intervento.

BELFODIL 6,5 – Svaria su tutto il fronte d’attacco, da una sua giocata nasce il gol di Parolo. In crescita.

ALL. DONADONI 6,5 – Squadra ben messa in campo con una solida fase difensiva, serviva una vittoria ed è stata ottenuta, insieme con la matematica salvezza.

ATALANTA

CONSIGLI 6 – Incolpevole sui due gol del Parma, fa un grande intervento su Amauri negandogli il gol. Il resto, ordinaria amministrazione.

FERRI 5,5 – Belfodil è una spina nel fianco, riesce a contenerlo poco anche perchè poco aiutato dai compagni di squadra.

STENDARDO 6,5 – Il migliore dei suoi e colonna portante della difesa atalantina, bravo ad arginare Amauri.

CONTINI 5,5 – Subentrato a Lucchini al26′ del primo tempo, soffre tanto la mobilità dell’attacco ducale .

BRIVIO 5 – Attento nella prima frazione di gioco, dopodichè va nel pallone per le continue sgroppate di Biabiany.

RAIMONDI 5,5 – Svolge il compitino sulla corsia di destra ma non crea mai la superiorità numerica, forse anche a causa della sua natura da difensore.

CIGARINI 5 – Prestazione da dimenticare quella del regista di Colantuono, sbaglia tanto ed è troppo lento nell’impostazione.

CARMONA 6 – L’unico tra i suoi che cerca  di contrastare i ducali, non supportato degnamente dal resto della squadra.

BIONDINI 5 – Spesso sovrastato dai centrocampisti avversari, non gioca ai suoi livelli e il centrocampo ne risente molto.

BONAVENTURA 6 – Voglioso di dare un senso a questa partita, sempre in cerca dell’azione decisiva ma i compagni non gli danno una mano.

MAXI MORALEZ 5 – Che ne è stato del folletto sfuggente ammirato una stagione fa? Prestazione anonima ( come del resto tutto il campionato).

DENIS 5,5 – Buon primo tempo, in cui si muove tanto ma non trova mai lo spiraglio giusto. Cala nel secondo tempo come tutta la squadra.

ALL. COLANTUONO 5,5 – Il duo Denis-Moralez non da i risultati sperati. Nonostante la classifica sia abbastanza rassicurante, di sicuro oggi si poteva fare di più evitando di essere in balia del Parma per tutta la ripresa.

Roberto Santacroce 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *