Walter Molino
No Comments

Le pagelle di Borussia Dortmund-Bayern Monaco

Nella prova generale della Finale di Champions League che si giocherà a Wembley il 25 Maggio, Borussia Dortmund e Bayern Monaco pareggiano per 1-1 nella terzultima giornata di Bundesliga.

Le pagelle di Borussia Dortmund-Bayern Monaco
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Partita praticamente inutile per la classifica, in quanto entrambe le squadre sono ormai certe delle loro posizioni. Era interessante vedere come, nonostante le molte assenze come quella di Ribery, Robben, Gotze, Hummel, Schweinsteiger e tanti altri, le squadre si fronteggiassero. Clima non proprio di amichevole con molti face-to-face che fanno salire la tensione per la finale. A Grosskreutz che segna nel primo tempo, risponde, nella stessa frazione di gioco Mario Gomez. Nel secondo tempo Lewandoski sbaglia un rigore.

+ DALLA REDAZIONE Il servizio completo su Borussia Dortmund-Bayern Monaco di G.Nolè

BORUSSIA DORTMUND

WEIDENFELLER 6 – Non gli arrivano tantissimi tiri nello specchio. L’unica parata degna di nota che si ricorda del portiere giallonero è sul tiro di Gomez. L’estremo difensore tedesco riesce a deviare la palla molto fortunosamente in calcio d’angolo. Probabilmente in finale a Wembley con Robben e Ribery avrà molti più grattacapi.

GROßKREUTZ 5.5 – Prima sorpresa della partita è il suo impiego come terzino destro. E’ lui stesso ad aprire le marcature con un bell’inserimento dalla destra in seguito ad un cross di Kuba Blaszczykowski. Però si vede che quella non è la sua posizione ideale, spesso si perde in particolare quando deve impostare il gioco dalla retroguardia con passaggi orizzontali.

SUBOTIĆ 7- – Non parte benissimo, ma pian piano ingrana e migliora. Anche lui è favorito dalle assenze avversarie ma tiene bene la sua posizione tranne qualche sbavatura. Riesce anche in qualche discesa oltre la metà campo, o in pressioni avanzate.

FELIPE SANTANA 5.5 – La classe di certo non è il suo forte. Riesce a mettere qualche pezza qua e là molto spesso disordinatamente, non gestendo tutti i palloni con la calma di un grande difensore centrale.

SCHMELZER 6.5 – Solita bella prova del terzino sinistro del BVB. Tantissimi i palloni che recupera e anche qualche sortita offensiva interessante. Di certo questa sera non aveva un gran partner di fascia, leggasi il giudizio di Schieber.

ŞAHIN 6.5 – All’inizio un po’ in ombra, poi esce anche lui con lo scorrere dei minuti. Qualche deliziosa palla scodellata per gli attaccanti e addirittura qualche interdizione che forse non gli competerebbe del tutto.

KEHL 5 – Insufficiente la sua prova nella prova generale della Finale di Champions League. Troppi palloni persi, e non si vede dai suoi piedi la grinta che servirà poi a fine Maggio, quando molto probabilmente non sarà negli undici iniziali.

BŁASZCZYOWSKI 6+ – Grande tecnica per Kuba, che combatte e corre fino alla fine quando viene sostituito. Piccolo diverbio con Rafinha, che gli rifila una gomitata in corsa, ma è bravo poi a non reagire sulle eccessive provocazioni del Brasiliano.

GÜNDOĞAN SV – Solo 13 minuti per il tedesco di origine turca che prende una botta in occasione di un possibile fallo di rigore commesso ai suoi danni e viene messo fuori da Klopp per precauzione.

LEITNER 5 – Deludente anche la prova del tedesco di origini austriache. Sostituisce Gundogan dopo circa un quarto d’ora ma sulla trequarti davvero non crea nessun pericolo facendo stare molto tranquilla la retroguardia bavarese.

SCHIEBER 4 – Il peggiore in campo. Il voto potrebbe sembrare ingeneroso in quanto non è il suo ruolo. Il classe 89 è una prima punta, ma Klopp stasera lo ha schierato esterno sulla trequarti. E’ difficile ricordare una sua giocata positiva stasera. Quasi tutti i palloni da lui gestiti sono stati persi; tutte le occasioni capitate sui suoi piedi vanificate. Citiamo il commento di Marianella per terminare il giudizio: “Potrebbe essere decisivo nella finale di Wembley, qualora non entrasse”. Tutto fumo e niente arrosto.

REUS 6+ – Pochi minuti per lui, ma entra in maniera vivace in gara mettendo sui piedi di Schieber la palla della vittoria, ma il giovane attaccante spreca.

BENDER SV

LEWANDOSKI 6.5 – Le incessanti voci di mercato su di lui che riempiono i giornali di tutti i paesi europei in questi giorni, non lo inibiscono anzi, lo caricano. Palla al piede fa vedere grandi dribbling, non proprio del suo repertorio, perché di solito ci pensano i suoi compagni. Unico neo della sua partita il rigore sbagliato, ma da evidenziare la grande parata di Neuer.

BAYERN MONACO

NEUER 7 – Come al solito il portierone ex Schalke risulta essere decisivo. Diversi interventi ed uscite che come al solito contribuiscono a dare sicurezza ai suoi compagni, poi la perla. L’arbitro fischia un dubbissimo rigore al Borussia Dortmund e al tentativo di finalizzazione di Lewandoski, Neuer risponde con una grande parata distendendosi sul suo lato sinistro e mettendo la palla in angolo.

CONTENTO 5.5 – Il giovane di origini napoletane non ha molte attitudini offensive, per questo si limita più che altro a tenere la sua posizione in difesa. Quando si tratta di gestire il pallone però arrivano i problemi, e spesso la palla viene spazzata inconcludentemente.

BOATENG & V.BUYTEN 6 – Partita tutto sommato simile dei due difensori centrali. Bravi sulle palle alte, ma quando gli attaccanti del Borussia vanno in campo aperto faticano a contenerli. In particolare sul finale Reus scende con una prateria davanti e Van Buyten si fa saltare molto facilmente. La mancanza di Dante si è fatta sentire giusto un po’.

RAFINHA 6.5 – La prestazione dell’ex Genoa è molto positiva. Nel primo tempo è uno di quelli che danno più fastidio sulla destra, in particolare l’intesa con Shaqiri risulta essere molto produttiva. Sul finale perde la testa ricevendo due gialli in tre minuti e si fa espellere. Sempre un peccato macchiare così delle belle prestazioni.

L.GUSTAVO 5.5 – Si vede molto poco nella manovra generale, anche in fase difensiva il suo apporto è poco meno che sufficiente.

TYMOŠČUK 6 – Molti dei palloni che arrivano sulla mediana biancorossa sono intercettati dall’Ucraino. Anche lui non ha grandissime doti tecniche, ma quando avanza ha sempre il coraggio di provare la conclusione, salvo poi spedire il pallone in tribuna.

SHAQIRI 6+ – Lo svizzero ex Basilea, si dimostra giocatore molto mobile in grado di creare la differenza. Dovrebbe essere più sicuro su qualche dribbling, riuscendo a creare la superiorità numerica.

C.PIZARRO 6 – Sebbene l’età avanzata e il suo non impiego da titolare, quando gioca fa sempre vedere questo è il mestiere giusto per lui. Tecnica importante e gestione decisa del pallone. Gioca come trequartista dietro a Gómez, ma il suo ruolo ideale sarebbe quello più vicino alla porta. Sicuramente l’anno prossimo chi vorrà scommettere su di lui, per il suo ultimo anno di carriera, farà un affare.

ALABA 5 – Viene schierato in posizione più offensiva, e viste le sue attitudini all’attacco sembrava essere una bella idea. In effetti però il suo gioco risulta fumoso e mai pericoloso. Solo qualche cross che non punge neanche troppo.

GÓMEZ 7 – SuperMario. Difficile aggiungere altro. Il goal è una perla. Di certo non è stato marcato in maniera asfissiante, però collocare il pallone di testa sul secondo palo in quel modo è sempre uno spettacolo. Poi in generale gli scambi ed i triangoli con i compagni sono sempre deliziosi.

Walter Molino

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *