Giovanni Nole
No Comments

Borussia-Bayern Monaco 1-1: conto diviso per l’antipasto di Wembley

In attesa della finale di Champions League, il big match di Bundes si chiude con un pareggio: a segno Grosskreutz e Gomez, con tante seconde linee in campo.

Borussia-Bayern Monaco 1-1: conto diviso per l’antipasto di Wembley
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Nonostante il campionato abbia ormai poca possibilità di attrarre, visto che molte squadre han già tagliato il traguardo, per il match del giorno si può fare anche un’eccezione. E’ lo scontro tra la prima e la seconda, è il match più interessante che il panorama calcistico europeo possa offrirci (anche più del clasico), ma soprattutto è un gustoso antipasto in vista dello scontro finale di Wembley tra tre settimane precise, scontro dal quale uscirà il vincitore della Champions League 2012/13: al Signal Iduna Park di Dortmund va in scena lo spettacolare match tra i padroni di casa del Borussia e i neo vincitori della Bundes, il Bayern Monaco di Jupp Heynckes. In Europa hanno mostrato il miglior gioco possibile, distruggendo chiunque capitasse sulla loro strada verso Londra e persino spezzando l’egemonia del calcio spagnolo, guidata dal Real Madrid e dal Barça; in Germania, han lasciato il vuoto dietro di loro per manifesta superiorità; è lo scontro tra chi viene da due anni di grandi successi in Germania contro ogni pronostico, il team del sempre più sorprendente Jurgen Klopp, e chi quest’anno prenderà il loro testimone, quando a breve alzerà in cielo il Meinsterschale. Insomma, Borussia Dortmund – Bayern Monaco è, per quanto riguarda quest’anno, lo spettacolo più affascinante, equilibrato ed avvincente che lo sport più bello del mondo possa donarci. E nonostante le numerose assenze, con entrambi i mister dediti in queste ultime giornate di campionato al turn over in vista del grande impegno del 25 Maggio, rimane una sfida accattivante e di altissimo livello, tra chi si è conteso il dominio sulla Germania – e ora, anche dell’Europa – negli ultimi anni. E’ il 100esimo scontro diretto tra le due tedesche: mai ricorrenza poteva essere più adatta nell’anno in cui il calcio tedesco sposta il proprio circo in Inghilterra, di fronte al mondo. Il bilancio è a favore del Bayern: per i bavaresi 45 vittorie, mentre 29 sono stati i pareggi e 25 le vittorie per i giallo neri. Quest’anno, però, di fronte al Bayern non ce n’è stato per nessuno: persino il Dortmund si è dovuto inchinare all’egemonia del calcio di Heynckes in quest’annata calcistica, venendo sconfitto per due volte (2-1 nella Supercoppa Tedesca e 1-0 nei quarti della DFB Pokal, la coppa di lega tedesca); solo l’anno prima, però, è stato il Borussia a prevalere sul Bayern: basti ricordare il clamoroso 5-2 grazie al quale i giallo neri portarono a casa proprio la DFB Pokal.

Come detto, sarà una partita bellissima, nonostante, da una parte e dall’altra, riposeranno molti titolari. Per i padroni di casa, per esempio, fuori dal primo undici, oltre a Goetze infortunato, anche Pizsczek, Hummels, Bender e Reus: dunque, oltre al solito Weidenfeller in porta, in difesa c’è Grosskreutz a giocare da terzino destro, mentre ad affiancare come centrale di difesa Subotic c’è Santana; a sinistra, Schmelzer. Sulla mediana giocano Sahin e capitan Kehl, mentre dietro all’unica punta Lewandowski si dispone la trequarti con Schieber, Gundogan e Kuba. Anche nel Bayern fuori molti pezzi grossi: finiscono in tribuna, infatti, Robben, Ribery, Schweinsteiger, Muller e Mandzukic. Quindi, in difesa, di fronte alla porta difesa da Neuer, si schierano Rafinha, Boateng, van Buyten e Contento; in mediana tornano titolari Luiz Gustavo e Tymoshchuck, mentre l’attacco è composto dall’unica punta Gomez e dalla trequarti formata da Shaqiri, Pizarro e Alaba.

Borussia-Bayern Monaco 1-1: conto diviso per l'antipasto di Wembley

PRIMO TEMPO: BOTTA E RISPOSTA – La prima occasione da gol arriva per il Bayern Monaco dopo soli sette minuti, quando Shaqiri raccoglie un pallone in profondità, entra dentro l’area e prova il tiro: sulla traiettoria c’è Subotic che blocca tutto. Ma appena il Dortmund accellera, trova il gol del vantaggio: devastante Blaszczykowski sulla sinistra, salta Rafinha e crossa dal fondo; sul pallone vi ci si precipita Grosskreutz, che colpisce benissimo al volo coordinandosi alla grande e battendo un Neuer abbastanza colpevole. I giallo neri però non si fermano, e provano ad approfittare di un Bayern un attimo scosso: solo il minuto più tardi, grande azione a liberare Gundogan in area, ma il centrocampista tedesco di origini turche viene steso da Contento; l’arbitro, però, lascia correre, per le perplessità dei padroni di casa. Da quest’azione non ne esce benissimo proprio Gundogan, che zoppica in campo: ragionevolmente Klopp non lo vuole rischiare, e lo sostituisce poco dopo con Leitner. Partita che ora sale di ritmo, col Borussia che sembra in controllo, approfittando del momento di difficoltà dei terzini Rafinha e Contento per dominare sulle fasce. Ma proprio nel momento migliore dei giallo neri, arriva il pareggio del Bayern: cross proprio del terzino ex-Genoa dalla destra, pallone che arriva sulla testa di un Gomez lasciato solissimo da Subotic e liberissimo di colpire: il panzer tedesco non sbaglia, e sigla il gol dell’1-1, spiazzando Weidenfeller. Ora è il Bayern a dominare in campo, prendendo possesso del centrocampo e creando occasioni da gol sul finale di primo tempo: al 43esimo è clamorosa l’opportunità per il raddoppio per Gomez, che, con un cross di un fin’ora ottimo Alaba dalla sinistra, approfitta dello sbandamento generale della difesa del Dortmund e si infila indisturbato dentro l’area, pronto al tap-in vincente: ottimo in uscita Weidenfeller, che salva il suo team. Si chiude dunque sull’1-1 il primo tempo: partita già molto intensa, con le due squadre che si son divise il controllo sui primi 45 minuti di gara.

+ DALLA REDAZIONE Le pagelle di Borussia Dortmund-Bayern Monaco di Walter Molino

SECONDO TEMPO: CHE OCCASIONE ROBERT! – In avvio di secondo tempo, altro episodio arbitrale dubbio, stavolta per il Bayern Monaco: Pizarro controlla un gran pallone all’interno dell’area su assist di Subotic, per poi venir sgambettato da Subotic; l’arbitro, forse per par condicio, lascia correre anche questa volta, nonostante il rigore potesse starci. Ma al 57esimo, l’arbitro decide di dare un tocco di fantasy alla partita: su tiro dalla distanza di Sahin, Boateng tocca il pallone con la mano mentre era intento a proteggersi il viso, e stavolta Gagelmann non ha dubbi, assegnando il rigore. Alla battuta va Lewandowski: Neuer, però, intuisce la conclusione del polacco, buttandosi sulla propria sinistra e mandando il pallone in angolo, salvando il risultato. Sul successivo corner, brividi per la difesa del Bayern: su cross di Sahin, stacca alla grande Subotic, ma il pallone finisce di pochissimo fuori. La partita è diventata intensissima ed estremamente agonistica, cosa che i giocatori non riescono a nascondere. Per informazioni, chiedere a Rafinha: il terzino brasiliano, al 64esimo, fa la stupidata di colpire con una gomitata al volto Kuba, che poco prima lo aveva provocato spingendolo: giallo per entrambi (nonostante almeno il terzino del Bayern meritasse il rosso diretto), con Rafinha che, già ammonito, deve andare sotto la doccia; proteste da parte della panchina degli ospiti, che porta anche ad un faccia a faccia tra Sammer, vice di Heynckes, e Jurgen Klopp, conclusosi poi con una diplomatica stretta di mano. Tra il 67esimo e il 75esimo girandola di cambi, con il Dortmund che, con l’uomo in più, vuole credere nella vittoria (inserendo Reus per Kehl) e col Bayern che cerca di coprirsi, inserendo Emre Can e Muller al posto di Gomez e Pizarro, le due prime punte. Nel frattempo, altri momenti di tensione in campo, con i vari faccia a faccia prima tra Lewandowski e Boateng, poi tra Muller e Subotic: se per un match relativamente inutile la rivalità è così alta, non osiamo immaginare cosa succederà a Wembley.. nel frattempo, il Dortmund opera anche l’ultimo cambio, con Bender che subentra a Kuba. Poco succede nel finale: da segnalare solo una buona occasione per Schieber, disastroso per tutta la partita a dirla tutta, che sbaglia un controllo su assist delizioso di Reus che altrimenti lo avrebbe messo in condizione di calciare solo di fronte a Neuer. Dunque, si chiude qui al Signal Iduna Park di Dortmund: termina 1-1 l’antipasto della finale di Champions League tra Borussia e Bayern. Partita molto accesa, specialmente nel primo tempo, dove si son segnati entrambi i gol, dunque prima il vantaggio di Grosskreutz e poi il pareggio di Mario Gomez. Nel secondo tempo più scaramucce che occasioni da rete, ma il Dortmund può recriminare per il rigore fallito da Lewandowski. Dunque, stesso punteggio dell’andata per il big match di Bundes; ora, tutti in attesa del replay, quello che, tra tre settimane, assegnerà la coppa dalle grandi orecchie.

Giovanni Nolè

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *