Filippo Di Cristina
No Comments

Trento-Piacenza:Il Kaiser Kazyiski guida i suoi, Palatrento da soldout

Birarelli e Zlatanov incitano le proprie squadre, concentrazione e grinta la ricetta da seguire

Trento-Piacenza:Il Kaiser Kazyiski guida i suoi, Palatrento da soldout
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Trento-Piacenza: Birarelli e Zlatanov incitano le proprie squadre, concentrazione e grinta la ricetta da seguire nella gara 3 delle finali scudettoTRENTO, 1 MAGGIO –  E’ una novità che sicuramente ha sconvolto gli amanti della pallavolo quella dell’assegnazione dello scudetto al meglio dei 5 incontri. Niente V-Day al Palalottomatica quindi ma una serie di gare per decretare chi tra le due finaliste sarà campione d’italia. Le protagoniste sono Itas Diatec Trento e Copra Elior Piacenza che nelle due gare precedenti hanno diviso il bottino vincendone una per parte davanti al proprio pubblico di casa.

PALATRENTO TUTTO ESAURITO – A Trento lo si sa, il volley è una realtà viva e vera fatta di sani valori e di puro agonismo. Il popolo gialloblu è da sempre al seguito della squadra campione di tutto, pronti con un boato ad incitare i propri idoli. D’altronde Soytchev confida anche in questo, oltre al suo già brevettato sestetto iniziale che anche domani scenderà in campo con i soliti effettivi. In cabina di regia ci sarà il palleggiatore Raphael che cercherà di servire al meglio l’opposto Stork, le due ali Juantorena e Kazyiski e i centrali Birarelli e Djuric; il libero sarà come al solito Bari. Ai microfoni dei giornalisti è Emanuele Birarelli a dire la sua affermando che per arrivare al titolo bisogna imparare dagli errori commessi in gara 2 (Quella appunto persa da Trento)

QUI PIACENZA – E’ Hristo Zlatanov a suonare la carica ai suoi compagni di squadra per la partita contro i più titolati avversari. Il pubblico del PalaBanca è stato fondamentale nel pareggiare i conti Domenica ma il capitano Piacentino frena l’entusiasmo e richiede concentrazione dichiarando:” La cosa più importante per l’intera Copra Elior è rimanere concentrati ed essere consapevoli che possiamo giocarci questa finale alla pari”. Prosegue poi:” Non possiamo negare che Trento sia favorita nella corsa allo scudetto, questo grazie alle macchine da guerra delle quali è composta la squadra”. La consapevolezza di potersela giocare è dunque presente negli animi dei giocatori di Piacenza i quali faranno di tutto per cucirsi lo scudetto sulla maglia.

FILIPPO DI CRISTINA

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *