Redazione
No Comments

Francesco Bardi, il Novara per conquistare l’Inter. La copertina della serie B

Francesco Bardi, il Novara per conquistare l’Inter. La copertina della serie B
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

BardiNOVARA, 30 APRILE – Francesco Bardi vola insieme al Novara. Il giovane portiere di origini toscane è sempre più protagonista nella formazione piemontese che sta lottando per ottenere un posto nei playoff. Il ritorno all’Inter e la divisa della nazionale italiana, che indosserà nella prossima fase finale del campionato europeo Under 21, sono gli obiettivi futuri di uno degli estremi difensori più interessanti che il campionato cadetto ha messo in mostra in questa stagione.

LA CARRIERA – Bardi nasce a Livorno nel Gennaio del 1992 e cresce nel settore giovanile del sodalizio della sua città che lo acquista a soli 11 anni dalla società locale del Sorgenti Labrone. Le doti del giovane estremo difensore non tardano ad esprimersi in tutta la sua evidenza tanto che gli consentono di debuttare giovanissimo in prima squadra, e di conseguenza in serie A, il 16 Maggio del 2010 quando il Livorno viene sconfitto per 4-1 a Parma nell’ultima giornata di campionato. Nella stagione 2010/2011 i labronici partecipano al campionato cadetto e Bardi rimane, pur senza scendere in campo, nella rosa della prima squadra che lascia nel Gennaio del 2011 per passare in comproprietà all’Inter. I nerazzurri lo inseriscono nella formazione Primavera con la quale si impone nel Torneo di Viareggio meritandosi anche il premio come miglior portiere della manifestazione. L’Inter decide di fargli fare esperienza e nell’estate del 2011 ritorna nella sua Livorno per disputare da titolare il campionato di serie B, vetrina prestigiosa per un ragazzo di soli 19 anni. L’annata è decisamente positiva e consente all’estremo difensore di giocare con continuità totalizzando 34 incontri di campionato nei quali subisce 38 reti. Il rendimento del portiere soddisfa i dirigenti dell’Inter che nel Giugno del 2012 rilevano anche la seconda metà del cartellino sacrificando Luca Siligardi che diventa interamente un giocatore del Livorno. Ancora pochi giorni e Bardi passa al Novara che lo acquista a titolo temporaneo affidandogli senza indugi la titolarità della difesa della propria porta. Il rendimento del portiere di scuola livornese è sempre eccellente ma tocca il suo apice nell’ultima giornata di campionato quando, sul campo del Padova, si rende protagonista di una prestazione di altissimo livello riuscendo anche a parare due tiri dal dischetto dei giocatori veneti. Prima una prodezza sul rigore di Iori e poi un tuffo sulla sua destra a respingere il tiro dal dischetto di Cutolo non sono stati sufficienti a garantire il successo pieno alla sua formazione ma hanno consentito una volta di più a Bardi di mettersi in evidenza e di proporsi come uno dei portieri più talentuosi che l’Italia potrà vantare nel futuro più immediato.

LE CARATTERISTICHE TECNICHE E LA NAZIONALE – Bardi è un portiere dotato di un ottimo fisico, essendo alto 1,87 metri, e questo ovviamente è adatto ad un interpretazione moderna del ruolo. Decisamente a suo agio tra i pali, dove risulta difficilmente superabile, deve ancora crescere nelle uscite anche se in questo caso l’età depone certamente a suo favore. Se la cava discretamente con i piedi tanto che spesso e volentieri i compagni del reparto arretrato si affidano ai suoi rinvii nelle situazioni più complicate. L’estremo difensore toscano in carriera ha indossato le maglie di tutte le nazionali giovanili, a partire dall’Under 17 per arrivare all’Under 21 con la quale parteciperà alla fase finale del campionato europeo che si svolgerà a Giugno in Israele. Con la rappresentativa Under 21 ha esordito il 24 Marzo del 2011 con Ciro Ferrara come commissario tecnico e vanta fino a questo momento 13 presenze con solamente 9 reti al passivo. Legato all’Inter da un contratto pluriennale è praticamente scontato un ritorno in nerazzurro al termine del campionato ma è molto probabile che verrà nuovamente ceduto, magari nella massima serie, per consentirgli di crescere ulteriormente continuando a giocare con continuità. Le ultime indiscrezioni parlano di un interesse della Sampdoria, che lo acquisterebbe nell’ambito dell’affare che porterà Mauro Icardi a Milano, ma i blucerchiati non sono l’unico club interessato a Bardi che ha suscitato le attenzioni di parecchie società della massima serie. Quel che è certo è che in futuro sentiremo sempre più parlare dell’ex portiere del Livorno che propone anche la sua candidatura come estremo difensore della nazionale maggiore nei prossimi anni.

Mauro Leone

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *