Matteo De Angelis
No Comments

Speciale Calciomercato Udinese: Muriel all’Atletico Madrid. E spunta un clamoroso ritorno

Tutti pazzi per Muriel, possibile un ritorno di Isla dalla Juventus

Speciale Calciomercato Udinese: Muriel all’Atletico Madrid. E spunta un clamoroso ritorno
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Muriel_Udinese

Guidolin e Muriel

UDINE, 29 APRILE – Mancano solo quattro partite al termine del campionato, ma già in casa Udinese si comincia a pensare al futuro.  La stagione attuale non è stata a livello delle ultime due annate, ma i bianconeri hanno ancora la possibilità di centrare un posto in Europa League. Vediamo nel dettaglio quali sono i possibili scenari di mercato della squadra friulana per il prossimo campionato.

TESORETTO CHIAMATO MURIEL – Inutile girarci attorno. E’ il colombiano Luis Muriel il vero gioiellino della compagine allenata da Francesco Guidolin. L’attaccante classe ’91, valutato intorno ai dieci milioni, è richiesto da molte squadre in tutta Europa. Negli ultimi giorni in particolar modo si vocifera di una maxi proposta da parte dell’Atletico Madrid: il club spagnolo, infatti, avrebbe offerto all’Udinese 28 milioni di euro per aggiudicarsi le prestazioni del calciatore. E se da una parte l’agente del colombiano, Wennin, ha confermato di aver già avuto contatti con alcune squadre, dall’altra parte il presidente dei bianconeri Franco Soldati ha voluto subito mettere le cose in chiaro:  “Muriel può ancora crescere e l’anno prossimo sarà quello della consacrazione”. Le intenzioni del club sono chiare: trattenere Muriel a Udine per un’altra stagione, sperare che il giocatore faccia una grande annata e poi fare cassa. Il colombiano quest’anno ha già realizzato 8 reti in campionato e su di lui sono piombati anche le prime tre della classe in Italia: Juventus, Napoli e Milan. Difficile però che l’Udinese decida di cedere il suo gioiello a una delle dirette avversarie in campionato. Molto dipenderà anche dalle intenzioni dello stesso giocatore: anche lui infatti dovrà decidere se provare fin dalla prossima stagione l’avventura in un altro club o se restare per un altro anno a Udine per spiccare il definitivo salto di qualità.

Benatia

Benatia, difensore dell’Udinese

DIFESA RIVOLUZIONATA – Passiamo ora al reparto difensivo, anche questa stagione uno dei meno battuti dell’intera serie A. Dopo un campionato di assoluto spessore, Benatia e Danilo potrebbero lasciare il club bianconero. Il marocchino, in particolar modo, ha numerose richieste e difficilmente vestirà la casacca dell’Udinese la prossima stagione. Il giocatore ha un contratto con i friulani fino al 2017, ma il suo ingaggio è uno dei più elevati della rosa e il patron Pozzo, anche in virtù di un accordo verbale con il difensore fatto lo scorso anno, potrebbe lasciarlo partire. Benatia preferirebbe restare in Italia, dove Juventus e Napoli darebbero vita a una vera e propria asta per aggiudicarsi le prestazioni del giocatore. Dalla Russia arrivano però voci di un interessamento anche dello Zenit San Pietroburgo. Intanto, sul fronte entrate, l’Udinese ha già ufficializzato l’acquisto del terzino destro Silvan Widmer. Svizzero classe ’93, il giocatore è un punto fermo della squadra elvetica dell’Aarau. Quest’anno per lui 26 presenze, 8 gol e 5 assist in campionato: il difensore, in prestito dal Granada, è già di proprietà della famiglia Pozzo e a luglio si aggregherà all’Udinese. Stesso discorso per il 24enne Naldo, attualmente in forza al Bologna ma in prestito dal Granada. Con i rossoblù ha finora totalizzato soltanto 80 minuti di gioco in campionato, ma Guidolin si è detto impressionato dalle sue qualità e verosimilmente entrerà a far parte della rosa dei bianconeri nella prossima stagione. Arriverà in Friuli anche Daniele Mori, in comproprietà con l’Empoli, mentre più difficile la pista che porta al diciottenne Adel Gafaiti, centrale franco-algerino del Norwich.

isla

Isla ai tempi dell’Udinese

LE ALTRE TRATTATIVE – Occhio anche alla serie “a volte ritornano”: Mauricio Isla, ceduto la scorsa estate in compartecipazione alla Juventus per poco più di 9 milioni, potrebbe lasciare Torino per tornare tra le braccia di Guidolin. Il cileno, dopo un arrivo in pompa magna, è silenziosamente scivolato dietro Licthsteiner e Padoin nelle gerarchie di Antonio Conte. Per il riscatto del giocatore c’è un accordo “morale” tra Juventus e Udinese, ma non è da escludere che i campioni d’Italia gli diano il ben servito. A quel punto si aprirebbero diversi scenari: Isla potrebbe restare a Udine per provare a tornare ai livelli della scorsa stagione sotto la guida di Francesco Guidolin; i bianconeri potrebbero addirittura provare a portare a termine con la Fiorentina uno scambio per Cuadrado; oppure il calciatore, vicino all’Inter prima di approdare alla Juventus, potrebbe trasferirsi alla corte di Moratti. Asamoah invece, nonostante un finale di stagione in calando dopo le fatiche della Coppa d’Africa, verrà certamente riscattato dalla Vecchia Signora. Da definire anche gli ultimi dettagli relativi a Cristian Pasquato. Il trequartista, in comproprietà con la Juve, a meno di clamorosi ribaltoni diventerà tutto dell’Udinese. In attacco i friulani stanno anche sondando il terreno per il giovane classe ’93 Andrea Belotti, autore di nove reti quest’anno con la maglia dell’Albinoleffe. Chiudiamo con il discorso relativo a Gabriel Torje. L’attaccante rumeno, in prestito al Granada, potrebbe restare in Andalusia un’altra stagione. Tutto dipenderà dal finale di campionato della squadra spagnola nella Liga: in caso di salvezza il prestito di Torje verrebbe prolungato di un anno; in caso di retrocessione, invece, l’attaccante di Timisoara tornerà all’Udinese.

Matteo De Angelis

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *