Vincenzo Arnone
No Comments

Parma-Lazio 0-0: al Tardini vince la noia

Poche emozioni e tanti rimpianti al Tardini per Parma-Lazio. Il Parma si avvicina alla salvezza, la Lazio si allontana dall'Europa.

Parma-Lazio 0-0: al Tardini vince la noia
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Parma-Lazio 0-0: al Tardini vince la noia

Antonio Candreva, centrocampista della Lazio

PARMA, 28 APRILE – Un punto ciascuno che non serve a nessuno. Finisce a reti bianche il match del Tardini tra Parma e Lazio, in una partita avara di emozioni e palle gol vere e proprie. Solo nel finale del secondo tempo la partita si è riaccesa ma la stanchezza delle squadre e la noia hanno comunque avuto la meglio. Cambia poco la classifica del Parma mentre la situazione della Lazio peggiora. L’unica porta sull’Europa per i biancocelesti potrebbe essere la Coppa Italia.

PRIMO TEMPO – Rispetto ai pronostici della vigilia, Donadoni decide di affidarsi a Benalouane e Mesbah sulle fasce, a Lucarelli al centro della difesa e a Belfodil in attacco con Amauri e Biabiany. Petkovic lascia invece in panchina Mauri e schiera dal primo minuto Ederson. Il Parma sembra voler spingere da subito. Al terzo giro di lancette, Biabiany sfugge a Radu e riesce a pennellare un cross perfetto per la testa di Amauri ma Marchetti respinge alla grande. La Lazio si scuote e si affida soprattutto agli spunti di Candreva sulla destra che riesce a trovare qualche cross interessante che i suoi compagni di squadra però non riescono a sfruttare a pieno. Il Parma sfrutta gli spazi che si aprono in contropiede ma non riesce a creare altre palle gol. Il primo tempo si chiude senza recupero e col punteggio ancora a reti bianche.

SECONDO TEMPO – In avvio di ripresa, Parma pericoloso sempre sull’asse Biabiany-Amauri ma il colpo di testa dell’italobrasiliano, con Marchetti immobile, termina fuori. Al 57′ si fa vedere la Lazio: passaggio filtrante di Klose per Ederson, tiro potentissimo del brasiliano che termina fuori di poco. Dopo dieci minuti, primo cambio per gli ospiti, esce un buon Ederson e al suo posto entra Sergio Floccari, pronto ad affiancare Klose in avanti. Non si fanno attendere le mosse di Donadoni che inserisce Ninis e Sansone per Marchionni e Biabiany. A un quarto d’ora dalla fine, Petkovic butta nella mischia Kozak al posto di un Klose ancora lontano dalla migliore condizione e il ceco si fa vedere subito dalle parte di Mirante con un bel destro rasoterra che non sorprende il portiere ducale. Donadoni decide di coprirsi con Gobbi al posto di Mesbah. Adesso la Lazio sembra più tonica e sfiora il gol con Radu all’80’ ma il colpo di testa del rumeno, servito dal solito Candreva, termina alto. Ultimo cambio per Petkovic con Pereirinha che entra al posto proprio di Radu, alle prese con un probabile guaio muscolare. A un minuto dalla fine del tempo regolamentare, ci prova Floccari dal limite dell’area con un bel destro ma il pallone termina, ancora una volta, fuori di pochissimo. Calvarese assegna quattro minuti di recupero. Al terzo minuto di recupero, Biava interviene da dietro su Amauri beccamdosi il secondo, giustissimo, giallo e andando negli spogliatoi anzitempo. Sul calcio di punizione conseguente, il Parma trova lo spunto vincente con Paletta ma il gol dell’argentino viene annullato per fuorigioco. Poco dopo, anche Kozak va in rete ma anche in questo caso la bandierina del guardalinee si intromette e mette fine alle speranze dei biancocelesti di conquistare i 3 punti.

IL TABELLINO

PARMA 0
LAZIO 0

Parma (4-3-3): Mirante; Benalouane, Paletta, Lucarelli, Mesbah (79′ Gobbi); Marchionni (70′ Ninis), Parolo, Valdes; Biabiany (70′ Sansone), Amauri, Belfodil. All. Donadoni

Lazio (4-5-1): Marchetti; Konko, Biava, Dias, Radu (82′ Pereirinha); Candreva, Onazi, Ledesma, Hernanes, Ederson (67′ Floccari); Klose (75′ Kozak). All. Petkovic

Ammoniti: Valdes, Candreva, Biava, Marchionni, Amauri, Ninis, Parolo.
Espulsi: Biava
Arbitro: Calvarese di Teramo.

Vincenzo Arnone

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *