Andrea Croce

Liga, festa rimandata per il Barcellona che fa 2-2 a Bilbao

Liga, festa rimandata per il Barcellona che fa 2-2 a Bilbao
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Messi

Al Barcellona non basta una magia di Messi

BILBAO, 27 APRILE – Il Barcellona fa visita all’Athletic Bilbao a pochi giorni dalla sonora sconfitta con il Bayern e a pochi giorni dal ritorno, dove bisognerà almeno salvare la faccia. Il 4-0 è difficilmente recuperabile, quasi una mission impossible, ma l’unica per cui valga la pena sognare. Il Barcellona ha la Liga in cassaforte, tanto da poter festeggiare il titolo già stasera se il Real Madrid dovesse perdere il derby e i catalani uscire vittoriosi dal San Mames. La Liga però non rappresenta l’obiettivo numero 1, vuoi perchè sembra già vinta da tempo o perchè c’è ancora tempo per vincerla, sta di fatto che i blaugrana aspettano il Bayern per la partita della vita. Vilanova non fa molto tournover, a riposo solo Iniesta, Busquets e Messi, con Sanchez prima punta.

DUE MINUTI DI MESSI – Il Barcellona prova a fare la partita con un ritmo leggermente più alto di quello visto all’Allianz Arena, ma gli errori di misura da parte del centrocampo blaugrana sembrano non finire mai. Le ripartenze dell’Athletic sono fulminanti e i baschi passano con Susaeta che al 27′ spinge in rete un tiro cross di Aduriz. Il Barcellona prova una reazione più di rabbia che di testa e i padroni di casa riescono a controllare senza troppi patemi. Nella seconda parte il copione non cambia fino al 58′ quando entra Lionel Messi. E’ la svolta, l’argentino è lontano parente di quello visto mercoledì a Monaco di Baviera, e in due minuti la mini-remuntada si completa: al 67′ il n.10 del Barça prende palla sui 30 metri, in un fazzoletto riesce a saltare tre avversari e dal limite lascia partire un sinistro preciso che s’insacca alla destra di Iraizoz. L’Atlethic non ha neanche il tempo di riorganizzarsi che due minuti dopo arriva il raddoppio dei catalani con Sanchez. C’è ancora lo zampino di Messi che irrompe di testa su un cross di Alves e la sua conclusione finisce a Sanchez che in piena area non perdona. Bielsa prova a scuotere i suoi ma i baschi sembrano non avere più benzina dopo il pressing continuo della prima parte. Il cuore basco però batte fino al 90′ e trova il pari con Herrera che con un tiro al volo sporco su respinta corta della difesa blaugrana. Una doccia fredda per la squadra di Vilanova che assaporava già i 3 punti che potevano significare Liga.

E’ un pareggio che, per alcuni aspetti, rappresenta una piccolissima iniezione di fiducia in vista della Champions, perchè il Barça ha dimostrato di potersi accendere in pochi minuti, ma allo stesso tempo di non saper mantenere la concentrazione. Una remuntada, con coefficiente di difficoltà dimezzato, è già riuscita con il Milan, ma questa volta servirà la partita perfetta e un Messi formato extra…terrestre.

Andrea Croce

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *