Enrico Steidler
No Comments

Premier League, 35.ma giornata: si infiamma la lotta per la zona Champions

33 titoli in campo nel big-match fra Arsenal e Manchester United. O la va o la spacca per il Wigan contro gli Spurs

Premier League, 35.ma giornata: si infiamma la lotta per la zona Champions
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Nonostante la lotta per il titolo sia stata ufficialmente archiviata (il Manchester United è campione d’Inghilterra per la ventesima volta nella sua storia), la Premier League è ancora ricca di motivi di interesse e di partite tutte da vedere: fra queste spiccano l’emozionante (e forse decisivo per entrambe) testa-coda Wigan-Tottenham, il match da tripla fissa fra Arsenal e Devils e, dulcis in fundo, il confronto diretto del Monday night fra i Villans del bomber Christian Benteke e il redivivo Sunderland di Paolo Di Canio. Molto alta la posta in palio (ma solo per i padroni di casa) anche allo Stamford Bridge, dove si gioca Chelsea-Swansea, mentre si affrontano solo per l’onore le ormai quasi retrocesse Reading e Queens Park Rangers.

VOLATA CHAMPIONS MOZZAFIATO – Alle spalle dei dominatori incontrastati di questo torneo, solo i cugini del City sembrano essere sicuri di accedere all’Europa dei vip: il margine di vantaggio sugli inseguitori è abbastanza rassicurante e domani contro il West Ham gli uomini di Roberto Mancini non dovrebbero avere troppe difficoltà a imporre nuovamente la dura legge dell’Etihad (12 vittorie su 16 partite disputate e una sola sconfitta). Molto più incerta, invece, l’identità delle londinesi che terranno compagnia alle due di Manchester nella prossima Champions League. A contendersi i due posti utili ancora a disposizione sono tre squadre – tutte della capitale – quasi appaiate in classifica. L’Arsenal (63 punti) ospita la capolista e l’esito del match è tutt’altro che scontato: il Manchester United è la prima squadra nella storia del calcio inglese a vincere 20 titoli (davanti al Liverpool, fermo a 18 dal 1990, e ai Gunners, 13) e ha l’orgoglio di chi non si sente mai appagato. Le motivazioni (e la forma) degli uomini di Wenger, però, sono ai massimi livelli e il sostegno dell’Emirates potrebbe fare la differenza. Più semplice l’impegno dei Blues (62 punti), che attendono la visita del non irresistibile Swansea di Michael Laudrup, mentre appare molto insidiosa la trasferta del Tottenham (61) sul campo del Wigan: i Latics sono agli sgoccioli e pur avendo ancora una gara da recuperare sanno di dover conquistare i tre punti ad ogni costo. Le possibilità ci sono, anche perché gli Spurs ingigantiscono i propri limiti quando sono lontani da White Hart Lane.

ALTA TENSIONE IN CODA – Oltre alla squadra di Roberto Martinez, ve ne sono almeno 4 o 5 che rischiano di fare compagnia a Reading e QPR (domenica se la vedranno fra loro in un match molto più carico di rimpianti che di pathos) nella discesa agli inferi. Tre di queste (Newcastle, Sunderland e Stoke city) sono appaiate a quota 37, a + 3 dall’Aston Villa quart’ultimo. Lo Stoke attende la visita del Norwich e potrebbe superarlo in classifica in caso di vittoria, il Newcastle affronta la difficile trasferta di Anfield Road contro il Liverpool (orfano di Luis “Hannibal” Suarez) e il Sunderland, infine, va a Birmingham per guadagnare almeno un punto sul campo dei Villans, ma il compito dei Black cats si preannuncia difficile: le parole di Paul Lambert, tecnico dei padroni di casa (“Siamo al Villa Park, sta a noi fare la gara”), la dicono lunga sulle loro – bellicose – intenzioni.

Chiudono il programma della 35.ma giornata il match del Goodison Park fra Everton e Fulham (solo un punto nelle ultime 4 partite per gli ospiti) e la sfida del Saint Mary’s Stadium fra Southampton e West Bromwich: Pochettino ha la squadra che scoppia di salute (3 vittorie e 2 pareggi nelle ultime 5 gare, solo Ward-Prowse è indisponibile) e il WBA sembra già in vacanza, ma la sorpresa – nel calcio e in Premier in particolare – è sempre dietro l’angolo.

PREMIER LEAGUE, 35.ma GIORNATA

Sabato 27 aprile, ore 16

Manchester City-West Ham (ore 13.45)
Wigan-Tottenham
Southampton-West Bromwich
Stoke City-Norwich
Everton-Fulham
Newcastle-Liverpool

Domenica 28 aprile

Reading-QPR (ore 14.30)
Chelsea-Swansea (ore 16)
Arsenal-Manchester United (ore 17)

Lunedì 29 aprile

Aston Villa-Sunderland (ore 21)

CLASSIFICA

Manchester United 84, Manchester City 68, Arsenal 63, Chelsea 62, Tottenham 61, Everton 56, Liverpool 51, West Bromwich 45, Swansea 42, West Ham 42, Fulham 40, Southampton 39, Norwich 38, Newcastle 37, Sunderland 37, Stoke city 37, Aston Villa 34, Wigan 31, Queens PR 24, Reading 24.

Chelsea, Manchester City, Swansea, Tottenham, West Bromwich e Wigan una partita in meno.

CLASSIFICA MARCATORI

24 Van Persie (Manchester United)
23 Luis Suarez (Liverpool)
18 Gareth Bale (Tottenham)
17 Michu (Swansea)
15 Christian Benteke (Aston Villa)
15 Demba Ba (Newcastle, Chelsea)
14 Rickie Lambert (Southampton)
Enrico Steidler

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *