Redazione
No Comments

Serie B, posticipo 38esima giornata: l’Hellas Verona batte il Brescia 4-2

Decisiva la doppietta di Cacia che risponde a Caracciolo. Espulsi Mandorlini, Bordin e Budel

Serie B, posticipo 38esima giornata: l’Hellas Verona batte il Brescia 4-2
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Serie B, posticipo 38esima giornata: l’Hellas Verona batte il Brescia 4-2VERONA, 23 APRILE – Il big match, programmato nel Monday Night della Serie B, tra Hellas Verona e Brescia, ha sicuramente entusiasmato gli spettatori del “Bentegodi” facendogli vedere ben 6 reti. Gli scaligeri avevano il compito di vincere per mantenere il passo del Livorno, mentre le rondinelle, pur avendo lo stesso obbligo, dovevano farlo per stare il più possibile vicino alla zona playoff.

Dopo appena 12 minuti di gioco gli ospiti erano avanti di due reti grazie alla doppietta del solito Caracciolo: in mezzo c’è il gol di Jorginho che lamenta anche un rigore ai suoi danni. Nella ripresa la gara cambia volto: innanzitutto non rientrano in panchina Andrea Mandorlini ed il suo vice Roberto Bordin, con il Direttore Sportivo, Sean Sogliano, a guidare la squadra. Per quanto riguarda il campo, sale sugli scudi il bomber Cacia, subentrato a Ferrari al 68’, che fa la differenza con una doppietta la quale, unito al gol di Gomez regala la vittoria per 4-2 sul Brescia. C’è tempo anche per un’altra espulsione, quella di Budel per le rondinelle, reo di aver messo una mano in faccia a Cacia. Pur soffrendo, l’Hellas Verona conquista i tre punti e mantiene il passo del Livorno.

A fine gara, dopo una vittoria emozionate, ecco le parole del tecnico degli scaligeri, Andrea Mandorlini: Partita emozionante, che abbiamo comandato dall’inizio alla fine. Siamo andati sotto, contro una squadra brava in avanti e con un grande giocatore come Caracciolo che ci ha fatto due gol, però penso che se c’era una squadra che meritasse di non essere in svantaggio e di vincere questa era il Verona. Grandi i ragazzi, grande partita. In questi anni non ci siamo mai fatti mancare niente (ride ndr), quindi direi che anche questa è stata una bella vittoria. Ho sempre avuto fiducia, eravamo arrabbiati a fine primo tempo perché non riuscivamo ad avere la continuità di gioco che volevamo. Poi c’è stato anche l’infortunio di Hallfredsson, insomma tante situazioni che però siamo riusciti a superare, non solo col cuore ma anche con l’idea di fare quello che siamo capaci di fare”.

A dire la sua sul match, c’è anche il Direttore Sportivo, Sean Sogliano, che per una sera ha provato il brivido di guidare una squadra dalla panchina e non dalla scrivania: Era una situazione un po’ strana, mi sono alzato io forse perché ero quello con più voce (anche se adesso non ce l’ho più). A prescindere da quello, penso che in quel momento chiunque fosse stato al mio posto avrebbe fatto ciò che ho fatto io e la squadra avrebbe fatto una grande partita. Hanno dimostrato di voler ribaltare un risultato che secondo me non era giusto, senza nulla togliere al Brescia che ha fatto un’ottima partita. Però secondo me non meritavamo di essere sotto. Oggi è come se avessimo giocato tutti, abbiamo portato a casa tre punti importanti. Per me oggi era come uno spareggio. I giocatori hanno dato tutto, era quello che avevamo chiesto in settimana e questa è stata la cosa più importante”.

TABELLINO

VERONA-BRESCIA 4-2 4′ 12′ Caracciolo (B), 6′ Jorginho (V), 57′ Gomez (V), 70′ 88′ Cacia (V)

HELLAS VERONA (4-3-3): 1 Rafael; 25 Crespo, 14 Bianchetti, 20 Maietta, 30 Agostini; 29 Cacciatore, 19 Jorginho, 10 Hallfredsson (25′ Sgrigna), 21 Gomez Taleb, 9 Ferrari (68′ Cacia), 6 Martinho (78′ Nielsen). A disposizione: 33 Berardi, 18 Moras, 23 Cocco, 24 Bacinovic. All.: Andrea Mandorlini.

BRESCIA (4-3-2-1): 1 Arcari; 15 Zambelli (47′ Lasik), 21 De Maio, 25 Caldirola, 3 Daprelà; 20 Rossi (74′ Mitrovic), 5 Budel, 19 Finazzi; 24 Sodinha (60′ Caracciolo), 8 Scaglia; 9 Andrea Caracciolo. A disposizione: 22 Russo, 2 Rosso, 7 Picci, 17 Benali. All.: Alessandro Calori

Arbitro: Mariani di Aprilia.

Ammoniti: 24′ Daprelà (B), 54′ Maietta (V), 61′ Martinho (V), 67′ Caldirola (B), 77” Mitrovic (B)

Espulsi: 46′ Mandorlini – Bordin (V), 80′ Budel (B)

Massimiliano di Cesare

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *