Massimiliano Riverso
5 Comments

Elezioni Regionali Friuli 2013: 1374 sezioni su 1374, trionfano il PD e Debora Serracchiani. Lo speciale

La candidata del centrosinistra, Debora Serracchiani, è stata eletta presidente della Regione Fvg, vincendo al fotofinish sul presidente uscente, Renzo Tondo. Debacle M5S

Elezioni Regionali Friuli 2013: 1374 sezioni su 1374, trionfano il PD e Debora Serracchiani. Lo speciale
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Si sono riaperti questa mattina alle 7 i seggi nei 218 Comuni del Friuli-Venezia Giulia per il rinnovo del Consiglio Regionale, per l’elezione del presidente e del Consiglio della Provincia di Udine e di 13 Amministrazioni comunali, tra le quali Udine. I seggi elettorali sono stati chiusi alle ore 15.

Complessivamente sono 1.099.336 gli aventi diritto al voto, di cui 528.823 maschi e 570.513 femmine. Per circoscrizione elettorale gli elettori risultano 212.338 a Trieste, 119.924 a Gorizia, 407.875 a Udine, 82.132 a Tolmezzo e 277.067 a Pordenone.

Ieri il voto per l’elezione del nuovo Consiglio Regionale è stato caratterizzato da una scarsissima affluenza alle urne, con appena il 35,14%, evidenziando un crollo storico e un disinteresse dei cittadini per res publica. Nelle regionali del 2008 l’affluenza nel primo giorno di voto era stata del 55,20% e nelle politiche del febbraio scorso del 56,32%, quindi di circa venti punti percentuali in più.

I CANDIDATI – Alla guida della regione concorrono il centrodestra con il presidente uscente del Pdl, Renzo Tondo il quale può contare su sei liste (Autonomia responsabile, Unione di centro, Pdl, La Destra, Lega Nord e Partito pensionati), per il centrosinistra Debora Serracchiani, già europarlamentare, è sostenuta da cinque liste (Sel, Pd, Lovenska Skupnost, la lista civica “Cittadini per Debora Serracchiani presidente” e Italia dei valori), per il Movimento Cinque Stelle Saverio Galluccio e, infine, “Per un’altra regione” (già costola del Pdl) Franco Bandelli.

DUELLO ALL’ULTIMA SCHEDA a cura di Massimiliano Riverso

Finale al fotofinish tra le due principali coalizioni in campo. Debora Serracchiani (Centrosinistra) è il nuovo presidente della Regione Friuli con il 39.36% delle preferenze. Piazza d’onore il governatore uscente Renzo Tondo (Centrodestra) con il 38,99%, protagonista di un’entusiasmante rimonta dopo un avvio di spoglio decisamente sottotono. L’europarlamente Pd, classe 1970, si è imposta con uno scarto irrisorio inferiore ai 2000 voti.

Terza piazza per Saverio Galluccio del M5S che si attesta al 19.22% (risultato nettamente inferiore rispetto alle ultime elezioni politiche che avevano portato il Movimento 5 Stelle in testa alle preferenze dei friuliani). Ultima piazza per la lista civica guidata da Franco Bandelli al 2,42%, che non supera lo sbarramento del 4% e sarà escluso dal Consiglio Regionale.

Dopo oltre 1352 sezioni la coalizione di centrosinistra si attesta al 39.3%, il centrodestra oscilla al 39.0, M5S al 19%, chiude Un’altra Regione al 2.5%.

Il Pd diventa il primo partito del Friuli Venezia Giulia con il 26,82%, al secondo posto il Pdl con il 20,04%, terza piazza per il M5S al 13,77%. Ottimo il risultato di Autonomia Responsabile (10.73%), mentre la Lega Nord si attesta attorno all’8,25%.

I dati relativi all’affluenza alle urne parlano di un 50,49% rispetto al 72.33% delle precedenti Regionali del 2008. Lo Tsunami Tour di Grillo, protagonista di 20 comizi in due giorni, non è riuscito a limitare la storica ondata di astensionisti.

IL COMMENTO DI DEBORA SERRACCHIANI

“Abbiamo fatto un’ottima campagna elettorale e non ci meritavamo di finire sotto le macerie di Roma – queste le prime parole del presidente del Fvg Serracchiani -. Non posso non tenere conto del numero dei votanti e del risultato di queste elezioni. L’unico obiettivo far tornare speciale questa regione”.

“E’ una vittoria mia e della squadra e della gente che ha mi votato – ha continuato -. Ci sono anche tante persone da non ringraziare. Mi dispiace per il mio partito e per gli errori fatti, ma i territori meritano più rispetto. Ci meritiamo un partito che non crei imbarazzo”.

“Ora cercheremo di fare cose messe in programma da subito – ha sottolineato Serracchiani -. Il nostro sarà uno sforzo collettivo, consapevoli di trascinare tutta regione e nn lasciare nessuno indietro”.

“Ho sempre detto che chi vinceva avrebbe vinto sul filo di lana e ciò è stato confermato dai risultati. L’assenteismo è un dato elettorale che ci pone l’obbligo di una riflessione”.

Alla domanda su Grillo risponde: “si è fermato a udine per il momento – poi aggiunge -. Massimo rispetto per tutti gli avversari. Il mio partito non mi ha dato una mano e il centrosinistra non mi ha aiutato. Inizierò a lavorare subito sulla giunta: primo punto in programma il taglio dei costi della politica”.

Una dedica? “Alla mia famiglia, a mio marito, alla mia nipotina Giorgia e all’ultimo arrivato, Jacopo”.

Ha sempre pensato di farcela o ultimi giorni ha pensato sarebbe andata diversamente? “Abbiamo fatto un lavoro spossante e intenso in tanti mesi di campagna elettorale. Vedere il lavoro distrutto per la scelleratezza di alcuni non potevo accettarlo. Risultato politico e personale che mi inorgoglisce e dà tante responsabilità”.

I RISULTATI DEFINITIVI

Debora Serracchiani 39,35%
Partito Democratico (Pd)
Sinistra ecologia e libertà Svoboda ekologija levica (Sel)
Italia dei valori (Idv)
Cittadini per Debora Serracchiani presidente
Slovenska Skupnost

Renzo Tondo 39,02%
Il Popolo della libertà (Pdl)
Lega Nord
La Destra
Unione di centro (Udc)
Autonomia responsabile
Partito Pensionati

Saverio Galluccio 19,21%
MoVimento 5 stelle – beppegrillo.it

Franco Bandelli 2,41%
Un’altra Regione

Share Button

5 Responses to Elezioni Regionali Friuli 2013: 1374 sezioni su 1374, trionfano il PD e Debora Serracchiani. Lo speciale

  1. mario p. 22 aprile 2013 at 16:37

    l’inizio della rinascita del pd non inciucione

    Rispondi
  2. Massimiliano Riverso 22 aprile 2013 at 16:57

    Prima di esprimere giudizi attendiamo l’80% delle sezioni da scrutinare. Prevedo un testa a testa finale tra la Serracchiani e Tondo. Il M5S in leggera flessione rispetto alle Politiche 2013.

    Rispondi
  3. Pietro 22 aprile 2013 at 17:16

    Aspettate prima di gioire, amici del PD. Rammento che qualche anno fa, nel Lazio, la Bonino dopo lo spoglio delle prime sezioni sembrava dovesse stravincere e, poi….

    Rispondi
  4. Massimiliano Riverso 22 aprile 2013 at 17:52

    Il prossimo update sarà di 750 sezioni su 1374: le forbici si stanno attestando…

    Rispondi
  5. Massimiliano Riverso 22 aprile 2013 at 18:32

    Finale al fotofinish: tra Serracchiani e Tondo gap inferiore ai due punti percentuali…

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *