Antonio Fioretto
No Comments

MotoGp, Marquez trionfa ad Austin: è nato un fenomeno

Podio tutto spagnolo completato da Pedrosa (secondo) e Lorenzo (terzo). Sesto posto per Rossi

MotoGp, Marquez trionfa ad Austin: è nato un fenomeno
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
MotoGp, Marquez trionfa ad Austin: è nato un fenomeno

Marc Marquez

La consapevolezza è arrivata fin dai primi giri in sella alla Honda. Marc Marquez è un fenomeno. Ieri, semmai ce ne fosse stato bisogno, è arrivata una nettissima conferma. I complimenti di Valentino Rossi, alla fine di una gara stravinta dal nuovo prodigio spagnolo, sanno (purtroppo) quasi come un passaggio di consegne tra il vecchio e il nuovo. Emulare la carriera del Dottore sarà senz’altro difficile, ma l’inizio (nella fattispecie il GP delle Americhe corso ieri) è di quelli che preannunciano una vita ricca di successi.

HONDA IMPRENDIBILI La pole position è sfumata praticamente subito. La partenza di Pedrosa è stata devastante e Marquez s’è messo in fila. Il treno dei primi si delinea dopo una manciata di giri. I due della Honda non guidano, fanno qualcosa di più. Tempi assurdi che creano un buco incolmabile per quelli dietro. L’unico dei mortali capace di tenere a vista d’occhio i due battistrada è Lorenzo, che nel finale proverà l’impossibile rimonta.

CARPE DIEM Marquez, a dirla tutta, sembrava un veterano: padrone della moto, ci si appende come una scimmia ad un ramo, spostandola a suo piacimento. Aggressivo, incosciente e maledettamente lucido nonostante la giovanissima età. Lascia a Pedrosa il compito di dettare i tempi per quasi tutta la gara. Poi, al momento giusto, supera il connazionale con una staccatona, si mette davanti e da li non si smuove. Primo, davanti a Pedrosa e a Lorenzo. In successione arrivano Crutchlow, Bradl e Rossi.

E’ mancato molto del solito spettacolo a cui ci ha abituati la MotoGP. La potenza devastante delle Honda ha fatto la differenza fin dall’inizio e ha rosa la gara un pò più monotona. Ottimo, tra gli altri, il settimo posto di Dovizioso sulla Ducati, che sta iniziando a fare passi in avanti.

Antonio Fioretto

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *