Filippo Di Cristina
No Comments

Derby da pazzi: il Palermo spera ancora, rammarico Catania

Derby da pazzi: il Palermo spera ancora, rammarico Catania
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Derby da pazzi: il Palermo spera ancora, rammarico CataniaCATANIA, 21 APRILE – Una giornata uggiosa è teatro del derby di sicilia più decisivo degli ultimi anni. Maran gioca con il solito 4-3-3- che ha fatto le fortune del Catania negli ultimi anni, di contro Sannino si schiera con un più prudente 3-5-2 per cercare di limitare l’azione degli esterni argentini del Catania.

PRIMO TEMPO – La partita è vivace sin dall’inizio e a forti tinte rossoazzurre con Almiròn che ci prova subito con un siluro che si spegne alto oltre la traversa della porta difesa da Sorrentino. Il Catania si vede anche su calcio piazzato con lo specialista Francesco Lodi che con un sinistro chirurgico, indirizzato all’incrocio dei pali, impegna Sorrentino che ci mette le manone e devia in angolo. L’occasione più clamorosa è però per i rosanero; grandissimo contropiede per Ilicic  e Boselli che si trovano da soli contro un solo difensore del Catania, lo sloveno decide inspiegabilmente di tirare addosso ad Andujar piuttosto che servire il compagno Boselli solo e con la porta sguarnita davanti. Ancora un calcio piazzato per il Catania con il solito Lodi che si presenta sul punto di battuta, altro sinistro spettacolare con palla che esce ad un centimetro dal palo. Si rivede il Palermo al minuto 33 con Ilicic, oggi capitano, che tira con il suo piede meno nobile una rasoiata che fa la barba al palo. Al 43° minuto Boselli, servito da Ilicic

SECONDO TEMPO – Nessun cambio per le due formazioni e copione che non cambia. Sempre Catania che gestisce e che crea azioni pericolose. Al 50esimo minuto cross teso al centro che Bergessio non riesce a mettere dentro per una questione di millimetri. Esce Boselli per Dybala per i rosanero ed entra Castro per Almiron nella squadra etnea. El papu Gomez prova a risvegliare la squadra etnea con un tiro da fuori deviato, però, da un difensore rosanero. Grandissima emozione al 63° minuto con Lucas Castro che tira a girare con il destro ricevendo però la risposta di Sorrentino che si distende e manda in angolo.

Al minuto 68 esplode il Massimino grazie al pitu Barrientos che servito da uno sgattaiolante Gomez e con un tiro non molto pulito beffa Sorrentino che non riesce ad evitare la rete. Da segnalare l’ingresso di Arevalo Rios ed Hernandez per il Palermo mentre al 83 minuto di gioco ci prova Legrottaglie con una bordata da fuori sugli sviluppi di un cross. All’ultimo secondo il Palermo trova l’insperato pareggio. Sorrentino rinvia, sponda di Abel Hernandez e Ilicic su buco clamoroso della difesa etnea spara in porta facendo esplodere i 500 tifosi rosanero arrivati a Catania. Finale assolutamente da censurare, rissa in campo e nervosismo tra i giocatori. Andujar viene espulso.

FILIPPO DI CRISTINA

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *