Vincenzo Galdieri

Via del Mare, passa la Fiorentina: 0-1 al Lecce

Via del Mare, passa la Fiorentina: 0-1 al Lecce
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Cerci salva la viola, salentini verso la B

LECCE, 5 MAGGIO – Dopo una manciata di giorni decisamente convulsi, con la diatriba Rossi-Ljaic – culminata con l’esonero del tecnico, al suo posto oggi in panchina Guerini – sulle prime pagine di tutti i giornali, la Fiorentina, pur senza Jovetic e Vargas, riesce a passare nella bolgia di Lecce garantendosi cosi la permanenza in Serie A. Decide Cerci, altro uomo molto discusso in una stagione decisamente travagliata per i viola. A Firenze, in un modo o nell’altro, è arrivato il lieto fine: il successo ai danni dei salentini ha portato alla salvezza matematica. Il Lecce invece sprofonda, ed ormai ha un piede e tre quarti in Serie B nonostante un girone di ritorno da urlo.

CERCI GOL E PARTITA IN DISCESA, IL LECCE NON RIESCE A REAGIRE: LA FIORENTINA RIMANE IN A – Partita complicatissima quella di oggi, per entrambe le squadre. Un vero e proprio dentro o fuori, col Lecce che partiva favorito per tantissimi motivi. In primis il fattore campo, in secundis il morale alle stelle dopo il pareggio a Torino con l’invincibile Juve. Al contrario come detto la Fiorentina veniva da una settimana devastante sotto il profilo psicologico. Ma il calcio è strano, si sa, ed allora succede che per i viola la gara si mette subito in discesa grazie ad uno splendido gol di Cerci ben assistito da Olivera al minuto 35. Cosmi le prova tutte ed i salentini reagiscono, però non basta: le occasioni di dei vari Di Michele, Seferovic e Delvecchio sono annullate una volta da Boruc e l’altra dalla sforuna. I pugliesi non riescono a venirne a capo ed al momento del fischio finale la Fiorentina festeggia, una volta per tutte: l’anno prossimo sarà ancora in Serie A. Per il Lecce invece la salvezza è sempre più un miraggio: potrebbe retrocedere già domani se i rivali del Genoa facessero un risultato positivo.

Vincenzo Galdieri

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *