Antonio Scali

Finale di FA Cup: il Chelsea di Di Matteo batte il Liverpool

Finale di FA Cup: il Chelsea di Di Matteo batte il Liverpool
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

LONDRA. 5 MAGGIO 2012– A Wembley si è respirato, come al solito, un forte profumo di storia. Era il 1872 quando venne fondata la FA Cup, la competizione sportiva più antica al mondo. Quest’oggi si è disputata la finale numero 131 ed è stato un grande spettacolo visto il blasone delle due compagini: il Chelsea di Di Matteo, che il prossimo 19 maggio si giocherà la Champions’ League a Monaco, e il Liverpool di Dalglish. Tredici Coppe d’Inghilterra in due. Due squadre deluse dai rispettivi piazzamenti in campionato e quindi vogliose di ben figurare nella prestigiosa Coppa nazionale. Alla fine sono i “Blues” ad alzare il trofeo vincendo 2-1 con gol decisivo del solito Drogba.

FA CUP FINAL, IL RACCONTO– Iniziamo dalle scelte degli allenatori: Di Matteo manda in panchina Torres e schiera davanti Drogba insieme a Mata e Kalou; i “Reds” schierano invece Downing, Bellamy e Suarez.

PRIMO TEMPO– Davanti a uno stadio completamente esaurito e a circa un miliardo di telespettatori in tutto il mondo, il Chelsea parte con più convinzione e all’undicesimo minuto trova un contropiede micidiale: Mata fa viaggiare Ramires (autore di un gol decisivo al Kamp Nou) che beffa Reina non certo impeccabile. Chelsea in vantaggio. La partita prosegue senza troppi sussulti in quanto la squadra di Dalglish, sotto di una rete, fa molta fatica a costruire ragionate trame offensive. Al contrario il Chelsea dei vari Drogba, Terry, Lampard si dimostra ben organizzato e in gran forma. È il Chelsea della “vecchia guardia”, gruppo di campioni nuovamente coeso grazie alla brillante cura del nostro Di Matteo.

Si arriva rapidamente al 39’ quando Drogba, l’immarcescibile attaccante ivoriano in scadenza di contratto con i londinesi, trova un destro che termina non di molto a lato. Nel finale del primo tempo esce fuori anche il Liverpool: al 41’ Suarez di testa è impreciso e non riesce a impensierire Cech. Si rientra negli spogliatoi sul risultato di 1-0, vantaggio meritato dei “Blues”.

SECONDO TEMPO- Ci sono giocatori che fanno la differenza, che scaldano i cuori dei propri tifosi ed entrano nella leggenda del calcio. Uno di questi è Didier Drogba. L’ivoriano, che lascerà lo Stamford Bridge a fine stagione, trova al 7’ della ripresa il gol del 2-0, un gol fondamentale che sembra chiudere il match. Assist al bacio di Lampard, Drogba aggancia e fa partire un interno sinistro che passa tra le gambe del difensore avversario e spiazza Reina.

IL GOL DEL LIVERPOOL– Nella ripresa entra Carroll, pagato 35 milioni di sterline, e trova il gol che riapre la partita: carambola su Bosingwa, pallone in area, destro-sinistro, Carroll tira ed è 2-1. Partita riaperta e adesso i “Reds” ci credono.

Alla mezz’ora Suarez chiama alla prima grande parata Cech ma l’intervento più importante arriva dieci minuti dopo quando Carroll va a colpire di testa e Cech riesce a smanacciare prima (forse) che il pallone abbia completamente varcato la linea di porta. Dopo 5 minuti di recupero Dowd fischia la fine e la grande festa per gli uomini di Di Matteo può iniziare. I “Reds” si consolano con un buon secondo tempo ma devono accontentarsi della “loses medal”; per i londinesi un ottimo viatico in vista della finale di Monaco.

Questa prestigiosa Coppa parla sempre più italiano:dopo Ancelotti e Mancini vince ancora un allenatore nostrano.

Migliore in campo di SportCafe24: Didier Drogba, voto 8. A 34 anni resta il più decisivo. Segna sempre lui, al Liverpool come al Barcellona.

 

IL TABELLINO

CHELSEA-LIVERPOOL 2-1
Chelsea (4-2-3-1): Cech; Bosingwa, Ivanovic, Terry, Cole; Mikel, Lampard; Ramires (32′ st Meireles), Mata (46′ st Malouda), Kalou; Drogba. A disp.: Turnbull, Ferreira, Essien, Sturridge, Torres. All.: Di Matteo
Liverpool (4-4-2): Reina; Johnson, Agger, Skrtel, Enrique; Henderson, Gerrard, Spearing (10′ st Carrol), Downing; Bellamy (35′ st Kuyt), Suarez. A disp.: Doni, Carragher, Kelly, Maxi Rodriguez, Shelvey. All.: Dalglish
Arbitro: Dowd
Marcatori: 11′ Ramires (C), 7′ st Drogba (C), 19′ st Carrol (L)
Ammoniti: Mikel (C), Agger (L)
Espulsi: nessuno

A cura di Antonio Scali

 

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *