Leonardo Andreini
No Comments

Fiorentina, uno stadio “all’inglese” nel segno del fair play

Fiorentina, uno stadio “all’inglese” nel segno del fair play
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

FIRENZE 18 APRILE Dopo gli importanti interventi della scorsa stagione che hanno visto protagonista il settore dello stadio Artemio Franchi denominato la “Maratona”, con l’abbattimento delle barriere fra spalti e campo, ieri la dirigenza gigliata, capeggiata dall’a.d. Sandro Mencucci, ha presentato il restyling del settore “vip” nonché la Tribuna Coperta. Lo scopo della società toscana è quello di abbattere le barriere fra tifosi e campo, far si quindi che il Franchi divenga un vero e proprio stadio “all’inglese” con poltroncine a bordo campo e panchine incassate fra gli spettatori, stile Old Trafford. Un progetto questo che prenderà il via appena il campionato di Serie A terminerà, e si presuppone che i lavori verranno ultimati poco prima dell’inizio della nuova stagione calcistica.

ABETE APPREZZA In una lettera alla Fiorentina, il presidente della F.i.g.c. Abete si è complimentato di tale iniziativa e si è augurato che questo possa essere l’esempio per molte altre squadre.

ALTRI 1000 POSTI Con questo progetto la dirigenza viola ha calcolato di poter far entrare altri 1000 spettatori modificando la capienza dello stadio a 48.745 spettatori totali, compresi ovviamente i settori del parterre e degli ospiti.

A cura di Leonardo Andreini

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *