Redazione

Posticipo Serie B: il Novara batte il Livorno

Posticipo Serie B: il Novara batte il Livorno
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Decisiva la tripletta di Seferovic. Il Livorno perde la gara ma non il secondo posto

Haris SeferovicLIVORNO 18 APRILE – Il posticipo, nonché il big match della Serie B, tra Livorno e Novara se lo aggiudicano i piemontesi che vinco 1-3 in casa labronica. I padroni di casa avevano l’obbligo di vincere per mantenere il passo della capolista, ed invece sono incappati in un brutto stop che però non pregiudica il secondo posto. Decisivo l’attrick di Seferovic, autore appunto di tre reti per il Novara che decidono la gara. Per il Livorno accorcia le distanze il giovane ghanese Duncan ma solo all’88’.A fine gara, ecco le voci dei protagonisti.

Il tecnico del Livorno, Davide Nicola è deluso da questa sconfitta: Abbiamo incontrato una squadra forte con grandi qualità. Nel primo tempo il Livorno ha creato alcune occasioni e se le sfruttava allora ora si parlava di un’altra partita. Nella ripresa ho provato diverse soluzioni tattiche per cercare di ritornare in partita, ma ci siamo scoperti e il Novara ci ha punito. Ormai abbiamo una nostra identità di gioco e dobbiamo mantenerla. Probabilmente siamo stati troppo precipitosi nel cercare la profondità. Tuttavia non sono scontento della prova perché abbiamo provato in tutti i modi a ritornare in partita”. Deluso anche Dionisi per aver rimediato un cartellino giallo: “Non ho capito neanch’io perché mi sono stato ammonito. Sicuramente sono stato ingenuo a infilarmi in quella situazione, però non sono d’accordo con il cartellino giallo. Sicuramente di fronte a noi abbiamo incontrato una signora squadra, forse la migliore del campionato in questo momento. Non demoralizziamoci perché dopo ogni sconfitta il Livorno ha fatto sempre benissimo”. Amareggiato, invece, Luca Mazzoni. Il portiere labronico ha preso tre gol sul quale poteva fare poco per evitarli: Non penso che il Livorno soffra da ansia di prestazione. Con lo Spezia non conta e lo abbiamo dimostrato. Il Verona era in un ottimo momento di forma mentre il Novara ci è stato semplicemente superiore. Sono orgoglioso però della prestazione che abbiamo fatto perché il Livorno ha fatto di tutto per riacciuffare il risultato. Restiamo comunque secondi e vogliamo rimanerci il più a lungo possibile”.

Visibilmente contento Alfredo Aglietti, tecnico del Novara, che con la sua squadra è in piena zona playoff: “Non abbiamo abbassato mai la concentrazione, i risultati non sono mai acquisiti. Conosco la forza del Livorno, una squadra che non si dà mai per vinta. Seguo sempre la partita con entusiasmo, vincere qui è una grande soddisfazione, siamo venuti qui per vincere la partita e lo abbiamo fatto con una grande prestazione, siamo molto contenti. All’andata comunque ottima prestazione, i ragazzi stavano prendendo consapevolezza dei propri mezzi. Ce la possiamo giocare in maniera aperta contro tutti. La mia mentalità è sempre molto offensiva, il relax può portare a perdere palle facili. I ragazzi stanno rispondendo molto bene, anche se perdiamo ancora qualche palla facile. I gol del 2-0 e dell’1-0 sono azioni provate in allenamento, studiate, ma io sono contento perché il lavoro che fanno dà i risultati sperati dai ragazzi. Sono orgoglioso di poterli allenare, adesso però guai ad abbassare la guardia, il calcio è strano e ora che ci siamo dobbiamo spingere fino in fondo.” Soddisfazione anche per il ds Cristiano Giaretta: Io sono contento per i ragazzi, il periodo nero lo hanno attraversato loro, ma non hanno mai mollato. È passato tanto tempo, stasera è arrivata la dimostrazione di quanto stiamo bene. Continuiamo così, viviamo alla giornata e dopo Modena vedremo. Adesso non ci spaventa nulla, non ci disuniamo anche se subiamo gol, i ragazzi si rialzano subito e hanno voglia di far vedere il loro valore. Sognare non costa nulla, i tifosi devono farlo, anche loro hanno visto nero E per dg Luca Faccioli: Abbiamo disputato una grossa prestazione. Belli io tre gol di Seferovic, ma abbiamo un gruppo grande che sta seguendo Aglietti, che ci sta dando grande soddisfazione. Questa è una squadra che non vuole sprecare nulla, abbiamo fatto un gol eccezionale, il secondo, mi sono alzato per esultare in maniera calorosa. Merito di tutti, questi successi sono un vanto per la società.”

Ecco invece le parole dell’ex di turno, Francesco Bardi, lo scorso anno al Livorno e quest’anno al Novara: Per me sicuramente una partita speciale, ho ricevuto una grande accoglienza in una gara ricca di emozioni: ringrazio tutti i tifosi per l’affetto. Abbiamo fatto una grande partita contro una grande squadra e il risultato è meritato. Uno stadio gremito è uno stimolo a fare sempre meglio, noi siamo stati bravissimi a caricarci e risolvere la partita. Felice per la parata su Belingheri, ma non è merito del singolo, l’organico sta lavorando benissimo. Il ricordo di Morosini? È stata una cosa toccante, che ci ha colpito. Moro era una grande persona, che va ricordata nel migliore dei modi, come fatto oggi.”

Per concludere, non potevano mancare le parole del giocatore decisivo della gara, Haris Seferovic: Ovviamente sono contento di aver vinto, oltre ai miei tre gol. Sono rimasto a secco per due partite, ma ci sta, lavoro tanto per la squadra, è quello che conta. Se poi arrivano i miei gol bene da un punto di vista personale. Il pallone non l’ho portato a casa, ma è un giorno che ricorderò a lungo. Bello raccogliere questi risultati, dobbiamo continuare così, ascoltare il mister e alla fine vedremo, giocando così continueremo a vincere. Adesso dobbiamo recuperare bene, e sabato andremo in campo senza sentire la stanchezza e belli carichi per affrontare il Modena”.

 

TABELLINO

Livorno-Novara 1-3

LIVORNO (3-5-2): Mazzoni, Bernardini, Emerson (71′ Salviato), Decarli; Schiattarella  (51′ Ceccherini), Luci, Duncan, Lambrughi (73′ Bigazzi), Belingheri; Paulinho, Dionisi. A disp.: Fiorillo, Gemiti, Vacca, Cellerino. All.: Nicola.

NOVARA (4-3-3): Bardi, Colombo, Lisuzzo, Perticone, Crescenzi; Marianini, Buzzegoli (90′ Faragò), Pesce; Gonzales (84′ Mehmeti), Seferovic, Lazzari (68′ Bruno Fernandes). A disp.: Kosicki, Ghiringhelli, Bastrini, Rubino. All.: Aglietti.

ARBITRO: Irrati di Pistoia

RETI: 29′, 63′, 90′ Sefeorivc (N), 87′ Duncan

Massimiliano di Cesare

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *