Vincenzo Arnone
No Comments

Tragedia alla maratona di Boston: due bombe provocano vittime e feriti

Finisce in tragedia la maratona di Boston. Diversi feriti e almeno due morti in seguito a due esplosioni in prossimità del traguardo.

Tragedia alla maratona di Boston: due bombe provocano vittime e feriti
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Due bombe esplodono alla maratona di Boston

Il momento della prima esplosione sulla linea del traguardo della maratona di Boston

BOSTON, 15 APRILE – Doveva essere una giornata di festa, si è trasformata in tragedia. La maratona di Boston è la seconda più antica del mondo, subito dopo quella olimpica di Atene. Ogni anno migliaia di persone si ritrovano per la grande festa di sport che caratterizza la capitale del Massachusetts e quest’anno non era diverso dagli altri. A circa tre ore dall’arrivo dei maratoneti professionisti due ordigni, sembra rudimentali, sono esplosi in prossimità del traguardo. Un’altra esplosione si è verificata alla JFK Library, vero e proprio santuario della cultura per la costa est, ma successivamente la polizia ha escluso ogni correlazione tra questa deflagrazione e le due di Copley Square, punto di arrivo della maratona. L’ultimo miglio della corsa era stato dedicato alle vittime della strage di Newtown (27, tra le quali 20 bambini) e molti familiari delle vittime erano presenti sulle tribune al momento delle esplosioni. Sul bilancio numeri discordanti. Il bilancio finora è di 2 morti e circa 100 feriti, di cui 5 molto gravi. E’ scattato l’allerta in tutti gli Stati Uniti, da Washington a Los Angeles, nel dubbio che possano verificarsi nuovi attacchi. Le autorità locali hanno confermato le voci di un’azione pianificata mentre il vicepresidente Joe Biden ha parlato apertamente di attentato. Il governatore dello Stato, il democratico Deval Patrick, ha invitato la popolazione a rimanere in casa e i turisti a non spostarsi dai rispettivi alberghi. Nella mezzanotte italiana, Barack Obama ha parlato alla Nazione esprimendo cordoglio, ma fiducia nel lavoro delle forze dell’ordine. Sono state disattivate le linee di telefonia cellulare per evitare che altri ordigni telecomandati possano essere innescati a distanza e bloccati gli spazi aerei sulle maggiori città. Su twitter l’hashtag #prayforboston è già tra i Trending Topics a livello mondiale. Sono stati subito approntati due numeri telefonici da parte del Consolato Italiano per avere notizie sui nostri connazionali presenti a Boston: 001-617-780-4955 oppure 001-617-416-7419.

Vincenzo Arnone

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *