Antonio Fioretto

Serie A, è la notte di Lazio-Juventus: presentazione e probabili formazioni

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Si chiude stasera la 32ma giornata: chi vince vola

20130129_11648_4745ROMA, 15 APRILELazio-Juventus, atto quarto. Stasera, alle 20.45, le squadre di Petkovic e Conte si daranno ancora una volta battaglia (dopo l’andata e le due sfide di Coppa Italia) nel “monday- night”, valido per la 32ma giornata di Serie A. Gli altri risultati di giornata offrono sia ai biancocelesti che ai bianconeri una ghiotta occasione: i capitolini, vincendo, si porterebbero ad un solo punto di distanza dalla Fiorentina, quarta. Di contro, la Vecchia Signora, semmai ce ne fosse bisogno, con una vittoria ammazzerebbe definitivamente il campionato, portandosi a più 11 sulla seconda piazza occupata dal Napoli.

QUI LAZIO Tanti assenti in casa Lazio. Il morale non è certo a mille dopo l’eliminazione dall’Europa League. Tra indisponibili (Konko, Dias, Pereirinha, Brocchi) e squalificati (Biava, Radu, Lulic), Petkovic deve praticamente reinventarsi la formazione. Le sue parole però non tradiscono timori o paure: “La Juve è la più forte, ma noi vogliamo fare risultato. Ci vorrà il 150 %“. L’ex mister del Sion si affiderà al solito 4-5-1. Davanti a Marchetti giocheranno Gonzalez, Ciani, Cana e Stankevicius. In mediana, Candreva e Mauri agiranno sugli esterni, mentre Onazi, Ledesma ed Hernanes al centro. Klose unica punta, al ritorno da titolare.

QUI JUVE Anche Antonio Conte non se la passa alla grande del punto di vista degli indisponibili. Mancherà difatti Chiellini (infortunatosi contro il Bayern, 15 giorni di stop), oltre ai vari Bendtner, Pepe, Anelka e Giovinco. Gli undici titolari, di conseguenza, saranno Buffon, Barzagli, Bonucci e Peluso, poi a centrocampo Lichtesteiner, Vidal, Pirlo, Marchisio e Asamoah. Di punta, Matri e Vucinic. Non è detto che il 3-5-2 non possa trasformarsi in un 3-5-1-1, che vedrebbe l’inserimento di Pogba (definito da Conte “in crescita esponenziale“) in mediana, con l’avanzamento di Marchisio alle spalle di Vucinic.

PRECEDENTI Giannoccaro di Lecce dovrà controllare una gara per nulla semplice, da annoverare oramai tra le classiche del nostro campionato. Le due squadre si sono incontrate in 161 occasioni: per la Vecchia Signora 77 vittorie, 42 pareggi e 42 sconfitte (272 gol fatti vs 188 subiti). Nello specifico, Lazio-Juventus in Serie A, è andata in scena 68 volte, con un bilancio più equilibrato: 27 vittorie, 17 pareggi e 24 sconfitte per i bianconeri. L’ultima sconfitta risale alla stagione 2003/04 quando in panchina sedeva Mr Lippi; i biancocelesti si imposero per 2-0 con reti di Corradi e Fiore. Nel 2008/09 si verificò l’ultimo pareggio; alla rete iniziale di Ledesma rispose, 5’ più tardi, lo svedese Mellberg. E’ dell’anno scorso l’ultima vittoria in terra Laziale; i bianconeri si imposero col minimo sindacale (0-1). Mattatore della serata Simone Pepe che approfittava di uno splendido assist di Matri dopo un grande scatto sulla fascia sinistra.

PROBABILI FORMAZIONI 

Lazio (4-5-1): Marchetti; Gonzalez, Ciani, Cana, Stankevicius; Candreva, Onazi, Ledesma, Hernanes, Mauri; Klose. A disp.: Bizzarri, Vikaitis, Cataldi, Crecco, Ederson, Kozak, Floccari, Rozzi. All.: Petkovic

Ballottaggi: Mauri 60% – Ederson 40%
Squalificati: Biava, Radu, Lulic
Indisponibili: Konko, Dias, Pereirinha, Brocchi

Juventus (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Peluso; Lichtsteiner, Vidal, Pirlo, Marchisio, Asamoah; Vucinic, Matri. A disp.: Storari, Rubinho, Caceres, Peluso, Marrone, De Ceglie, Pogba, Padoin, Giaccherini, Isla, Quagliarella, Bendtner. All.: Conte

Ballottaggi: Peluso 60% – Caceres 40%, Matri 55% – Pogba 45%
Squalificati: nessuno
Indisponibili: Chiellini, Pepe, Giovinco, Anelka

Antonio Fioretto

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *