Redazione

Serie A Basket, la Cimberio Varese violenta l’Armani Milano

Serie A Basket, la Cimberio Varese violenta l’Armani Milano
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Serie A Basket, la Cimberio Varese violenta l’Armani Milano

Mike Green, playmaker della Cimberio

ROMA, 14 APRILE – La Cimberio Varese violenta l’Armani Milano nel derby lombardo, riacquistando le quattro lunghezze di vantaggio dal Banco di Sardegna. Prova di forza dei ragazzi di coach Vitucci che già all’intervallo lungo conducono 59-35, contro le imprecise “scarpette rosse”. Fondamentale l’apporto alla causa dei quattro americani del quintetto Green, Banks, Ere e Dunston che mettono a segno 69 dei 95 punti complessivi dei varesini. Per i ragazzi di Scariolo si salva il solo Langford (21).

Consolida invece il secondo posto Sassari, che nel “lunch match” di mezzogiorno batte con tanta, forse troppa facilità l’Acea Roma, alla terza sconfitta e quindi in grave crisi di risultati nelle ultime settimane.  La truppa di Calvani concede troppo ai tiratori sardi, che nel secondo periodo scavano un solco consistente costringendo la Virtus a giocare una partita di rincorsa. I cugini Diener aprono lo show che viene completato poi da Easley e da Brian Sacchetti.  Per quanto riguarda l’Acea, Taylor (12) è stato letteralmente portato a scuola da Travis Diener (12), mentre i lunghi di Sassari hanno dominato contro un Lawal (9) lontano parente di quello ammirato nel resto della stagione. I soli Goss (21) e Datome (17) hanno provato ad evitare la debacle . Di importanza vitale sarà l’arrivo che il GM Alberani, volato negli USA, perfezionerà nelle ultime ore. Arrivi che in casa Banco di Sardegna invece non si arrestano: dopo Drew Gordon (10 punti quest’oggi) è atteso in settimana anche lo sloveno Sani Becirovic, addizione importante in vista dei playoff.

Siena, Cantù e Reggio Emilia, con le rispettive vittorie, agganciano Milano in quarta posizione. La Montepaschi approfitta del disarmo della Virtus Bologna per ritrovare i due punti dopo 9 sconfitte consecutive tra campionato ed Eurolega. I soliti Kangur (18), Brown (15) e Moss (14) sugli scudi per Siena, che ha troppo poco da Christmas al debutto (1/7 al tiro).

La Lenovo Cantù torna al successo annicchilendo la Sutor Montegranaro (85-61) grazie ad un’ottima prestazione collettiva. Tutto il quintetto canturino più il capitano Mazzarino raggiunge la doppia cifra, mentre solo Slay (15) e Fremainis (11) si mettono in mostra per i marchigiani.

La Trenkwalder Reggio Emilia è ormai in trance agonistica e passa anche sul difficile campo di Avellino, dimostrando sempre di più di essere la sorpresa di questo campionato nonché la possibile outsider dei prossimi playoff.

Nelle altre partite, Pesaro e Brindisi conquistano matematicamente la permanenza nella massima serie, battendo in casa rispettivamente Cremona (88-81) e la derelitta Biella ( 101-94).

Francesco Garibaldi

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *