Redazione

Stramaccioni, Lavezzi e il 5 Maggio: passato, presente e futuro dell’Inter

Stramaccioni, Lavezzi e il 5 Maggio: passato, presente e futuro dell’Inter
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

MILANO, 5 MAGGIO – Abbandonato anche l’obiettivo terzo posto, all’Inter non resta che pensare alla prossima stagione. Si guarderà certamente al futuro, ma con uno occhio vigile al presente. Infatti, le ultime due gare (Milan e Lazio) saranno un banco di prova importante per molti, soprattutto per l’eventuale riconferma in panchina di Andrea Stramaccioni.

CAPITOLO STRAMA – La brutta sconfitta al Tardini ha sancito la fine della rincorsa al terzo posto. Il derby e la gara in trasferta contro la Lazio dovrebbero dare indicazioni importanti sul cammino da intraprendere per la prossima stagione. Lo stesso Stramaccioni, nel corso di un’intervista rilasciata ieri alla Gazzetta dello Sport, ha fatto capire le sue intenzioni e quelle del presidente Moratti per il futuro: “Moratti è libero di scegliere come meglio crede e io credo che lui abbia già deciso cosa fare: è bravo a depistare, ma ho la sensazione che abbia già le idee chiare. Alla Primavera non torno: avrei potuto pensare ad un secondo anno se non fosse successo tutto quello che è successo, ma per un fatto di mio percorso personale, no, non sarebbe giusto tornare indietro”. Una storia tutta da scoprire dunque senza escludere clamorosi colpi di scena.

POCHO, MARTIN, FRANCIA E INGHILTERRA –  L’obiettivo numero uno è ovviamente Ezequiel Lavezzi. L’argentino, in rotta con il Napoli, avrebbe mostrato gradimento per la sistemazione nerazzurra. L’unico nodo sembra la modalità d’acquisto: l’Inter vorrebbe pagare 15 milioni di euro più  l’inserimento di due contropartite tecniche, mentre la società campana vorrebbe incassare i 30 milioni e 800 mila euro della clausola rescissoria. Non è detto però che Moratti non possa fare uno sforzo pur di regalarsi il Pocho. Per rinforzare il centrocampo, Branca e Ausilio starebbero monitorando la situazione di Lucas Fernando Martin, attualmente in forza al Gremio: costo 8 milioni di euro. Sempre a centrocampo, i nerazzurri starebbe lavorando a Jules Ntcham dal Le Havre, il centrocampista classe 1996  che piace molto all’Inter. Il prezzo è di 1 milione di euro. Impraticabili, per ragioni di natura economica, Eden Hazard e Yann M’Vila. Tramontata la pista De Jong.

5 MAGGIO – E’ una data scolpita nella memoria di tutti i tifosi nerazzurri.  Tuttavia, l’incredibile epilogo di quella maledetta domenica pomeriggio ha fatto spazio ad un ricordo più piacevole: la vittoria della Coppa Italia nel 2010. Fu proprio quel trionfo ai danni della Roma di Claudio Ranieri a lanciare i nerazzurri verso la conquista del leggendario triplète.

Michele Lestingi

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *