Enrico Steidler

FA Cup e Premier League: week-end ad alta tensione

FA Cup e Premier League: week-end ad alta tensione
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Domenica il clou con la sfida fra Chelsea e Manchester City, semifinale di FA Cup

Il City di Mancini alla conquista della FA Cup

Il City di Mancini alla conquista della FA Cup

LONDRA, 12 APRILE – A pochi giorni dall’appassionante Monday night, che ha visto il City consumare la più dolce delle vendette sportive espugnando (2-1) la tana dei Devils, il calcio inglese torna in campo su due fronti, entrambi infuocati: la Premier League (in programma 7 gare della 33.ma giornata) e la FA Cup, giunta alle semifinali (Milwalll-Wigan, sabato, e Chelsea-Manchester City domenica). Fra le partite del massimo campionato spiccano il derby del Tyne and Wear (contea metropolitana dell’Inghilterra nord-orientale) fra Newcastle e Sunderland e la sfida del Villa Park fra Aston Villa e Fulham. La capolista Manchester United cerca il pronto riscatto sul campo del malandato Stoke City, mentre il Reading (che ospita il Liverpool) e il Queens PR (impegnato sul difficile campo dell’Everton) si giocano le residue – per non dire solo teoriche – speranze di salvezza.

FA CUP, LE SEMIFINALIMilwall (16esimo in Championship, la serie B inglese) e Wigan (terz’ultimo in Premier) si contendono l’accesso alla finale della FA Cup, la più antica competizione del calcio europeo in un match dall’esito solo in apparenza scontato (favoriti gli uomini di Martinez, e non solo per la differenza di categoria) e tutto da seguire. I Lions non sono in un gran momento (solo 2 punti nelle ultime 3 gare) e in campionato rischiano di essere risucchiati nei bassifondi, ma sanno di essere a due passi dalla storia e cercheranno in tutti i modi di non inciampare proprio adesso. Il Wigan, invece, pur essendo decisamente più forte – e più in forma – dei londinesi, vive il match con meno trasporto emotivo e con la testa forse più rivolta ai prossimi decisivi impegni di Premier League che all’ipotetica finale di FA Cup a Wembley.

Molto più incerta (e attesa) l’altra semifinale di FA Cup, o meglio la finale anticipata fra il Chelsea dell’Interim One Rafa Benitez e il City del Mancio. Entrambi gli allenatori sono sul punto di fare le valigie e vogliono congedarsi nel modo migliore: le loro squadre sono in ottima condizione e la gara è stata preparata fin nei minimi dettagli. In un match che si preannuncia molto combattuto ed equilibrato, i Citizens sembrano avere qualcosa in più rispetto agli avversari, e non è solo questione di forza complessiva della squadra ma anche di precedenti (3 vittorie e un pareggio lo score del City negli ultimi 4 confronti con i Blues). I londinesi, però, hanno dalla loro la stato di grazia stratosferico di due giocatori fondamentali come Mata e Demba Ba, due top player capaci di scardinare le difese più attente e di far volare il Chelsea verso la conquista della sua quinta FA Cup negli ultimi sette anni. Molto difficile quindi fare pronostici: l’unica cosa sicura (o quasi) è che domenica, a Wembley, non vincerà la noia.

PREMIER LEAGUE, LE PARTITE – Nonostante l’assenza del big-match Chelsea-Tottenham (rinviate anche Wigan-Swansea e Manchester City-WBA per i concomitanti impegni di FA Cup), la 33.ma giornata del massimo campionato inglese è ricca di motivi d’interesse, a partire dalla lotta per non retrocedere. Il fanalino di coda Reading attende la visita del Liverpool in un clima da ultima spiaggia: i Royals vengono da 7 sconfitte consecutive e un’altra battuta d’arresto suonerebbe come una sentenza inappellabile. Ugualmente spacciato (o quasi) il QPR di Harry Redknapp, atteso dalla proibitiva trasferta del Goodison Park: l’Everton in casa è uno schiacciasassi e gli Hoops hanno davvero poche chance di racimolare punti. Derby ad alta tensione fra Newcastle e Sunderland (le Magpies vengono dalle fatiche di Europa League e gli uomini guidati da Di Canio sono sull’orlo baratro e super-motivati: un pari è l’ipotesi più probabile) e occhi puntati sul Villa Park di Birmingham, dove il pericolante Aston Villa si gioca una grossa fetta delle sue speranze contro l’appagato Fulham di Martin Jol.

L’unico match che potrebbe essere disputato all’insegna del volemose bene è Southampton-West Ham: le squadre sono appaiate alla quota relativamente tranquilla di 37 punti e un punto farebbe comodo a entrambe. Assai più battagliero sarà lo spirito con cui scenderanno in campo Stoke City e Manchester United: i padroni di casa (15esimi in classifica) sono chiamati alla prova d’orgoglio dopo le ultime infelici esibizioni, mentre la capolista vuole gestire nel modo migliore – cioè vincendo – il rassicurante vantaggio (12 punti) sui cugini del City. Anche l’Arsenal, infine, farà fuoco e fiamme pur di aggiudicarsi i tre punti: i Gunners sono in piena corsa per accedere alla Champions League e il Norwich dovrà giocare la “gara perfetta” per uscire indenne dall’Emirates Stadium di Londra.

PREMIER LEAGUE, 33a GIORNATA

Sabato 13 aprile ore 16

Reading-Liverpool

Southampton-West Ham

Arsenal-Norwich

Aston Villa-Fulham

Everton-QPR

Domenica 14 aprile

Newcastle-Sunderland (ore 13.00)

Stoke City-Manchester United (ore 15.05)

Wigan-Swansea rinviata al 7 maggio, Chelsea-Tottenham e Manchester City-West Bromwich rinviate a data da destinarsi.

CLASSIFICA

Manchester United 77, Manchester City 65, Chelsea 58, Tottenham 58, Arsenal 56, Everton 52, Liverpool 49, West Bromwich 44, Swansea 41, Fulham 39, Southampton 37, West Ham 37, Newcastle 36, Norwich 35, Stoke city 34, Aston Villa 33, Sunderland 31, Wigan 31, Queens PR 24, Reading 23.

Arsenal, Chelsea, Everton, Fulham, Manchester City, Manchester United, West Ham e Wigan una partita in meno.

FA CUP, SEMIFINALI

Milwall-Wigan (sabato 13 aprile ore 18.15)

Chelsea-Manchester City (domenica 14 aprile ore 17)

Enrico Steidler

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *