Redazione

EL, Petkovic: “Complimenti ai ragazzi”. Ziegler: “Arriveremo in fondo”

EL, Petkovic: “Complimenti ai ragazzi”. Ziegler: “Arriveremo in fondo”
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

La Lazio non va oltre il pareggio con il Fenerbahce e saluta la competizione

Vladimir PetkovicROMA, 12 APRILE – Era un’impresa quasi impossibile per la Lazio rimontare due reti al Fenerbahce, ma comunque la squadra di Vladimir Petkovic aveva il dovere di provarci. Purtroppo, alla fine dei 180’ minuti, ne è venuto fuori solo un pareggio che non è bastato per il passaggio del turno.

Nonostante la delusione per l’eliminazione, Petkovic non ha risparmiato elogi alla sua squadra: “La partita di andata ha compromesso tutto. La qualificazione non l’abbiamo persa stasera. In condizioni diverse avremmo passato il turno e comunque devo fare i complimenti ai ragazzi perché in campo hanno dato tutto. Abbiamo fatto 15 tiri contro due, potevamo vincere e andare in semifinale. Purtroppo certi tiri devono essere indirizzati un po’ meglio. Peccato. Ora dobbiamo tirare il fiato e cercare di vincere lunedì sera contro la Juventus “. Peccato anche per l’assenza del pubblico, il quale avrebbe potuto certamente dare una spinta in più: Sicuramente si. Durante la partita si sentivano più i loro 200 tifosi che non so nemmeno come sono entrati. Dopo il vantaggio con la spinta del nostro pubblico potevamo girare il risultato. Ringrazio i nostri tifosi che oggi ci hanno incoraggiato a Formello e hanno visto la partita fuori l’Olimpico“. La mancanza di Miro Klose, in senso di apporto alla squadra anche se in campo, si è fatta sentire: “Anche lui ha dato tutto. A due minuti dalla fine quando il risultato era sull’1-1 abbiamo comunque attaccato”.

Ora il tecnico laziale rivolge tutti i suoi sforzi verso il campionato: Darò loro un po’ di libertà per riprendere le forze in vista della partita con la Juventus. E’ una sfida importante per noi se vogliamo continuare a sperare nel terzo posto”. Il pericolo ora è arrivare alla fine della stagione, dopo aver disputato una grande annata per i colori biancocelesti, e non ottenere nulla: “Lo potremo dire solo dopo il 26 maggio. Ma sia io che i ragazzi siamo fiduciosi, vogliamo vincere la Coppa Italia

Ha tentato, con il suo gol, di riaprire il discorso qualificazione, ma il suo è rimasto un tentativo isolato. Ecco le parole di Senad Lulic: Ci abbiamo provato e siamo andati anche in vantaggio, ma non siamo riusciti a chiuderla. Abbiamo perso la qualificazione a Istanbul. Anche lì l’atteggiamento è stato quello giusto, ma il risultato non ci ha dato ragione. Abbiamo dimostrato carattere e dato tutto, ma alla fine non siamo riusciti a passare il turno”. Sulla sua stessa lunghezza d’onda, il suo compagno di squadra Libor Kozak: “Dopo la rete del vantaggio abbiamo spinto alla ricerca della seconda rete. Purtroppo loro con un tiro ci hanno puniti. Credo che potevamo raggiungere la semifinale, ma siamo stati penalizzati dagli episodi. E’ andata male, ma dobbiamo guardare avanti. Ora dobbiamo pensare a fare bene in campionato”.

Moderata soddisfazione per il tecnico dei turchi, Aykut Kocaman in conferenza stampa: “Entrambe le squadre hanno cercato di fare la partita come l’avevano programmata, la Lazio dopo l’andata ha giocato all’attacco trovando il primo gol e cercando il raddoppio. Noi volevamo invece difendere il risultato, la nostra volontà di passare il turno ci ha aiutato a venir fuori”.

Per concludere, le parole di Reto Ziegler, ex giocatore, tra le altre, di Sampdoria e Juventus: Abbiamo fatto una buona partita ad Istanbul, oggi è stato difficile, sapevamo che la Lazio era in forma visto anche l’ottimo derby . Non abbiamo giocato il miglior calcio, ma credo alla fine abbiamo meritato perché tutti uniti ci abbiamo creduto fino alla fine”. Sull’assenza delle squadre italiane nelle fasi finali delle due competizioni europee, dice: Il calcio italiano è uno dei migliori in Europa, è un anno brutto per l’Italia però ci sono giocatori di alti livello in Serie A”. Nonostante il suo Fenerbahce non abbia brillato, Ziegler è convinto che la sua squadra possa arrivare in fondo a questa competizione: Nel calcio tutto è possibile, abbiamo una grande forza quando giochiamo in casa con i nostri tifosi, poi dipende anche dall’avversario che incontreremo”. Chiusura sullo stadio vuoto: Noi ci abbiamo giocato due turni, è brutto, ma queste sono le regole e dobbiamo accettarle”.

Massimiliano di Cesare

 

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *