Redazione

Muriel e Bertolacci, i due gioiellini di Serse

Muriel e Bertolacci, i due gioiellini di Serse
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Analizziamo i due talenti leccesi...

Muriel e Bertolacci, due simboli giallorossi

LECCE, 4 MAGGIO – Se il Lecce da oggi ha qualche speranza in più di rimanere nella massima serie del campionato italiano lo deve anche a due ragazzi del ’91 il cui cartellino non è di proprietà dei salentini. Nella serata eroica di Torino che ha fermato la capolista bianconera nella sua corsa verso lo scudetto il furetto colombiano Muriel e il romano Bertolacci ci hanno lasciato lo zampino. Per quest’ultimo forse sarebbe più giusto parlare di zampata. Palla rubata al portierone juventino e con l’unico tiro in porta della squadra salentina sigla il pareggio che vale più di un punto in chiave salvezza. L’errore di Buffon è macroscopico ma sarebbe ingiusto togliere i meriti al centrocampista del Lecce bravo nel crederci e approfittare dell’unico errore commesso dalla juventus. La juve porta bene a Bertolacci che con la maglia del Lecce segnò il suo primo goal in serie A nel febbraio del campionato 2010-2011 proprio contro i bianconeri battuti per due reti a zero. Di li a poco Andrea segnerà la sua prima doppietta nella partita contro l’Udinese.

Andrea Bertolacci – A Lecce Andrea arriva in prestito dalle giovanili della Roma a 19 anni nel gennaio del 2010 quando la squadra militava in serie B ottenendo sei presenze. Con la promozione in serie A il prestito viene esteso anche per la stagione successiva. Il suo esordio nella massima serie avviene nel novembre del 2010 contro la Sampdoria. A fine campionato Andrea ritorna a Roma. Il ds Sabatini nutre grande fiducia in lui, ma Andrea decide di tornare a Lecce, sicuro di giocare e accumulare altra esperienza. Il 22 agosto del 2011 il Lecce in un comunicato stampa ufficializza il ritorno di Bertolacci con la formula del prestito. Nel campionato in corso il centrocampista accumula 26 presenze con 1218 minuti giocati e 3 reti. Veste la maglia della nazionale nell’Europeo Under 19 nel 2010. Nell’agosto del 2011 esordisce nella Nazionale Under 21 contro la Svizzera. Per ora Andrea pensa alla salvezza del Lecce e alla prossima partita contro la Fiorentina che lo vedrà schierato in campo fin dal primo minuto, ma di sicuro nei suoi sogni c’è il ritorno nell’amata Roma.

Luis Fernando Muriel – Il colombiano è una delle tante scoperte dell’Udinese che ne detiene il cartellino. Il ragazzino si fa notare presto. A 18 anni debutta nella massima serie del campionato colombiano nel Deportivo Calì. Collezionerà 11 presenze e 9 reti. Nel giugno del 2010 viene ceduto all’Udinese che lo rigira al Granada nella seconda divisione spagnola. Nell’agosto del 2011 passa al Lecce. Il debutto in serie A avviene nella partita persa contro il Palermo per 2 a 0 nell’ottobre del 2011. Segna il primo goal nella partita persa contro il Napoli per 4 a 2. Con l’arrivo di Cosmi Muriel trova lo spazio che merita entrando in competizione con i veterani Corvia e Di Michele e inizia a giocare con più continuità. Segnerà la prima doppietta in serie A contro la Roma battuta 4 a 2. Muriel è ormai un calciatore affermato e una grande promessa del calcio. E’ il secondo miglior marcatore del Lecce dietro Di Michele, e le sue prestazioni hanno attirato l’interesse di molte squadre. La Roma in primis, ma c’è chi parla anche di Milan, Inter, Napoli ma l’agente del giovane colombiano ha deviato le domande sul suo futuro ricordando che la proprietà del cartellino è dell’Udinese e difficilmente si farà scappare un gioiellino dalle grandi potenzialità.

a cura di Francesco Di Santi

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *