Redazione

Rischia di saltare l’addio al calcio di Cannavaro

Rischia di saltare l’addio al calcio di Cannavaro
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

De Laurentiis non concederebbe lo Stadio per i lavori al “San Paolo”

Rischia di saltare l’addio al calcio di CannavaroNAPOLI, 10 APRILE – In un sol colpo potrebbero saltare due eventi: la partita di addio di Fabio Cannavaro e la beneficienza per la Città della Scienza, bruciata lo scorso mese. A causare tutto ciò, sarebbero i lavori del “San Paolo” per ottenere la licenza UEFA.

Ecco le parole dello stesso Fabio Cannavaro: “Avevo optato per questa data (13 maggio, ndr), nonostante la mia idea originaria fosse il 27 maggio perché dallo stesso Napoli mi era stata indicata come l’unica che avrebbe potuto essere presa in considerazione, stante appunto la necessità di effettuare dei lavori allo stadio e al campo di gioco. Non sono esperto in materia ma, pur condividendo l’importanza di realizzare questi lavori il cui inizio mi risulta essere stato ritardato per cause indipendenti dalla società, continuo a pensare che procrastinarli di 24 ore non dovrebbe arrecare un danno. In cuor mio spero ancora che il presidente nelle prossime ore cambi il proprio orientamento e ci dia il via libera, anteponendo ai suoi più che legittimi interessi, che sono poi quelli del Calcio Napoli, quelli di una causa importante come la ricostruzione della Città della Scienza“.

Cannavaro, con questo evento vorrebbe mostrare un’altra faccia di Napoli, una sorta di riscatto sociale: Un evento di questo genere è anche un segnale forte a livello internazionale, una chiara espressione del desiderio che Napoli ha di intraprendere nuove strade per dimostrarsi una realtà che vuole tornare ad occupare il ruolo che le compete. Ed è per questo che in ogni caso il mio progetto andrà avanti. Lo ritengo troppi importante per fermarsi di fronte a qualunque tipo di ostacolo”.

L’ex difensore di Inter, Juve e Parma propone una soluzione: Se De Laurentiis dovesse confermare il suo orientamento, gli chiedo fin d’ora di darmi il suo benestare, che chiederò ovviamente a tutti gli altri soggetti coinvolti, perché la partita si svolga lunedi 2 settembre. Purtroppo il calendario calcistico è fitto di impegni e quindi il primo lunedì di settembre sembra essere la data meno problematica. Naturalmente sono aperto a suggerimenti e indicazioni che il Calcio Napoli volesse sottopormi. La mia necessità a questo punto è di avere certezze, che permettano alla macchina organizzativa, che da oltre un mese è al lavoro sul progetto, di proseguire con immutato slancio nel realizzare un’iniziativa della quale la Città della Scienza ha bisogno per rimettersi in piedi al più presto”.

Dunque, si conferma la tendenza della non presenza di un buon rapporto tra Aurelio De Laurentiis e Fabio Cannavaro, sottolineata dal fatto che il produttore cinematografico si oppose già alla possibilità di far chiudere la carriera da calciatore nel Napoli all’ex difensore azzurro.

Speriamo vivamente che questo evento possa andare in porto, che possa realizzarsi, soprattutto per la città di Napoli perché dall’incasso di questa gara potrà ottenere dei fondi necessari per ricostruire la Città della Scienza, una delle eccellenze italiane.

Massimiliano di Cesare

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *