Orazio Rotunno

Inter-Atalanta 3-4, le pagelle: Denis armato, Alvarez rinato

Inter-Atalanta 3-4, le pagelle: Denis armato, Alvarez rinato
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Top Denis, Bonaventura ed Alvarez: flop Samuel, Ranocchia e Raimondi

Ricky AlvarezTOP INTER

ALVAREZ 7.5 – New entry assoluta fra i top dei neroazzurri. L’inizio è da incubo, quando spara in fallo laterale un pallone da dover spingere facile in rete. Subito fischi, come al solito, ma il secondo tempo è tutto suo: gol di testa ad anticipare difesa e portiere atalantino, sguardo di sfida alla curva e 2-1. Poi è show: coast to coast con Stendardo, ubriacato, sinistro e rete. Doppietta, vanificata poi dall’abbaglio del secolo di Gervasoni. RISORTO

KOVACIC 7 – Alla terza da titolare di fila, l’Inter scopre forse definitivamente di avere in casa una piccola stella. L’investimento è stato importante, ma il suo futuro potrebbe esserlo ancora di più. Da regista risulta sprecato, quando ha la possibilità di avanzare è devastante. Salta l’uomo, gran visione di gioco e controllo di palla da veterano. La personalità è evidente. Ah, è del 1994. GOLDEN BOY

J.ZANETTI 7 – Dovremmo esserci annoiati ad inserirlo fra i top dei neroazzuri dal 1995. Ed invece no, perchè ogni volta riesce a stupirci. Cavalcate trionfanti, a cospetto di Livaja, Carmona e Del Grosso, mediamente 15 anni più giovani. Mette in area due cross al bacio mal sfruttati. DIVINO

FLOP INTER

RANOCCHIA 4 – La partita peggiore della sua vita. Al 94′ sbaglia il gol più facile della storia, a mezzo metro dalla porta spalancata spara alto. E’responsabile dell’1-1 e del 3-3, quando si fa saltare troppo facilmente da Denis. Sembra aver perso lo smalto migliore nell’ultimo periodo. IMPALLATO

SAMUEL 4.5 – Insolito trovarlo fra i peggiori. Responsabilità a metà con Ranocchia sul gol di Bonaventura, esente da colpe sul rigore per “fallo di mano” visto da Gervasoni, è colpevole sul 3-4 vincente di Denis, quando si fa beffare sul primo palo. MURO DI BERLINO

GUARIN 4.5 – Da almeno due mesi vaga per il campo senza una meta. L’infortunio alla caviglia con il Catania sembra averlo spento del tutto, da straripante e devastante, ad inconcludente ed irritante. Non c’entra più un tiro che sia uno, manca in interdizione e sbaglia controlli e passaggi semplici. Il pubblico comincia a spazientirsi, l’Inter necessita del suo giaguaro per risollevvarsi in questo finale di stagione. GIAGUA-NO

TOP ATALANTA

DENIS 9 – Quando vede neroazzurro, si infiamma. 5 gol in due partite, tripletta decisiva e titoli dei giornali tutti per lui. Riesce nel miracolo di far passare nel dimenticatoio l’abbaglio di Gervasoni in occasione del “rigore” realizzando due reti degne di nota, bruciando due top difensori quali Ranocchia e Samuel. Con i tre gol di oggi, consegna di fatto la salvezza agli orobici. CARRO DORATO

BONAVENTURA 8 – Un gol, un assist e tante giocate sopraffine. Prandelli non potrà più ignorarlo, ormai è giunto nel pieno della sua maturazione. 7 gol in campionato ed un apporto ai neroazzurri di Colantuono che và crescendo domenica dopo domenica. Trequartista, mezzala, centrocampista centrale e seconda punta: tutto questo è Giacomo Jack Bonaventura, tra le maggiori rivelazioni di questa serie A. JACK-POT

LIVAJA 7 – Destino beffardo: si fa male Cassano, dopo Palacio e Milito, lui entra. Ma per l’Atalanta, e non solo, realizza l’assist per l’1-1 momentaneo di Bonaventura. Fondamentale per il cambio tattico con cui Colantuono manda completamente in tilt l’Inter, con 4-3-3 a trazione anteriore che punisce gli uomini di Stramaccioni. BOOMERANG

FLOP ATALANTA

RAIMONDI 4 – All’andata ruppe il naso sanguinante di Palacio, senza essere sanzionato da arbitro e prova tv. Visto l’andazzo, ci riprova, ma viene finalmente beccato. Pugno a Schelotto, con tanto di vendetta a fine match sempre sull’oriundo. Una bella squalifica, ed una doccia freddda, non gliela toglie nessuno. TYSON

STENDARDO 4.5 – Bruciato da Alvarez sul 3-1, stende vistosamente Ranocchia sul 3-4 in area di rigore, ma per sua fortuna Gervasoni non è proprio nella sua miglior giornata, per usare un eufemismo e non sanziona il netto fallo. Lento, impacciato e falloso: soffre Rocchi e soprattutto l’ingresso di Alvarez. L’arbitro lo aiuta. ARMADIO

POLITO 5 – Consigli non c’è, e si vede. Responsabile su tutti i gol neroazzurri: poco reattivo nella respinta sul primo gol, quando entra in porta praticamente col pallone. Uscita maldestra sul 2-1 di Alvarez, che lo brucia di testa uscendo a farfalle. E 3-1 sempre dell’argentino con tiro sul primo palo, che lascia colpevolmente scoperto, mostrando gravi pecche di posizionamento. Per fortuna dei tifosi bergamaschi, si trattava solo di una giornata di squalifica per Consigli. SCONSIGLIATO

Orazio Rotunno

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *