Azio Agnese

Palermo: Sannino e la sua cura per la salvezza

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

L'avvento dell'allenatore campano ha portato tranquillità alla squadra che adesso dopo aver vinto contro Roma e Samp viaggia sulle ali dell'entusiasmo.

sannino_palermo_getty

La grinta di Sannino

PALERMO, 8 APRILE – Due vittorie di fila, in quest’anno cosi funesto per i colori rosanero non era mai successo. Prima la Roma ed adesso la Sampdoria vittime di un Palermo che non vuole arrendersi e che crede ancora nella salvezza perché adesso, con la sconfitta del Genoa a Napoli ed il pareggio a reti bianche del Siena in casa con il Parma, hanno portato gli uomini di Sannino agganciare a 27 punti le altre due pretendenti alla salvezza. Ma di chi i meriti di questa “rinascita” rosanero, di questa nuova primavera? Cos’è successo ai rosanero dopo la sconfitta interna contro il Siena con il pubblico palermitano che invitava carinamente ad andare a lavorare giocatori che fino a qualche settimana fa sembravano allo sbando completo. Di sicuro c’è che il Sannino-bis ha smosso qualcosa nella testa e nell’animo di tutto l’ambiente ma soprattutto di quei giocatori che gli permettono il salto di qualità e galvanizzato quelli che erano caduti un pò in depressione.

PAROLA D’ORDINE: CALMA – Nello spogliatoio rosanero adesso si predica calma, la situazione è ancora difficile ma le prossime partite potranno essere affrontante con piglio diverso, con la consapevolezza che adesso la salvezza non è più un miraggio ma qualcosa di più tangibile. Quest’anno sono stati commessi tanti errori da parte di chi amministra la società di Viale del Fante ma adesso il futuro sembra meno nero.

MICCOLI, ILICIC E LA SVOLTA – Parte dai giocatori di maggiore talento la rincorsa. Quando quei due funamboli sono in forma per gli avversari c’è poco da fare e le partite con Roma e Sampdoria hanno dimostrato quanto siano imprescindibili per il Palermo. Sannino ha dato loro le chiavi della squadra, ha fatto in modo che si assumessero le proprie responsabilità e stavolta i due non hanno tradito la fiducia del tecnico, della società e dei tifosi stessi che sicuramente sono pronti domenica a riempire il Barbera, contro il Bologna, per dare una spinta ad una squadra che sembra essere finalmente rinata.

 

Azio Agnese
Twitter: @azio82

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *