Azio Agnese

Juve, Vucinic mette paura al Bayern: “Mercoledi sarà una guerra”

Juve, Vucinic mette paura al Bayern: “Mercoledi sarà una guerra”
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

In casa bianconera tutte le attenzioni sono già rivolte a mercoledi quando allo Juventus Stadium si giocherà il ritorno dei quarti di Champions contro il Bayern Monaco

L’attaccante montenegrino carica la Juve

TORINO, 7 APRILE – La Juve ha in mente solo una cosa, battere il Bayern e passare il turno, parola di Mirko Vucinic. L’attaccante montenegrino autore di una doppietta che ha permesso ai bianconeri di battere il Pescara e di aggiungere un altro prezioso mattoncino alla vittoria di uno scudetto, che (facciano i doverosi scongiuri i tifosi bianconeri) appare già vinto, è concentratissimo in attesa della super sfida al Bayern. Al ritorno è finita 2-0 per i bavaresi ed a molti juventini, Vucinic compreso, il risultato non è andato proprio giù. C’è chi pensava che ieri la Juventus avesse avuto già la testa alla Champions ma Mister Conte ha dimostrato  di aver rispetto del Pescara, ultimo in classifica, ed ha  mandando in campo la formazione migliore possibile.

“PER NOI SARA’ UNA GUERRA” –  Sono queste le prime parole in mixed zone dagli spogliatoi dello Juventus stadium. Messaggio forte e chiaro rivolto al Bayern Monaco, fresco vincitore di Bundesliga, che di sicuro non dorme sogni tranquilli nonostante un risultato favorevole ottenuto all’andata.  C’è voglia di fare bene, di ribaltare il risultato, di sbugiardare i media tedeschi ma soprattutto Beckenbauer (che ieri ha chiesto scusa al portierone azzurro ndr), autore di commenti inappropriati nei confronti della prestazione di Gigi Buffon. I giocatori ci credono,  il pubblico anche e durante l’incontro di ieri in curva è apparso uno striscione che recitava: “10 aprile…crediamoci, uniti nulla è impossibile”. Tutto lascia presagire che la partita di mercoledi sarà un incontro ad “alta tensione”, dove a vincere sarà la sana rivalità sportiva, una di quelle partite da dentro o fuori e magari da raccontare ai nipoti tra qualche anno.

 

Azio Agnese
Twitter: @azio82

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *