Orazio Rotunno

Atletica, Pietro Mennea ai Mondiali di Mosca

Atletica, Pietro Mennea ai Mondiali di Mosca
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

I portacolori azzurri con le iniziali "Pm" sulle loro divise

mennea moscaMOSCA, 2 APRILE – Nel suo palmares c’erano le Olimpiadi di Monaco, Montreal, Mosca, Los Angeles e Seul, 528 gare complessive, 23 libri e soprattutto il record mondiale del 1979 a Città del Messico, dove corse i 200 metri in 19 e 72, primato rimasto in piedi per ben 17 anni e ancora intatto su scala europea. Un oro e due bronzi olimpici

. Come non definire Pietro Mennea uno dei pilastri dell’atletica leggera mondiale? L’ha pensato anche la  Fidal: nell’ultimo Consiglio Federale la Federazione Italiana di Atletica Leggera ha approvato per acclamazione la proposta dei rappresentanti degli atleti Francesco Pignata e Alessandro Talotti di apporre sulle divise le lettere «Pm» ai Mondiali di atletica di Mosca 2013, in programma dal 10 al 18 agosto .

CITTA’ FREDDA, CHE SCALDA IL CUORE – Proprio a Mosca il barlettano Mennea ottenne nell’estate del 1980 l’oro olimpico, apice di una meravigliosa carriera. Nella finale dei 200 m, Mennea affrontò il campione uscente Don Quarrie e il campione dei 100 m Allan Wells. Wells sembrò dirigersi verso una vittoria netta ma Mennea gli si avvicinò sul rettilineo e lo sopravanzò negli ultimi metri, aggiudicandosi l’oro per 2 centesimi di secondo. Vinse anche il bronzo con la staffetta staffetta 4×400 metri.

Quello della squadra azzurra è il secondo omaggio di livello mondiale alla figura di Pietro Mennea e arriva pochi giorni dopo l‘intitolazione dell’edizione 2013 del Golden Gala, in programma il 6 giugno allo stadio “Olimpico” di Roma.

Luca Guerra

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *