Enrico Steidler

FA Cup: Demba Ba castiga i Devils, Chelsea in semifinale

FA Cup: Demba Ba castiga i Devils, Chelsea in semifinale
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Demba Ba FA Cup ChelseaLONDRA, 2 APRILE – I Blues si aggiudicano il “replay match” dei quarti di finale di FA Cup superando per 1-0 il Manchester United (andata 2-2) grazie a un gol da cineteca di Demba Ba, il talentuoso attaccante senegalese prelevato a gennaio dal Newcastle. Il 14 aprile, a Wembley, la squadra di Rafa Benitez affronterà il City in una semifinale che in realtà è una finale anticipata: la seconda finalista, infatti, che uscirà dal confronto – sabato 13 aprile – fra Milwall (seconda serie del campionato di calcio inglese) e Wigan (terz’ultimo in Premier), molto difficilmente potrà sottrarsi, nella partita più importante, al ruolo di “vittima sacrificale”.

LA PARTITA – Sir Alex Ferguson dovrà “accontentarsi”: il sogno di conquistare il Double (titolo di campione d’Inghilterra – ormai già quasi in tasca – più FA Cup, che ai Devils manca dal 1999) va in fumo allo Stamford Bridge di Londra, dove i padroni di casa del Chelsea non perdono l’occasione di vendicare i torti subiti in campionato (What goes around comes around quel che gira torna indietro cantano i tifosi dei Blues, come a dire chi la fa l’aspetti, incalzati prontamente da quelli dei Devils: “dov’è il vostro mediano razzista?” domandano ironicamente alludendo all’assenza di Terry) e schiantano gli “alieni” in virtù di una prova di grandissima sostanza coronata dalla “spaccata” vincente di Demba Ba, davvero un gol da lustrarsi gli occhi.

Dopo una ventina di minuti di studio, ricchi di tensione ma poveri di emozioni, la partita sale di tono e le due squadre provano ad affondare i colpi, senza peraltro riuscirci: il gioco tende a ristagnare a centrocampo e le rare sortite in avanti vengono soffocate dalle rispettive retroguardie. E’ il Manchester che deve fare il match (lo 0 a 0 qualificherebbe i Blues), ma il Chelsea raffredda i bollenti spiriti dei Devils chiudendo ogni varco e ripartendo con Mata e Oscar, particolarmente ispirati e determinati come, d’altra parte, quasi tutti i loro compagni (la partita è stata preparata davvero bene da Rafa Benitez, che pure continua ad essere bersagliato senza pietà da entrambe le tifoserie). Bisogna attendere gli ultimi 15 minuti per vedere qualche conclusione degna di nota: ci provano Demba Ba per i padroni di casa e Hernandez per gli ospiti, ma le loro conclusioni vengono respinte dagli attentissimi De Gea e Cech.

Lo spettacolo soltanto intravisto nel primo tempo si accende nella ripresa. Passano 4 minuti e il Chelsea va in vantaggio facendo tremare lo Stamford Bridge: lancio di 40 metri di Mata, Demba Ba si avventa sul pallone e in spaccata mette alle spalle di De Gea. La prodezza del senegalese esalta i Blues, che stroncano sul nascere ogni velleità degli avversari e insidiano a più riprese la porta dei Devils (clamorosa l’occasione sprecata da Hazard davanti al portiere), sia su azione che su calcio piazzato. Ma proprio quando sembra sul punto di capitolare la squadra di Ferguson sfiora il pari: Welbeck pennella per Hernandez che di testa costringe Cech a una parata da fenomeno. Ferguson getta Van Persie nella mischia ma è sempre il Chelsea a fare la gara e ad avere le occasioni migliori: l’unico (e ultimo) grosso rischio per i Blues arriva a due minuti dalla fine, ma Van Persie non riesce a capitalizzare il cross al bacio di Evra.

Finisce in gloria per il Chelsea, che in semifinale si giocherà l’ultima possibilità, quest’anno, di vincere un “titulo”. Anche il City di Mancini è nella stessa condizione, e le premesse del partitone ci sono tutte. Il fischiatissimo Benitez e il quasi ex Mancio, vincendo, potrebbero togliersi una grande soddisfazione e, soprattutto, un sacco di sassolini dalle scarpe.

Enrico Steidler

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *