Sebastian Mongelli

Lazio-Catania, le pagelle: Candreva imprendibile, Saha non pervenuto

Lazio-Catania, le pagelle: Candreva imprendibile, Saha non pervenuto
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Antonio Candreva, match-winner per la Lazio

Antonio Candreva, match-winner per la Lazio

ROMA, 31 MARZO – Ieri pomeriggio la Lazio tra le mura amiche è riuscita a conquistare 3 punti fondamentali per restare attaccata al treno dell’Europa. Ecco le pagelle dei protagonisti della gara.

LAZIO

MARCHETTI 6 – Praticamente mai pervenuto se non per il gol subito dove poco può fare. Rimedia un giallo nei minuti finali di gara per aver protestato a lungo nei confronti di Barrientos che invece di restituire il pallone, buttato fuori dal campo per dei problemi fisici di Biava, tenta subito la conclusione a sorpresa.

GONZALES 6 – Nell’inedito ruolo di terzino destro, l’uruguagio tornato a disposizione di Petkovic solo poche ore prima del match, riesce a fermare il suo diretto avversario Gomez bloccando sul nascere ogni sua ripartenza.

BIAVA 6 – Qualche svarione difensivo, ma il centrale biancoceleste anche se non in gran forma riesce a svolgere il compito affidatogli da Petkovic senza troppi problemi.

CANA 7 – Un vero e proprio gladiatore. Si propone anche in fase offensiva e nel primo tempo dopo un’azione meravigliosa per poco non riesce a siglare il gol del vantaggio. In difesa è un vero muro, chissà se questa posizione da centrale di difesa possa mettere in risalto tutte le sue potenzialità.

RADU 6,5 – Il terzino rumeno della Lazio molto spesso si trova ad impostare il gioco. Nessuna colpa sul gol degli avversari, solo sfortuna. Riesce però a rimediare con un cross velenoso che costringe Legrottaglie all’autogol.

LEDESMA 6 – Un po’ impacciato, ma il regista italo-argentino amministra il gioco e detta i tempi come al solito.

ONAZI 6 – Tanta voglia di mostrare le sue capacità e i suoi continui progressi. Sempre pronto a mordere le caviglie degli avversari ed a proporsi in fase offensiva tentando la battuta a rete.

HERNANES 6 – Dal talento brasiliano ci si aspetta di più, non è riuscito a tirare il coniglio fuori dal cilindro, ma i dribbling “sambati” sono così belli da stropicciarsi gli occhi per l’incredulità.

LULIC 6 – Sempre pronto nelle ripartenze, annulla totalmente ogni tentativo di Barrientos. Finalmente il treno visto lo scorso anno.

CANDREVA 7 – Migliore in campo per la Lazio. Il centrocampista biancoceleste che proprio a Roma si sta rilanciando al meglio, fa impazzire la retroguardia siciliana. Scorribande sulla destra e tiri improvvisi che impensieriscono non poco il portiere avversario. Sigla un gol dal dischetto per il vantaggio biancoceleste.

EDERSON 6,5 – Il brasiliano ex-Lione entra in campo e riesce a capovolgere la partita. Da dinamismo alle offensive biancocelesti, si procura il rigore trasformato poi da Candreva e per poco non riesce a segnare dopo una serpentina in area avversaria.

SAHA 5 – Prima partita da titolare nella Lazio per il francese. Non è ancora perfettamente integrato nel gioco impostato da Petkovic, e non riesce a far nulla di produttivo. (Kozak s.v.)

KLOSE s.v. – Niente voto per il panzer tedesco che torna in campo dopo quasi due mesi di stop. Sembrerà un caso ma entrato lui la Lazio è riuscita a capovolgere il risultato. Sempre più talismano di questa squadra.

CATANIA

ANDUJAR 6,5 – Il portiere argentino poco può sui due gol subiti, ma riesce a tenere la porta inviolata per ben 78′ e visto le tantissime occasioni da gol create dalla Lazio è stata sicuramente una buona prestazione.

ALVAREZ 5,5 – Nervoso, si fa anche ammonire. Non riesce a tenere il passo di Lulic e le discese di Radu.

LEGROTTAGLIE 5,5 – Il difensore catanese svolge il compitino fino al momento dell’autogol del momentaneo pareggio della Lazio su cui non può nulla.

BELLUSCI 5,5 – Poche sbavature per lui, ma tra queste quella che ha causato il rigore per fallo netto su Ederson.

MARCHESE 6 – Un bel duello con Candreva che però il biancoceleste riesce a vincere. Il terzino siciliano però ha dalla sua anche il fatto di essersi più volte proposto in fase offensiva per dare manforte al compagno di squadra Gomez.

IZCO 6 – Praticamente in campo non s’è visto se non per la corsa in direzione dei propri tifosi con le braccia rivolte al cielo in occasione del gol del momentaneo vantaggio.

LODI 5,5 – Anche lui come il suo compagno di reparto Izco non s’è visto per tutta la partita contr la Lazio. Nessuna conclusione che abbia impensierito Marchetti o nessun assist al bacio per i compagni.

BIAGIANTI 5,5 – Si fa notare per i tanti falli commessi con lo scopo di fermare le ripartenze avversarie. (DOUKARA s.v.)

BARRIENTOS 5 – Il talento argentino non fa nulla di particolare durante tutta la gara. Tiene un comportamento non troppo leale verso gli avversari quando invece di restituire il pallone, buttato fuori da Marchetti per dei problemi fisici suoi e di Biava, tenta di sorprendere l’estremo difensore biancoceleste un po’ fuori dai pali con un tiro dalla distanza.

GOMEZ 6 – Come al solito autore di numerose discese sulla sinistra che però non portano a niente di pericoloso perchè è l’unico a darsi da fare. Soffre il pressing costante di Gonzales. (CASTRO s.v.)

BERGESSIO 5,5 – L’argentino non riesce a fare quanto richiesto ad un attaccante come lui, cioè mettere la palla alle spalle del portiere avversario. Annullato completamente dal duo Biava-Cana.

Sebastiano Mongelli

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *