Luca Guerra

Cavani a Napoli solo 24 ore prima della sfida al Torino

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Non parte il volo da Santiago del Chile, il "Matador", Gargano, Pereira e Rios costretti all'arrivo in Italia solo in nottata. E sabato si gioca.

CavaniNAPOLI, 28 MARZO – E’ nel nome di Edinson Cavani il dubbio principale del Napoli che si avvicina alla cruciale trasferta di Torino, dove sabato i partenopei incroceranno i granata di mister Ventura. Non c’entrano i problemi fisici questa volta: a frenare il numero 7 azzurro è stato…un ritardo aereo.

L’uruguaiano, impegnato con la sua nazionale nelle sfide di qualificazione a Brasile 2014,  non è riuscito a decollare ieri da Santiago del Chile per un guasto tecnico al motore dell’aereo. Il bomber di Salto – che spesso esulta spiegando le ali – ha aspettato invano a bordo quasi un’ora e mezza insieme agli interisti Gargano e Pereira e al palermitano Arevalo Rios, prima che il volo fosse definitivamente cancellato. I calciatori della Celeste sono reduci dallo 0-2 contro il Cile di Vidal (gol di Paredes e Vargas). La società azzurra si è subito messa in contatto con il giocatore che a questo punto salterà l’allenamento di oggi al centro tecnico di Castel Volturno, arrivando in Italia solo in nottata dopo uno scalo intermedio a Madrid: un’altra incognita si aggiunge dunque al taccuino di mister Mazzarri, che per la trasferta dell’”Olimpico” si trascina già i dubbi Behrami e De Sanctis.

L’uruguaiano sarà dunque a disposizione di Mazzarri solo 24 ore prima della delicata sfida pre-pasquale col Torino.

Alla partita il Napoli arriva con tanti dubbi, a partire dal modulo: difesa a 3 o a 4? Nel primo caso fuori Armero, nella seconda ipotesi il colombiano affiancherebbe Dzemaili e Inler, con il “sacrificio” di Gamberini in panchina, dove troverà posto – a meno che l’allenatore napoletano non voglia centellinare l’uso del “Matador”, 26 presenze e 20 reti sin qui in stagione – Lorenzo Insigne, che in settimana ha parlato a Radio Marte: “Puntiamo al secondo posto- ha ammesso il folletto partenopeo, come lo chiama il pubblico del San Paolo- ci ha aiutato molto il successo con l’Atalanta: vogliamo continuare a vincere. Sono tornato carico, pronto per fare una grande gara a Torino”.

A cura di Luca Guerra

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *