Antonio Foccillo

Calciomercato Juventus, anche Vucinic rischia il posto

Calciomercato Juventus, anche Vucinic rischia il posto
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Le soluzioni offensive per il reparto offensivo di Conte della prossima stagione

Calciomercato Juventus, anche Vucinic rischia il posto

TORINO, 28 MARZO –  Alla vigilia di due sfide importantissime, contro Inter e Bayern Monaco, la Juventus si prepara al prossimo mercato estivo. Il dictat è sempre uno: portare a Torino il famoso TOP PLAYER.

L’acquisto a parametro zero di Fernando Llorente, un tempo tra i papabili al titolo di T.P. , ha invogliato i dirigenti bianconeri a non fermarsi e a fare un importante investimento per il reparto avanzato. Ma un’altra punta porterà la società, e soprattutto Antonio Conte, a fare delle scelte importanti. Se infatti uno tra Matri e Quagliarella è destinato a lasciare sicuramente la rosa, l’unidici titolare di partenza della prossima stagione potrebbe perdere uno dei protagonisti degli ultimi due campionati: Mirko Vucinic.

I PROSSIMI CONCORRENTI  – I nomi che circolano con una certa insistenza dal mercato negli ultimi giorni sono quelli di Sanchez, Jovetic, Suarez e Ibrahimovic. Il pericolo panchina proviene soprattutto dai primi due. Sia il cileno che il montenegrino infatti, sono due seconde punte, soprattutto Jovetic ha caratteristiche che molto si avvicinano a quelle del suo connazionale bianconero.

Nella giornata di domani il procuratore di Sanchez sarà in Italia e sono previsti già due incontri con i dirigenti dell’Inter e con Marotta. Il prezzo del cartellino non è inferiore ai 25 milioni di euro, ma i blaugrana accetterebbero volentieri un prestito con diritto di riscatto.

Per quanto riguarda Jojo, tutto dipenderà dall’esito del campionato e dalle condizioni di un arrivo di mercato pregiato come Giuseppe Rossi, da molti indicato come ”erede” dell’attuale numero 8 viola. La clausola rescissoria è di 30 mln di euro, ma le vere insidie potrebbero venire dalla Premier, con Arsene Wengere estimatore di lunga data.

Discorso a parte merita Suarez, giocatore polivalente. Dopo gli inizi da ala all’Ajax, con Brendan Rodgers si è trasformato nel terminale offensivo del 4-2-3-1 dei Reds con ottimi risultati. Con il Liverpool a meno nove dal quarto posto e in una situazione finanziaria non certo rosea, arrivare all’attaccante uruguagio nel mercato estivo stavolta potrebbe non essere così difficile. Il prezzo del cartellino dovrebbe però aggirarsi sempre intorno ai 35-40 mln.

Stevan Jovetic in maglia viola

Stevan Jovetic in maglia viola

CON O SENZA VUCINIC: QUALE SOLUZIONE OFFENSIVA PER CONTE ? – In mancanza di un centravanti che segni goal a raffica, Conte ha dovuto fare di necessità virtù, creando un gioco che mandasse in rete tutta la squadra e affidando a Vucinic le chiavi della manovra offensiva. Il montenegrino è l’unico attaccante a non ruotare mai tra quelli a disposizione del tecnico bianconero, per le sue doti di  rifinitore e di risolutore (quando è in giornata) delle partite, con giocate in grado di mandare a rete sempre i compagni o a volte di trovarla egli stesso.

Con Llorente al suo fianco, se il basco si dimostrerà all’altezza e non l’ennesimo flop – vedi Bendtner e Anelka – , la Juventus avrebbe una coppia d’attacco micidiale e i due si troverebbero a meraviglia: il montenegrino a creare, lo spagnolo a concludere. Al fianco di Suarez il mix potrebbe essere ancora più letale, perchè Vucinic si troverebbe a duettare con un giocatore dalle doti tecniche sopraffini e dal goal facile. Stessa cosa con Jovetic, che non ha certo le caratteristiche del finalizzatore, ma con il quale l’affiatamento sarebbe totale visti i trascorsi in nazionale. Ma se arrivasse davvero uno dei tre citati sopra ? Scegliere chi far accomodare in panchina ogni domenica sarebbe compito difficile. Con una Juventus impegnata su più fronti e ancor più vogliosa di imporsi in Europa il posto sarebbe garantito a tutti, ma il rischio concreto che Vucinic non sia più uno dei centri di gravità della squadra è alto. In tal senso il più pericoloso dei possibili nuovi acquisti sarebbe senza dubbio Jovetic, che ha dalla sua l’età, margini di miglioramento e soprattutto una crescente continuità, anche in termini realizzativi. L’impiego di Suarez sarebbe poi fuori di dubbio: l’uruguagio si prepari al ruolo di stakanovista, con Llorente e Vucinic a fare staffetta e a sgomitare nelle gerarchie di Conte. Meno pericoloso sembra Sanchez, almeno ai nastri di partenza. Il cileno in Spagna non sta brillando nella sua avventura al Barcellona e l’eventuale acquisizione dal mercato in prestito non cosituirebbe un boccone amaro da digerire in caso di una sua prolungata permanenza in panchina.

L’idea di avere una coppia d’attacco finalmente stabile, che garantisca sempre la stessa manovra offensiva e gli stessi automatismi

Alexis Sanchez

Alexis Sanchez

in fase di costruzione negli ultimi 20 metri, rappresenterebbe un’ulteriore salto di qualità per la squadra. Chiaramente la possibilità di avere, anche grazie al mercato, un parco attaccanti eterogeneo è fondamentale per un allenatore tatticamente poliedrico come Conte. Anche la prospettiva di un ritorno al tridente in qualche occasione non è da sottovalutare, ma più come soluzione a partita in corsa, sempre in nome dell’equilibrio. Tutto dipenderà dall’eventuale nuovo acquisto.  Il rischio che Vucinic possa perdere la sua inamovibilità però c’è. E a quel punto anche Giovinco sarebbe di nuovo sul mercato per l’ennesima volta.

Antonio Foccillo

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *