Redazione

Serie B, anticipo 34° Giornata: Cesena – Padova 2-0

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Patavini alla quinta sconfitta consecutiva. Cesena vede i playoff

Il Cesena esulta

Il Cesena esulta

CESENA, 28 MARZO – La 34° giornata di Serie B si è aperta ieri sera con l’anticipo delle 20:45 tra Cesena e Padova. Il match se lo sono aggiudicati i padroni di casa vincendo 2-0 in virtù delle reti di Rodriguez e Ceccarelli: entrambi le reti sono state realizzate nel secondo tempo.

La gara inizia con un ricordo della Curva Mare per Paolo Ponzo, ex giocatore anche del Cesena morto qualche giorno fa durante una maratona in Liguria. I tifosi bianconeri hanno esposto un striscione che recitava: “Cuore grinta e umiltà … addio Paolo guerriero bianconero”. E’ stato osservato anche un minuto di silenzio in suo onore.

Il primo tempo non è bello e le due squadre sono piuttosto bloccate: il Padova gioca meglio ma il Cesena ha dalla sua un super Campagnolo che impedisce la via della rete ai patavini. Nel secondo tempo si mette bene per il Cesena che trova due reti e porta i tre punti a casa. Il Padova è alla quinta sconfitta consecutiva, aprendo cosi una crisi senza fine che neanche la cura Pea riesce a sanare. Il Cesena invece, è al quarto risultato utile consecutivo, tre vittorie ed un pareggio, e vede ormai la zona playoff.

A fine gara i due allenatori commentano la gara. Pierpaolo Bisoli, allenatore del Cesena, è contento della vittoria ed è sicuro anche della salvezza: Dico che al 99% con questo successo possiamo pensare di aver acquisito la salvezza. Oggi ho visto una squadra capace di giocare con buon palleggio ed intensità. Vorrei, inoltre, spendere alcune parole di elogio per Tommaso Arrigoni il quale sta attraversando un momento particolare e se esiste una giustizia superiore oggi gli sta dando un pò di serenità. Ai miei ragazzi si dovrebbe fare un momento: siamo partiti che più ultimi non si poteva; ora viaggiamo a medie incredibili”.

Più amareggiato Fulvio Pea che, al secondo match dopo il ritorno sulla panchina del Padova, colleziona la seconda sconfitta consecutiva: “Purtroppo non esiste la bacchetta magica per un allenatore. Possiamo soltanto metterci a lavorare e ora fortunatamente abbiamo dieci giorni di tempo per farlo con tranquillità. La squadra aveva tenuto bene il campo, meglio di sabato; l’errore di Silvestri purtroppo ha rotto gli equilibri in favore del Cesena e questo ha condizionato la gara. Ci sono delle problematiche serie, basta guardare ai numeri del girone di ritorno. Non si possono risolvere situazioni di questo tipo in pochi giorni. C’è soltanto un modo per uscire da questo momento: lavorare“.

Dello stesso parere del suo tecnico èil giocatore del Padova, Trevor Trevisan: Sicuramente l’errore di Silvestri ha pesato, ma è normale, chi gioca può sbagliare. Ci ha un po’ tagliato le gambe il gol del 1-0, poi non abbiamo saputo reagire. Anche sul raddoppio abbiamo commesso un errore, lasciando andare Ceccarelli. Noi giocatori ci sentiamo di merda, stiamo dando solo delusioni. Ora dobbiamo stare muti, lavorare e prendere le nostre colpe”.

TABELLINO

CESENA – PADOVA 2-0

CESENA: 22 Campagnolo; 14 Comotto, 26 Volta, 5 Tonucci (35’st 15 Brandao), 36 Consolini; 25 Ceccarelli, 37 Arrigoni (40’st 13 Parfait), 10 Coppola, 23 Tabanelli; 16 Giandonato (9′ st 30 A. Rodriguez); 11 Granoche. A Disposizione: 1 Ravaglia, 2 Morero, 6 Mezacolli, 28 Lolli. All. Bisoli

PADOVA: 1 Silvestri, 13 Legati, 6 Trevisan, 23 Cionek, 2 Rispoli, 4 De Feudis, 16 Viviani (24’st 14 Zè Eduardo), 7 Gallozzi, 10 Farias, 28 Bonazzoli (16’st 21 Babacar), 11 Cutolo (33’st 3 Vantaggiato). A Disposizione: 30 Calderoni, 17 Jelenic, 18 Raimondi, 20 De Vitis. All. Pea

Reti: 19′ st Rodriguez, 28′ st Ceccarelli

ARBITRO: Mariani

AMMONITI: Coppola, Legati

Massimiliano di Cesare

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *