Redazione

Milan, si pensa già al prossimo mercato

Milan, si pensa già al prossimo mercato
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

MILANO, 3 MAGGIO – A due giornate dal termine del campionato si è riaccesa la corsa allo scudetto con il Milan che è tornato ad un solo punto di distanza dai bianconeri di Antonio Conte. Nonostante la stagione attuale non sia ancora conclusa, e stia anzi vivendo la sua fase cruciale, i dirigenti della società rossonera stanno già pensando a come rinforzare la squadra nel prossimo mercato estivo.A Milanello infatti potrebbe esserci un notevole via vai di giocatori vista l’aria di rifondazione dovuta soprattutto ad un’età media dell’organico abbastanza elevata.

IL PORTIERE E LA DIFESA – Uno dei reparti dove ci dovrebbero essere più cambiamenti è il reparto arretrato che necessita di una profonda e sensibile ristrutturazione. In porta dovrebbe essere confermato Christian Abbiati ma è cominciata la ricerca di un numero uno affidabile che possa raccogliere l’eredità del trentacinquenne estremo difensore. Oltre alla soluzione interna rappresentata da Antonio Donnarumma, in questa stagione in prestito al Gubbio nella serie cadetta, nelle ultime ore si è fatta prepotentemente avanti la candidatura di Rafael Cabral Barbosa, meglio noto come Rafael, portiere del Santos. L’estremo difensore classe ’90, già nel giro della Selecao, costa 6/7 milioni di Euro e potrebbe risultare un buon investimento viste le indubbie doti e l’età. Passando al reparto arretrato tutto ruota attorno al destino di Thiago Silva e Nesta. Il brasiliano è diventato il primo obiettivo della prossima campagna acquisti del Barcellona ma per i catalani sarà difficile portarlo via da Milanello. Il laziale invece è tentato dall’avventura negli Stati Uniti ma non viene scartata l’ipotesi di una conferma in rossonero. E se Abate, Antonini, Bonera e Mesbah saranno quasi certamente riconfermati ci sono da segnalare le richieste del Tottenham per Mexes, arrivato lo scorso anno a parametro zero e ripresosi dopo il lungo periodo di inattività dovuto all’infortunio al ginocchio rimediato quando ancora militava nella Roma. Zambrotta quasi certamente saluterà il Milan mentre più vicino alla permanenza in rossonero sembra il colombiano Yepes, che pareva non rientrare più nel progetto tecnico milanista ma che potrebbe restare viste le incertezze di Natali che sembra adesso più vicino al rinnovo di contratto con la Fiorentina. Al momento l’unico rinforzo certo è rappresentato da Francesco Acerbi, quasi ventiquattrenne difensore in comproprietà tra Chievo e Genoa, autore di un’ottima seconda parte di stagione tra i veronesi di Mimmo Di Carlo mentre è tutta da verificare l’indiscrezione delle ultime ore che vorrebbe il brasiliano del Barcellona Dani Alves come uno dei principali obiettivi di mercato di Adriano Galliani e Ariedo Braida.

IL CENTROCAMPO – La zona nevralgica del campo è quella con l’età media più elevata e quindi anche in questo reparto il rinnovamento dovrebbe essere profondo. Sono d’altronde parecchi i giocatori in scadenza di contratto e tra questi sembrano vicini al rinnovo Ambrosini e Gattuso anche se i due fedelissimi rossoneri dovranno valutare una decurtazione del lauto ingaggio percepito fino a questa stagione. Alberto Aquilani non ha convinto lo staff tecnico e quindi difficilmente verrà riscattato dal Liverpool. Le perplessità sul centrocampista romano nascono soprattutto dalla sua tenuta fisica che l’ha bloccato a lungo nella seconda parte della stagione dopo un inizio di campionato disputato comunque su buonissimi livelli. Sembrano invece pronti a lasciare Milanello Mathieu Flamini, alla luce anche del pesante contratto in scadenza, e Clarence Seedorf, entrato in rotta di collisione con il tecnico Massimiliano Allegri. Alexsander Merkel dovrebbe passare al Genoa nell’ambito dell’affare El Shaarawy mentre Van Bommel potrebbe rimanere in rossonero solo se considerato al centro del progetto tecnico. Sul fronte arrivi certo quello di Riccardo Montolivo, svincolato dalla Fiorentina, si fa luce la candidatura di Seydou Keita, non più considerato incedibile dal Barcellona, ed è molto probabile l’arrivo di Gaby Mudingayi dal Bologna con il quale si cercherà di ripetere il colpaccio low cost fatto lo scorso anno con Nocerino.

L’ATTACCO – In avanti il rammarico per non aver acquistato Carlos Tevez a Gennaio è ancora forte e quindi è probabile un nuovo tentativo in estate per arrivare al forte attaccante argentino. Da non escludere le partenze di Pato, direzione Parigi, e Robinho, cercato con insistenza dal Santos che vorrebbe festeggiare con un acquisto da urlo il centenario della società. Sarà certamente riscattata la seconda metà del cartellino di Stephan El Shaarawy dal Genoa mentre Inzaghi saluterà il pubblico di San Siro dopo 11 stagioni trascorse in rossonero probabilmente con una partita di addio davanti ai suoi tifosi. Regna poi ancora incertezza sul riscatto di Maxi Lopez dal Catania anche se le probabilità che ciò avvenga sono comunque molte e potrebbe esserci un colpo a sorpresa soprattutto in caso di cessione di uno dei due brasiliani Pato e Robinho.

La prossima sessione estiva del calciomercato dovrebbe quindi restituire un Milan rinnovato e ringiovanito, con parecchi volti nuovi che dovrebbero consentire al sodalizio rossonero di rimanere competitivo in campionato e a livello europeo, dove tenterà nuovamente l’assalto alla Champions League sfuggita questa stagione nei quarti di finale contro il Barcellona.

a cura di Mauro Leone

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *