Redazione

Brasile – Italia, Prandelli: “Grande partita, ma c’è ancora da lavorare”

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

De Sciglio:”Grazie Allegri”. Bonucci:”Meritavamo di vincere”. Balotelli:”il mio voto è 6”

Friendly match - Netherlands v ItalyGINEVRA, 22 MARZO – Dopo la bella prestazione di ieri contro il Brasile, la Nazionale di Cesare Prandelli ha il morale alto ed è soddisfatta della prestazione. In primis il Ct azzurro. A fine gara alcuni protagonisti della serata si sono fermati a commentare l’incontro.

L’ALLENATORE –Il primo è stato Cesare Prandelli: Abbiamo fatto una grande partita. Dopo 30 minuti abbiamo subito i due gol e sembrava una partita chiusa. Invece siamo stati bravi, abbiamo cercato i gol e siamo tornati in gara“. Sul modulo adottato nella ripresa, il 4-3-3: Modulo interessante, ci si deve lavorare su…”. Continua Prandelli analizzando il lavoro svolto e quello che c’è ancora da fare: C’è ancora da lavorare e possiamo farlo. Ma devi avere tempo per lavorare, però siamo riusciti a trovare l’ampiezza e l’uno contro uno. Balotelli? E’ stato molto bravo sul gol e si è creato tante occasioni, l’importante è ritrovare le energie per martedì perché contro Malta sono in palio tre punti molto importanti“. Il Ct azzurro fa i complimenti ai debuttanti Cerci e De Sciglio: “Sono giovani ma hanno qualità tecniche”. Per quanto riguarda, infine, su chi ha più possibilità di vincere la Confederations Cup, Prandelli risponde cosi: “Senza dubbio il Brasile”.

LE PAROLE DEI CALCIATORI – E’ stato autore di una rete eccezionale ed anche di una buona gara. Mario Balotelli invece giudica cosi la sua prestazione: ”Che voto mi do stasera? Sei. Troppe occasioni sbagliate sottoporta”. Fa i complimenti a Neymar: “E’ fortissimo”. Infine, un pensiero sul modulo: ”Col 4-3-3 del secondo tempo mi trovo bene”.

Tra i due debuttanti lui è sicuramente il più giovane, ma ha dimostrato di saper stare in campo come un giocatore d’esperienza. Mattia De Sciglio commenta cosi la gara: Siamo una grandissima squadra, l’abbiamo dimostrato strasera. Volevamo partire forte fin da subito e mettere in difficoltà il Brasile. Dopo lo 0-2 il ct ci ha detto di non buttarci giù, che bastava un gol per riaprire la partita. Nel primo tempo abbiamo avuto tante occasioni che non abbiamo sfruttato”. Un pensiero anche sulle sue emozioni personali: Ero abbastanza emozionato, ho cercato di fare le cose più semplici e giocare la palla per farla girare. Tutti mi hanno detto di stare calmo e di fare quello che so fare. Il gruppo mi ha accolto benissimo. Ma molto del merito è anche di Allegri, ha avuto coraggio di darmi fiducia e farmi crescere. Solo giocando un calciatore acquista fiducia in se stesso“. Sulle sue qualità e capacità di saper ricoprire più ruoli dice: E’ un vantaggio saper ricoprire tanti ruoli, posso dare una mano anche se c’è un’assenza a centrocampo. Ma io mi sento terzino, destro o sinistro è uguale, mi trovo bene allo stesso modo”. Il Milan vorrebbe riportare Davide Santon, ex Inter, a Milano sponda rossonera, ma per De Sciglio non ci sono problemi: E’ un grande giocatore, ha fatto bene nell’Inter e ora nel Newcastle. Il club vuole puntare sui giovani, sarebbe bel rinforzo”. Una battuta su Neymar: “Ha una progressione della Madonna, poi nonostante sia magro tiene anche botta, è difficile da buttare giù”.

Infine, è il difensore Leonardo Bonucci ha commentare la gara pareggiata contro il Brasile: Abbiamo mostrato buone individualità, meritavamo di vincere la partita. Purtroppo siamo riusciti solo a pareggiare ma abbiamo dimostrato di essere una grande Italia. Il Brasile è una grandissima squadra ma ha trovato anche una grandissima Italia, forse per questo è sembrato meno forte. Non ricordo una partita con così tante occasioni, ma non siamo stati bravi a finalizzare. Abbiamo un’identità, un gioco preciso e la gara di stasera è la conferma del grande lavoro fatto negli ultimi due anni. L’Italia creato di più nel secondo tempo perché abbiamo sfruttato l’uno contro uno di Balotelli e di Cerci, ma in tutto il match si è vista un’Italia che aveva voglia di fare la partita. Il merito va a Prandelli ma anche a Conte: è un vantaggio per l’Italia poter contare su una base forte e che sta bene come quella della Juventus“. Sugli esordienti De Sciglio e Cerci: De Sciglio è un vero talento, oggi ha fatto delle grandissime diagonali. Cerci? E’ entrato bene in partita all’esordio, ci ha permesso di creare sempre la superiorità numerica, ci ha dato un po’ di sfrontatezza. Gli esordienti hanno fatto una grandissima partita”. Infine, chiusura su Balotelli: Mario ha delle qualità importanti, stasera ha dimostrato che quando vuole può mettere in difficoltà chiunque. Mi sono congratulato con lui a fine gara“.

Massimiliano di Cesare

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *